Una frase per voi

Se passa un giorno in cui non ho fatto qualcosa legato alla fotografia, è come se avessi trascurato qualcosa di essenziale. È come se mi fossi dimenticato di svegliarmi.
Richard Avedon

Chi ci segue


Ci sono 215 persone collegate

Cerca sul nostro sito:

 

Fotografi: Home Page/Cerca

"i Di Fiore FOTOGRAFI sono i miei Fotografi"

Di seguito gli articoli e le fotografie che contengono le parole richieste.

Ricerca articoli per matrimonio

Matrimoni in diretta da Amalfi. Chiesa S.Pancrazio Conca dei Marini.

Di armonia (del 15/06/2012 @ 23:42:16 in matrimoni in diretta, linkato 3677 volte)

Foto scattata con IPhone
Gli sposi del matrimonio di oggi hanno scelto per la cerimonia nuziale la chiesa di San Pancrazio a Conca dei Marini.che con il suo cortile esterno offre una cornice perfetta per la celebrazione del matrimonio.
Conca dei Marini , è una località della costiera splendida, tranquilla ed esclusiva, rinomata per la Grotta dello Smeraldo
Dopo la cerimonia ed il lancio del riso, destinazione costiera amalfitana e precisamente ad Amalfi dove si terrà il ricevimento nuziale presso il Grand Hotel Santa Caterina.
Il Grand Hotel Santa Caterina è una location cinque stelle gran lusso. Si tratta di una bellissima villa in stile liberty collocata tra le bellezze della costiera Amalfitana.
L'hotel domina dall'alto una vasta proprietà che si snoda attraverso una serie di terrazze naturali dalla costiera fino al mare offrendo panorami mozzafiato che insieme alla raffinatezza dei suoi ambienti regalerà un matrimonio da sogno.
La regia di questo splendido matrimonio è stata curata da Cira Lombardo Wedding Planner che grazie al suo estro e alla sua proverbiale cura dei particolari ha realizzato il sogno degli sposi di avere un matrimonio unico, magico e irripetibile.
 

matrimonio on line - Per la prima volta un matrimonio celebrato su Skype.

Di liliana (del 11/05/2008 @ 22:54:13 in Consigli-Curiosità, linkato 1629 volte)

Lo scorso aprile, per la prima volta, si è assistito ad un matrimonio “virtuale”, con validità legale. È stato celebrato, infatti, un matrimonio via webcam e con l’ausilio di Skype in perfetto stile Web 2.0.

La cerimonia è da considerarsi pienamente legittima, dal momento che si è svolta alla presenza di un giudice e dei testimoni, ma il tutto in videoconferenza utilizzando Skype. La bizzarra news è stata pubblicata dal giornale portoghese Folha Online e ha praticamente dell’incredibile:lo sposo si trovava in Cina e la sposa in Francia. L’unione civile è stata celebrata a São Paulo (San Paolo), in Brasile sotto lo sguardo del funzionario del registro civile. Il tutto ovviamente realizzato tramite Skype.

Lo sposo ha 26 anni, si chiama Rafael Nunez Sa Freire, svolge la professione di pubblicitario e vive a Shangai. Anche la sposina ha 26 anni, si chiama Sara Stultz, ma è ben lontana dalla Cina: studia design e vive a Nizza.

Che sia solo una trovata pubblicitaria o un nuovo modo di far conoscere Skype alla comunità? Non sta a noi dirlo. Ad ogni modo, basta un notebook a testa con web cam, ovviamente Skype, dei testimoni virtuali.

La firma dell’accordo è stata effettuata tramite server proxy e a “vista” del funzionario preposto. Speriamo di non dover dare anche la notizia del divorzio via Skype…

fonte: www.onevoiceoverip.it

 

Londra - "Un bacetto prima di mettersi a letto": grazie anche a questa buona abitudine una coppia inglese si prepara a festeggiare un traguardo piuttosto eccezionale, le "nozze di quercia", e cioé gli ottant'anni di matrimonio.

Frank e Anita Milford (cent'anni lui, novantanove lei) tagliano il traguardo oggi, 26 maggio, e puntano a battere a giugno l'attuale record assoluto di durata per un matrimonio celebrato nel Regno Unito, ottant'anni e due settimane. Per la ricorrenza la coppia, che dal 2005 vive in una casa di riposo a Plymouth, sulla Manica, non progetta nulla di speciale: "Alla nostra età abbiamo bisogno soltanto di noi. Non vogliamo scompiglio. L'amore è qualcosa che va vissuto giorno per giorno", dice mister Milford che fino alla pensione ha lavorato come portuale. La signora Milford ha invece rivelato che con il marito - dal quale ha avuto un figlio e una figlia adesso entrambi sui settant'anni - non mancano tuttora i piccoli dissidi: "Nulla di grosso ma ci può uscire una parola di troppo. E' comunque una cosa salutare".

Oltre al "bacetto prima di andare a letto" la coppia rimane molto unita: "Facciamo tutte le cose insieme, anche adesso dopo ottant'anni di matrimonio", sottolinea lei. Frank e Anita si conobbero nel 1926 ad una serata di ballo e si sposarono due anni più tardi. In mancanza di soldi non fecero alcun banchetto nuziale e festeggiarono l'evento andando al cinema, dove era in cartellone un film con Charlie Chaplin. In dichiarazioni al domenicale 'Sunday Telegraph' la donna inglese da più lungo tempo sposata dispensa anche qualche consiglio alle giovani coppie in funzione anti-divorzio: "Bisogna lasciar posto per un po' di romanticheria. Ci vuole un po' di galanteria vecchio stile. Io non ho mai fatto attenzione ai grandi gesti, Frank però mi ha rispettata dal momento in cui ci siamo incontrati. Questo è il segreto del vero amore".

L'attuale record di durata per un matrimonio 'made in Britain' appartiene a Percy e Florence Arrowsmith e fu stabilito nel 2005. Mister Arrowsmith morì quell'anno a 105 anni d'età.

fonte: www.ansa.it

 

 
 

Raccolta di frasi d'auguri per un evento importante come il matrimonio.

Di Admin (del 07/02/2008 @ 22:42:27 in attualità, linkato 13396 volte)
• Questo giorno di grande gioia sia l'inizio di una serie di splendidi e interminabili momenti.
• Brindo al vostro amoree alla vostra gioia. Tantissimi auguroni!
• In questo giorno di felicità possa giungervi anche il nostro augurio che il vostro
matrimonio sia la garanzia eterna dell'amore che già vi lega.
• Gli auguri per una vita felice insieme non bastano mai. La strada della vita è lunga…Non abbiate paura... Prendetevi per mano e camminate insieme.
• Vi siete incontrati... vi siete presi per mano... ora camminate insieme... oggi e sempre!
• Vi auguro di amarvi per tutti i giorni della vostra vita; ma so già che siete giunti a questo giorno perchè l'Amore vi ha parlato e voi credendogli avete voluto seguirlo
• Il matrimonio non è per tutti ma solo per chi ha fiducia nell'amore. Congratulazioni!
• Con il sincero augurio che la stella di affetto e amore che oggi vi accompagna brilli sulla vostra splendida coppia per tutta la vita, ogni giorno
• Alcune volte basta un attimo per dimenticare una vita, mentre non basta una vita per dimenticare un attimo: quello che oggi vivete e che durerà tutta la vita!
Possa la realtà essere più bella dei sogni che vi hanno portato oggi all'altare.
Il mio augurio più affettuoso in questo giorno di festa.
• Dio vi ha donato un amore speciale da condividere... ...perché sapeva quanto l'avreste tenuto caro.
• Che l’incanto del giorno delle vostre nozze sia solo la premessa di una lunga e veramente felice vita in due.
• Vivere insieme sarà una piacevole scoperta; segni, abitudini, piaceri... tutto sempre con tanto umorismo e fantasia.
• Che la passione, l'amore e la reciproca stima vi leghino sempre l'uno all'altra come oggi



in collaborazione con la dott.ssa Liliana Castello
 

La televisione abbraccia Internet Il "terzo schermo" ora è adulto.

Di Admin (del 08/04/2008 @ 22:26:46 in attualità, linkato 952 volte)
ERNESTO ASSANTE
La televisione abbraccia Internet


Il "terzo schermo" ora è adulto
CANNES (Francia) - Il "terzo schermo", quello dei computer, non viene più visto come un potenziale avversario, ma come un'eccellente strumento per allargare il bacino di utenza dei prodotti televisivi: "Il matrimonio tra televisione e computer è ormai consolidato", dice Claude London della Bbc, "l'integrazione tra l'una e l'altro procede senza grandi scossoni.
Anzi, l'allargamento dell'offerta è per noi una necessità, arrivare al nostr pubblico in tutti i modi possibili, compreso Internet e i cellulari, è un obbiettivo imprescindibile". Hanno le idee più chiare che in passato gli operatori dei grandi network televisivi, ed infatti nei corridoi del Palais du Festival di Cannes, in Francia, la "confusione" tra televisivi, telefonici e internettari è completa.
Tutti "fanno e distribuiscono televisione", non importa attraverso quale canale. Anzi, più la strategia delle aziende produttrici è "multipiattaforma" e più hanno successo, come dimostra il caso della Disney, che oggi veicola i suoi contenuti in un universo multimediale completo riscuotendo un successo planetario. Internet non è più un oggetto sconosciuto, insomma, e nemmeno un semplice veicolo per replicare la tv che c'è già.
Accade in Italia, ad esempio con la programmazione di un canale via Internet completamente originale come Bonsai; accade in Inghilterra, dove la Bbc con l'iPlayer si è mossa con sicurezza alla conquista del pubblico del terzo schermo, offrendo non solo le sue trasmissioni di punta ma anche programmi pensati e realizzati apposta per il consumo via computer: e lo stesso accade nel resto d'Europa e negli Stati Uniti.
Le novità più interessanti emerse in questa edizione del MipTv sul fronte della tv via Internet sono due: Orange, uno dei principali operatori telefonici europei, ha annunciato il lancio di sei canali televisivi via Internet, un offerta che secondo i responsabili "rivoluzionerà l'universo della televisione.
Noi applichiamo ai contenuti televisivi quello che è già accaduto con successo nel campo della musica, un consumo nomade, individualizzato e desicronizzato". Tradotto in parole povere "la televisione dove la voglio io, quando la voglio io, come la voglio io", la morte ufficiale del palinsesto come fino ad oggi lo abbiamo conosciuto. "Cambiare punto di vista e prospettiva può essere molto positivo per il mondo della televisione", suggerisce Henrique De Castro, di YouTube, "la sfida posta da Internet e da siti come il nostro non può essere rifiutata".
Ed infatti i grandi produttori televisivi cercano di mettersi in sintonia con la visione frammentaria in stile YouTube. L'annuncio della Cbs è in questo senso illuminante: tra qualche settimana saranno disponibili on line i programmi che la Cbs ha realizzato per Internet attraverslo la sua divisione Eyelab. Programmi che durano pochi minuti ma che concentrano tutti i principali generi televisivi, dai quiz all'intrattenimento, dall'informazione alla comicità.
E non mancano, ovviamente, i telefilm, ridotti magari in clip di culto, come un dialogo tra Jennifer Love-Hewitt e un morto in "Ghost Wisperer", o il gesto ormai classico di David Caruso che si toglie gli occhiali in "Csi: Miami". "Lo scopo è creare contenuti che non possono essere visti altrove", dice Ron Scalera, vicepresidente della Cbs, "contenuti di alta qualità pensati per Internet. Il potenziale è enorme".
Secondo le ricerche fatte dalla Cbs il pubblico di Internet resta collegato su YouTube anche due ore consecutive, ma ama la varietà e la ricchezza dei contenuti, preferisce vedere molte clip di due minuti che seguire una intera puntata di un telefilm. "Per quello c'è la televisione, che funziona ancora ottimamente".

fonte: repubblica.it
 
 
 

Originariamente la giarrettiera consisteva soltanto in un laccio. La prima volta che il termine viene citato è nell'800 d.C. negli scritti di Eginardo: descrivendo l'abbigliamento di Carlo Magno, parla di "giarrettiere" che sostengono le calze del monarca.

Nell'abbigliamento maschile è presente a partire dal 1200. A metà del XIV secolo Edoardo III d'Inghilterra, in seguito a un incidente occorso alla contessa di Salisbury a un ballo di corte, designa la giarrettiera come il simbolo dell'onorificenza più prestigiosa della corona inglese, ” l'Ordine della Giarrettiera”, lanciando anche il celeberrimo motto presente ancora sullo stemma reale "Honni soit qui mal y pense" (sia svergognato chi ne pensa male).

A partire dal XVIII secolo si attribuì alla giarrettiera un culto speciale, adornandola di pietre preziose, gioielli a forma di piccoli lucchetti, nastri e pizzi, spesso con ritratti del proprio marito o compagno (anche fuori dal matrimonio).

Alla giarrettiera si attribuivano poteri soprannaturali: si diceva, ad esempio, che un fantasma non poteva attraversare una porta chiusa con una giarrettiera.

È del XIX secolo l'uso di giarrettiere in tessuto elasticizzato. Nello stesso secolo si impose la moda di portare non più due giarrettiere l'una sopra il ginocchio per fissare la calza, l'altra sotto di esso per vezzo, ma una sola sopra il ginocchio.

Un noto costume matrimoniale delle famiglie nobili consisteva nel dividere fra gli invitati una giarrettiera in piccoli pezzi. Il cosiddetto "don de la jarretière" (dono della giarrettiera), è conosciuto e praticato in Francia, presso le popolazioni francofone del Belgio, anche nei matrimoni fra contadini del Palatinato Superiore e dell'Alsazia. Oggi in questa usanza in Italia e altrove la giarrettiera è stata sostituita dalla cravatta dello sposo, che viene tagliata e distribuita tra gli invitati. Ma anche questa tradizione sta un po’ andando a scemare.

A partire dalla fine del XIX secolo l'uso della giarrettiera ha cominciato a entrare in decadenza a causa dell'avvento del reggicalze femminile prima e del collant e delle calze autoreggenti poi.

Al giorno d’oggi la giarrettiera è parte integrante dell’abbigliamento di ogni sposa. L’usanza si intreccia con altri costumi: alcune sposine, infatti, non acquistano la giarrettiera, ma aspettano che venga loro regalata. Inoltre spesso le giarrettiere per la sposa hanno all’interno un nastrino blu. In tal modo si rispettano due parti della tradizione che vuole che la sposa indossi, nel giorno del matrimonio qualcosa di blu, qualcosa di regalato, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato e qualcosa di vecchio (antico). Anche se quasi tutte le spose indossano la giarrettiera, però, non tutte praticano il cosiddetto “lancio della giarrettiera”, che può essere considerato un po’ come l’equivalente del lancio del bouquet al maschile (lo sposo lancia la giarrettiera agli invitati maschi scapoli e colui che la prende sarà il prossimo a sposarsi).

fonte: www.la-sposa.it

 


Sì al tradizionale abito bianco, ma le nozze si celebrano su una nave da crociera e i fuochi artificiali devono essere accompagnati da un sottofondo di musica classica.
In ogni caso, il giorno del sì è una giornata in cui si corona un sogno d’amore, ma anche un’occasione in cui tutto deve essere perfetto e funzionare senza intoppi.

Organizzare un matrimonio è un lavoro lungo e complesso che richiede, oltre a pazienza e buona volontà, senso pratico e spirito organizzativo. Per fortuna, anche senza ricorrere a specifici professionisti, ci sono tanti modi per alleggerire il carico di lavoro e di stress che comporta la preparazione del “giorno del sì”.
A disposizione dei futuri sposi ci sono numerose manifestazioni in cui viene presentato tutto quello che serve per la giornata delle nozze, dai vestiti al catering alle bomboniere, alle liste di nozze, in modo da farsi almeno un’idea precisa di quello che necessario e delle proposte del mercato.
Una di queste occasioni è MilanoSposi, che si tiene ad Assago, alle porte del capoluogo lombardo, con tutto quello che c’è di più nuovo e trendy per i fiori d’arancio.
La Fiera, oltre a proporre una panoramica completa di tutto il necessario per una cerimonia e una festa perfetta, è anche l’occasione per conoscere i nuovi trend e le tendenze più “cool” per il giorno del sì.

Ad esempio, come spiega l’esperta Simona Polli, direttore di White Sposa, i nuovi mood per il mondo del wedding del prossimo anno segnano alcune conferme e molte novità. Innanzi tutto, l’abito tradizionale si conferma il sogno della maggior parte delle ragazze. Il bianco in tutte le sue nuance continua a farla da padrone, ma non mancano i colori pastello come il rosa cipria, il verde acqua, l’azzurro polvere con qualche intrusione dei colori più decisi come il rosso o l’arancio cangiante.
Sì anche ai dettagli importanti come ricami di strass (ma dosati in modo minimale), drappeggi e scolli. Prevalgono comunque le linee semplici, anche se molto ricercate. Vanno sempre bene le gonne vaporose e i veli grandi che incorniciano il viso.
Per la sposa che vuole concedersi un tocco trasgressivo, o almeno malizioso, ci sono gli abiti a sirena, scolli profondi e spalle scoperte, da abbinare in chiesa a coprispalle coordinati
Anche per lui la moda suggerisce dettagli importanti: ad esempio sotto un abito classico, il gilet e la cravatta possono essere particolari. I colori sono comunque quelli classici di sempre, dal blu, al grigio, ma anche le tinte cangianti come il bronzo o il platino, senza rinunciare a un tocco di color lavanda per gli accessori.
Tra le location per la festa, sono di moda gli antichi castelli o le dimore storiche, mentre per i mesi primaverili o dell’estate tanti sposi scelgono gli agriturismi, specie se si trovano in località di fascino e di interesse paesaggistico.
Molto trendy è anche organizzare la cerimonia a bordo di una nave da crociera, dove il comandante può, a tutti gli effetti, celebrare il rito nuziale.
In questo caso, la cerimonia, la festa successiva e il viaggio di nozze si svolgono in un’unica location. Se il matrimonio si svolge di pomeriggio, la sposa dopo la cerimonia può cambiarsi d’abito, sostituendo il vestito bianco e classico della cerimonia in chiesa con un abito da sera, più sexy e colorato, per la festa. Anche lo sposo può cambiare mise e passare dall’abito da cerimonia allo smoking. Al termine della festa l’eventuale spettacolo pirotecnico è di particolare effetto se accompagnato da musica classica.


fonte: www.tgcom.mediaset.it
 
 
 

difiorefotografi - Salerno, Amalfi: Hotel Saraceno. matrimonio - Sposi

Di Admin (del 04/11/2008 @ 21:54:39 in fotografie, linkato 3024 volte)
 
 

difiorefotografi - Guinnes.

Di Admin (del 11/12/2007 @ 21:43:07 in attualità, linkato 1007 volte)


Guinnes




La torta più grande: alta 4 metri, larga 2 , impastata con 120 chili di zucchero e guarnita da 3 mila scodelline di crema: è stata creata in 30 ore dallo chef Gianluca Aresu, durante la fiera di Cagliari lo scorso 4 febbraio 2002.

La più alta percentuale di matrimoni nel Mondo: nel 1995 le Maldive furono il paese con, ben il 19,7 per mille della popolazione.

La più grande cerimonia subacquea: il 22 agosto del 1998 Emily Johnson e Bob Woodberry si sono sposati nelle acque della florida, con ben 31 drivers sommersi.

Il primato dei matrimoni: Linda Lou Essex di Anderson, nell'Indiana (USA): dal 1957 si è sposata 21 volte, con 15 uomini diversi (da alcuni ha divorziato per poi risposarli). Il suo ultimo divorzio risale al 1988.

La coppia più "recidiva": sono due ed entrambi americane. I coniugi Ralph e Patsy Martin dell'Arizona e Richard e Carole Roble dello Stato di New York si sono sposati tra loro ben 51 volte e ogni volta in luoghi diversi.

I testimoni: il malese Ting Ming Siong di Sibu, Sarawak, dal gennaio 1976 all'aprile 1991 ha presenziato, in qualità di testimone, a ben 658 matrimoni.

La più grande cerimonia di nozze collettive mai celebrata: avvenne il 30 ottobre del 1988 a Seoul, capitale della Corea del Sud. Il sacerdote settantenne impiegò un'intera giornata, quasi dall'alba al tramonto, per rispedire a casa le 6516 coppie di giovani sposi provenienti da ben 83 Paesi. L' incredibile evento si svolse all'interno di una fabbrica di auto alla periferia di Seoul.

I coniugi più vecchi: Harry Stevens e Thelma Lucas, rispettivamente di 103 e 84 anni, si sono sposati il 13 dicembre del 1984 presso la casa di riposo di Caravilla nel Wisconsin, Stati Uniti.

Gli sposi più giovani: due bambini del Bangladesh: undici mesi lui, tre mesi lei. Le rispettive famiglie li unirono in matrimonio per porre fine ad una ventennale faida innescata dal possesso di una fattoria.

La sposa più vecchia: Minnie Munro, australiana, aveva 102 anni quando, il 31 maggio 1991, sposò l'ottantatreenne Dundley Reid.

Il fidanzamento più lungo: i messicani Octavio Guillen e Adriana Martinez si sono sposati all'età di 82 anni nel 1969 dopo ben 67 anni di fidanzamento.

Il matrimoni più lungo: durò 86 anni e legò dal 1853 al 1940 Temulji Bichaji Nariman a una sua cugina, sposata quando entrambi avevano 5 anni appena. L'uomo, nato il 3 settembre del 1848, morì nell'agosto del 1940 a Bombay, in India, all'età di 91 anni e 11 mesi.

fonte sposipersempre.it

in collaborazione con la dott.ssa Liliana Castello.
 

Banchetto nuziale: la storia, le tradizioni, le usanze.

Di Admin (del 24/02/2008 @ 21:19:59 in Consigli-Curiosità, linkato 5134 volte)



Il banchetto nuziale è stato, in tutte le epoche e presso tutte le classi, un importante occasione nella quale ai motivi festosi puramente gastronomici se ne intrecciavano altri che di culinario avevano ben poco: ostentazione di potenza e ricchezza, o comunque sforzo di affermazione sociale, elementi rituali e simbolici legati propriamente all’atto nuziale.
Tuttora, più di quanto non si creda, sedendosi a tavola durante un pranzo nuziale si partecipa ad un rito. Ovviamente certi dati sono più evidenti in altre epoche quando le differenze tra i vari ceti erano molto più accentuate: accanto ai banchetti per le nozze tra case regnanti atti a dimostrare potenza e ricchezza ma allo stesso tempo passione per il lusso sfrenato, troviamo esempi di nozze tra contadini che suggellavano il loro patto di nozze con banchetti ben più modesti e lontani da sfarzo e lusso.
In ogni caso, nonostante sfarzo e lusso siano tipici di ogni età, il trionfo del pranzo nuziale scenografico fu quello che si tenne nel 1600 a Palazzo Vecchio a Firenze per il matrimonio di Maria de Medici e il Re di Francia Enrico IV, che rimase nella storia soprattutto per le meraviglie teatrali escogitate dal famoso architetto Buontalenti, e per le statue di zucchero modellate dal Giambologna. Pare che, dopo la frutta, calarono dal soffitto nubi rigonfie con Giunone e Minerva, ed al loro dileguarsi le tavole erano cambiate a vista con altre di specchi e di cristalli, che a loro volta si trasformarono in boschetti con valli, siepi e fontane.
Al Medioevo ed al Rinascimento, epoche in cui allegorie e simbolismi la facevano da padroni in ogni momento della vita umana, risalgono molte delle usanze osservate ancora oggi durante i pranzi nuziali.
Oltre al numero dei convitati, che non deve essere mai dispari, è molto importante la presenza di dolci e zuccherini, gli attuali confetti, come simbolo di un dolce e lieto futuro. Inoltre, non possono mancare alcuni frutti come la mela, simbolo della dedizione della sposa, e la melagrana, simbolo della fertilità.
Devono essere in tavola anche cibi piccanti ed afrodisiaci per propiziare l’atto fisico dell’unione. In tutte le epoche, e nei limiti dei loro mezzi, come abbiamo già detto, anche la borghesia e le classi popolari hanno dato grande importanza ai banchetti nuziali.
Famose, per esempio, nella tradizione popolare Italiana, le cosiddette “Panarde” Abruzzesi, consacrate alla letteratura da Edoardo Scarfoglio e che si svolgono in modo analogo ancora oggi. A loro volta, piccola nobiltà e borghesia agiata di toga e di commercio, non scherzavano. Basti ricordare il banchetto tenutosi a Verzago nel 1569 per il matrimonio di Ippolita Dugnani con il conte Ottavio Giovio, durante il quale furono servite cinque portate rispettivamente di 145, 105, 105, 140 e 110 piatti ciascuna.


fonte: www.giallozafferano.it
in collaborazione con la dott.ssa Liliana Castello
 

Nozze al Teatro San Carlo di Napoli. Real Wedding in Italy.

Di armonia (del 04/10/812 @ 21:09:55 in Chiese e Location, linkato 661 volte)
Se i matrimoni reali sono la vostra passione, se non vi perdereste la visione di una celebrazione nuziale di teste coronate per nulla al mondo ed il vostro sogno è realizzare un matrimonio degno di una principessa, la città di Napoli con le sue bellezze storiche e paesaggistiche vi offre questa possibilità. La location per organizzare un matrimonio con tutti i crismi degni di un matrimonio reale è il Teatro San Paolo di Napoli lo storico teatro costruito nel 1737 ad opera dei Borboni . Gli ambienti eleganti del Foyer storico che riportano indietro nel tempo impreziositi dagli allestimenti floreali faranno da cornice perfetta per la realizzazione di un banchetto nuziale d'alta classe per emozionarsi ed emozionare in un luogo da favola dove coronare il proprio sogno d'amore
 


 
 

difiorefotografi - matrimonio a Napoli: il bouquet da sposa.

Di Admin (del 05/11/2008 @ 20:47:51 in fotografie, linkato 9317 volte)
 
 


La tradizione vuole che venga scelto dalla giovane sposina insieme alla madre. Di cosa stiamo parlando? Ovviamente del vestito da sposa. L'abito da sposa, è forse uno degli elementi più importanti, se non l’unico, oltre alla coppia in procinto di unire le proprie vite, di qualsiasi tipo di cerimonia di matrimonio.

Sia essa in Chiesa o al comune, vi siano 100 invitati o solo i testimoni, l’abito in questo caso, ribaltando un noto detto, “fa il monaco”. E’ elemento del matrimonio del quale si parlerà più a lungo ed in maniera dettagliata, il particolare più spettegolato, l’indiscrezione più bella.
L’abito da sposa è pura espressione della volontà di una donna, un tempo rappresentava la purezza della verginità che la giovane portava al suo posto: oggi pur essendo cambiati tempi e usanze, esso incarna ad ogni modo la felicità e la gioia del grande passo. Un momento indimenticabile che deve rimanere scolpito nella memoria.
Va scelto con cura, secondo le proprie esigenze personali e finanziarie. La scelta rappresenta un occasione divertente e commovente da vivere con le persone alle quali si vuole bene, tenendo bene a mente che per superstizione, se si vogliono evitare catastrofi e sfortune, lo sposo non deve vedere il vestito della sposa fino al giorno della cerimonia. Ovviamente, oltre che al proprio gusto personale, è consigliabile affidarsi nelle amorevoli mani di un esperto, in grado di aiutare la dolce sposina nella scelta dell’abito che più si adatta alle sue caratteristiche fisiche ed all’armonizzazione della sua figura.
La scelta deve essere effettuata diversi mesi prima della cerimonia, in modo tale da avere il giusto tempo per dover effettuare, se necessario, eventuali correzioni all’abito, la messa a misura, ma soprattutto la giusta scelta del modello. Che esso sia classico, di gusto retrò, moderno, sbarazzino o sexy, l’abito da sposa deve calzare a pennello, ma al contempo essere comodo e dare la giusta libertà di movimento alla donna, che deve essere in grado volendo di volteggiare al suono della musica nel pieno dei festeggiamenti senza incorrere in spiacevoli intermezzi, come una possibile rottura dell’abito a causa di un movimento troppo accentuato o repentino. Ovviamente i prezzi variano da modello a modello e a secondo dell’atelier scelto per l’acquisto. Prima di recarsi in un qualsiasi negozio o sartoria, sarebbe opportuno, per avere un idea del prodotto da acquistare, sfogliare le numerose riviste specializzate. Grazie a loro sarà possibile fare mentalmente una prima cernita tra gli stili, le stoffe e le lunghezze degli abiti.

Queste le stoffe di solito utilizzate per la composizione degli abiti da sposa:

-Organza: tessuto madrepererlato di seta, leggero ma contemporaneamente resistente.

-Voile: tessuto leggero e impalpabile in lana, seta e cotone.

-Plumetis: tessuto con rilievi a forma di capocchia di spillo. Solitamente in cotone, mussola o voile.

-Point d'esprit: voile ricamato a capocchia di spillo. Satin e raso: seta o cotone lucidi,morbidi ma resistenti.

-Sangallo: essenzialmente pizzo traforato con lino o cotone.

-Shantung: di origine cinese, è un tessuto di seta dalla trama irregolare.

-Taffetà: tessuto in seta liscio e sostenuto.

-Tulle: velo a microscopici fori esagonali , solitamente di seta, dalla trama leggera.

-Valenciennes: lavorato a tombolo è un pizzo molto leggero.

-Broccato:tessuto di seta, pesante, acompagnato da rilievi floreali o di tipo astratto, impreziosito da da fili preziosi o colorati.

-Cady: con lavorazioni di seta o lana è un tessuto essenzialmente

-Chantilly: pizzo in seta lavorato a tombolo come il Valenciennes.

-Chiffon: tessuto composto da filati di seta ritorti, molto leggero.

-Crèpe: Composto da filati di seta "molto ritorti", ondulato, viene composto con seta cotone o lana.

-Dèvorè: è in realtà un tecnica, utilizzata per rasare e "svuotare" il tessuto scelto,al fin di creare diversi effetti di trasparenza.

-Duchesse: tessuto pesante ma luminoso, in cotone, raso o seta.

-Gazar: seta trasparente, ma rigida.

-Georgette: l'opposto del Gazar. Seta morbida e fitta.

-Macramè: essenzialmente pizzo lavorato a mano caratterizzato da nodi ed intrecci.

-Marocain:crêpe dalla trama particolarmente grossa attraversata da costine trasversali.Tessuto pesante.

-Matelassè: tessuto caratterizzato da leggera trapuntatura.

-Mikado: di orgine giapponee, è un tessuto resistente e spesso.

Nella decisione circa il modello la sposa non avrà che l'imbarazzo della scelta: per aiutarla elencheremo qui, i principali tagli d'abito e le loro caratteristiche:

Impero: efficace nello slanciare la figura , il corpino viene fermato appena sotto il seno, solitmente con l'aiuto di un anstro o di un fiocco. La gonna, quasi sempe lunga fino a piedi, si apre in uno o più strascichi a secodna dell'effetto che si vuole ottenere.

Princesse: classico, scivola sui fianchi con delicatezza. Consigliabile in pizzo o ricamo.

Rendigote: a taglio verticale, impreziosito da impunture che partono da spalle e orlo, plasmando il punto vita.

A Palloncino: Dissimula i fianchi. Corpetto stretto e gonna ampia e mossa.

A tubino: un classico. Elegante, prevede diverse lunghezze: al ginocchio, al polpaccio, ai piedi. Segue le linee del corpo senza accentuarle.

A sirena: fascia il corpo come una seconda pelle. Stretto si apre solo in fondo, grazie ad uno sfondo piega.

A sottoveste: spalline sottili, molto semplice. Generosa scollatura sulla schiena. Ideale nei periodi estivi.

Longuette: la gonna arriva poco sopra la caviglia. Semplice e sobrio.

Tailleur pantalone: dal colore neutro, provvisto di giacca. Il balzer, può essere sostituito a piacere, con una giacca dal taglio maschile da indossare sopra un top di lurex od eventualmente di palliettes.

Di conseguenza, come già accennato in precedenza, sarà bene regolarsi nella scelta tenendo presenti alcune semplici regole riguardanti il rapporto “modello abito-corportura sposa”. L’abito è fatto per esaltare la sposa, non sminuirla o ridicolizzarla, quindi una donna minuta potrà e dovrà scegliere un modello dalle maniche importanti, impreziosito da volant e d un velo non troppo lungo, mentre chi ha bisogno di slanciare una figura non snella, dovrà prediligere un abito dalle linee morbide che scivoli delicatamente sul corpo. Se i fianchi sono “pronunciati” e la corporatura “robusta” sarà bene optare per vestiti stile impero che tendono a dissimulare, mentre una donna alta e dal punto vista ben definito potrà scegliere con nochalanche una gonna ampia. Per le spose troppo magre sarà bene scegliere un vestito con le maniche lunghe, sia nella stagione invernale che estiva, magari avvalendosi di maniche velate, al fine di rendere più fluida la linea delle braccia troppo esili. Coprini rigidi saranno adatti a chi a spalle strette e cadenti: aiuteranno a valorizzarle, mentre un decoltè ampio si adatterà bene a delle spalle ampie. Chi ha un seno abbondante, dovrebbe evitare, se possibile, gonne a palloncino.

Come già espresso in precedenza, nella scelta, nonostante si abbia un modello ed un tessuto ben preciso in mente, è sempre consigliabile farsi aiutare dai lavoranti del settore: sono il massimo che si possa auspicare come consiglieri. Importante in ogni caso, una volta arrivati davanti alla scelta dell’abito, non farsi prendere dalla fretta, ma vagliare, oltre che il prezzo ed i propri gusti personali, anche le varie tonalità ed i tessuti disponibili nel negozio nel quale ci si è recati. Effettuare prove di abito fino a che non si è certi della scelta: il personale del negozio specializzato è avvezzo e preparato ad eventuali indecisioni della cliente e sarà più che lieto di mettere a disposizione la sua esperienza ed il suo tempo. Per quanto riguarda il velo dell’abito, il cosiddetto “velo nuziale” una sola regola è importante ed imprescindibile: se il vestito è in pizzo il velo non lo deve essere e viceversa. Ciò renderà il tutto elegante e mai appesantito.

Importante una volta effettuata la scelta dell’abito, farne una fotografia da consegnare all’acconciatore: sarà possibile così creare un’acconciatura che si adatta ed esalta l’abito e chi lo indossa.

fonte: http://www.expobg.it

 
 

 

difiorefotografi - Latina: villa Blanche: la piscina. Reportage - matrimonio - Sposi

Di Admin (del 14/07/2008 @ 20:14:13 in fotografie, linkato 4512 volte)
 
 

 

difiorefotografi - Napoli, Mergellina: matrimonio Michele e Paola. Wedding.

Di Admin (del 11/12/2007 @ 19:53:48 in fotografie, linkato 2373 volte)
 
 
 
 
 

 
 

difiorefotografi - Napoli: Alessandro, lo sposo. matrimonio - Fotografo

Di Admin (del 25/11/2008 @ 19:41:17 in fotografie, linkato 3166 volte)

 
 

La scelta della meta per il viaggio di nozze è uno degli aspetti fondamentali dell’organizzazione del matrimonio. Se gli sposi decidono di andare all’estero dovranno però tener conto delle condizioni climatiche del posto prescelto, in base al periodo in cui si svolgeranno le nozze e il conseguente viaggio.

Anche se al giorno d’oggi le condizioni atmosferiche non sono più prevedibili come una volta, vi proponiamo una lista orientativa, dove potrete trovare, in base al luogo d’interesse, il periodo migliore per visitarlo.

Le mete nell’elenco sono organizzate in ordine alfabetico:

Australia: da aprile a dicembre

Comores: da maggio a ottobre

Costa Rica: da dicembre a maggio

Egitto (anche per le crociere sul Nilo e per i soggiorni sul Mar Rosso): nostra primavera e nostro autunno

Europa del Nord (per le crociere, per la Scandinavia e per il sole di mezzanotte): da giugno a luglio

Filippine: da novembre a febbraio

Isole Fiji: da maggio a novembre

Florida: tutto l'anno, è preferibile d'estate

Grecia: da giugno a settembre

Hawaii: tutto l'anno

Hong Kong (si può abbinare a Bangkok, Singapore, Bali, Filippine o Maldive): tutto l'anno, ma è più indicato da ottobre a febbraio

Indonesia: da maggio a settembre

Isole caraibiche (anche per le crociere): da dicembre a marzo

Italia mare: da giugno a settembre

Kenya: da luglio a settembre, da dicembre a marzo

Malaysia occidentale: nostro inverno

Malaysia orientale: nostra estate

Maldive: da novembre ad aprile, da luglio a settembre

Mauritius: da aprile a novembre

Mediterraneo in generale (anche per le crociere): da giugno a settembre

Seychelles: tutto l'anno, è preferibile da maggio a ottobre

Spagna: da giugno a settembre

Sri Lanka: da dicembre a marzo

Sudafrica del nord: da giugno a settembre

Sudafrica del sud: da settembre a maggio

Thailandia e Thailandia peninsulare: da ottobre a marzo

USA: da maggio a ottobre

 
 

difiorefotografi - Napoli, Ercolano: matrimonio Miglio d'oro. Wedding.

Di Admin (del 09/11/2007 @ 19:32:46 in fotografie, linkato 1609 volte)
 

difiorefotografi - Napoli, chiesa di capodimonte: il bimbo. matrimonio - Fotografo

Di Admin (del 20/11/2008 @ 19:28:50 in fotografie, linkato 3005 volte)

 



Nostromatrimonio è un sito web di social bookmarking. Le notizie ed i collegamenti sono proposte dagli sposi e dalle aziende del settore, e sono poi promosse in prima pagina in base d un sistema di graduatoria non gerarchico e basato sulla valutazione degli altri utenti della comunità.
Nostromatrimonio è nato nel 2010 ed è stato fondato da imaginepaolo.it e a pochi giorni dal suo arrivo online ha già oltre 50 utenti attivi e interessati al network, il che può essere considerato un ottimo inizio!

È una vera e propria “comunità” online che riunisce tanto le eccellenze del settore matrimonio, quanto gli utenti, gli sposi interessati ad avere consigli, spunti, curiosità sulle nozze e validi aiuti nei preparativi.
Nostromatrimonio.it é il socialblog per chi cerca
* la Location perfetta per il suo matrimonio
* il Vestito dei suoi sogni
* delle Partecipazioni originali
* la selezione più completa di Fornitori nella sua città

Nostromatrimonio, insomma, è la risposta alle numerose richieste di aiuto delle giovani coppie che si trovano spesso a dover fare il grande passo senza sapere da dove cominciare o a quelle giovani spose che vogliono che il proprio matrimonio sia un giorno da favola e badano ai dettagli, cercano idee originali e hanno voglia di un confronto diretto tanto con altre sposine, quanto con esperti del settore.
Ed è, inoltre, il sito che vuole permettere a chi possiede un sito sul matrimonio di dare visibilità alle proprie pagine; nostromatrimonio.it donerà tale visibilità ai contenuti che la rete stessa riterrà più validi. A decretare, infatti, quali contenuti potranno apparire tra le topnews saranno gli utenti stessi attraverso l'apposito bottone "vota".

Un sito per tutti e di tutti!
 

 
 
 
 

matrimonio in diretta. Posillipo.Villa Fattorusso, Catering Don Salvatore

Di armonia (del 14/06/2012 @ 19:00:32 in matrimoni in diretta, linkato 2215 volte)

Foto scattata con IPhone
Dopo una cermimonia molto suggestiva nella Chiesa di Santa Maria del Faro a Marechiaro gli sposi hanno voluto regalare agli ospiti il meraviglioso scenario di Villa Fattorusso.
Villa Fattorusso si trova nella lussureggiante collina di Posillipo accanto a Villa Rosbery, residenza del Presidente della Repubblica, in un ambiente circondato da una vegetazione mediterranea e con vista mozzafiato sul golfo di Napoli.
Il catering è stato curato da Don Salvatore che con la cura nei particolari e i suoi menù raffinati ha soddisfatto tutti anche i palati più esigenti ed ha regalato a questo matrimonio un tocco di originalità ed uno stile di gran classe.
 

 
 

 
 

di fiore fotografi - Napoli, Villa Fattorusso: Oscar e Valeria. matrimonio Napoli.

Di Admin (del 23/11/2007 @ 18:37:41 in fotografie, linkato 7020 volte)
 


Quando si parla di “tradizioni” ci viene subito in mente la parola “matrimonio”, con tutto quel che ne consegue: la celebrazione, la location per il ricevimento o rinfresco, le foto e la scelta del fotografo, i fiori, il lancio del bouquet, gli anelli e la “proposta”.
Da noi per quanto originali e non convenzionali le proposte di matrimonio e il corteggiamento tendono a seguire “un certo schema”. Di solito è l’amato che si dichiara alla futura sposa (ma può anche accadere il contrario) chiedendole di diventare sua moglie in maniera “classica” (in ginocchio, magari dopo una cena romantica ed esprimendo tutti i propri sentimenti, donandole un anello fantastico) o magari escogitando alternative simpatiche e originali (nella nostra sezione “curiosità matrimonio” abbiamo talvolta mostrato le proposte di matrimonio più belle e originali). Oramai va così in gran parte del mondo.
Ma vi siete mai chiesti come avvenivano il corteggiamento e la proposta di matrimonio in culture diverse? Girovagando sul web abbiamo trovato alcune tradizioni dal mondo decisamente originali e fuori dal comune! Leggiamole insieme e commenta tele con noi!!!!! Sapevate che in Messico, un tempo, un uomo che voleva sposarsi doveva recarsi al tempio e parlarne prima con un sacerdote? Ma non è tutto! Quello che ci ha incuriositi è quanto segue: una volta ottenuto il consenso, uscito dal tempio, il ragazzo doveva sposare la prima ragazza nubile che incontrava!!!
Un eschimese innamorato invece per chiedere la mano della sua sposa doveva uccidere una foca e presentarla al padre di lei (e qui aggiungiamo che speriamo fortemente che l’usanza sia caduta in disuso). In Persia invece un uomo innamorato doveva gettare sulla testa dell’amata un lenzuolo per farle capire che voleva sposarla. Le intraprendenti donne dell’India per far capire ad un uomo che volevano per marito dovevano , invece, semplicemente sedersi davanti alla porta di casa sua.

Ma la tradizione che ci è sembrata più simpatica è quella delle isole Trobriand, presso Papua, dove una ragazza innamorata per comunicare il proprio desiderio di sposarsi si avvicinava all’uomo a cui era interessata e…lo mordeva! Per la serie “ti mangerei di baci” insomma!

Voi conoscete altre tradizioni antiche simpatiche legate al matrimonio e oramai in disuso? Quali?
 

difiorefotografi - Napoli, Posillipo: matrimonio a Villa Fattorusso. Wedding

Di Admin (del 02/11/2007 @ 18:37:34 in fotografie, linkato 1329 volte)
 
 


CLICCA SULLA FOTO

Salve a tutti!!! Oggi chiediamo una mano ai nostri amici Romani...secondo voi qual è la più bella chiesa per il matrimonio a Roma?

Aiutiamo le sposine romane inecise e togliamoci qualche curiosità sul "mondo wedding....forza!!!
 




fonte: Repubblica.it

La proposta di matrimonio è una tradizione praticamente universale, un momento unico e importante nella storia di ogni coppia. Ci sono tanti modi per farla: originali, simpatici, divertenti, estrosi, all’antica, moderni…le idee non mancano, insomma, anche se la più “gettonata” resta sempre la “proposta classica” con lui che si inginocchia e porgendo alla propria donna un anello, magari in una raffinata scatola di velluto, le porge la fatidica domanda.

Ma un’occasione così unica, così speciale, richiede anche la giusta cornice, atmosfera, uno sfondo adeguato alla solennità del momento.

Quali sono, dunque, i luoghi migliori per fare la fatidica proposta? Da un articolo pubblicato su Repubblica.it leggiamo che “c'è chi sceglie un luogo caro alla coppia, magari quello del primo bacio, e chi per la grande occasione vuole una location memorabile.
Un po' per sognare ad occhi aperti e un po' per consigliare chi vuole chiedere la mano del proprio partner nel luogo più romantico - e lussuoso - del mondo, arriva dalla coppia di specialisti di "boutique hotel" Mr & Mrs Smith la top ten degli alberghi ideali per la proposta di matrimonio. Sono alberghi intimi, con un numero limitato di suite, curati nei minimi particolari e attenti alle esigenze dei clienti. Si va da Venezia, passando per New York, fino ad Auckland.”

Ecco qui la lista completa
 
 
 
 
 

difiorefotografi - Accroche-coeur. matrimonio - Nozze - Idee - Tazzina di caffè

Di Admin (del 27/10/2008 @ 18:05:02 in fotografie, linkato 1334 volte)


wedding planner magici eventi
 
 
 
 

difiorefotografi - Salerno, Amalfi: Carla tra i vicoli. matrimonio - wedding

Di Admin (del 28/12/2007 @ 17:44:05 in fotografie, linkato 1219 volte)
 
 

difiorefotografi - Salerno, Amalfi: matrimonio Luca e Carla. Wedding

Di Admin (del 28/12/2007 @ 17:39:43 in fotografie, linkato 1448 volte)
 
 
 
 
 
 

 


(fotografia scattata con l'iPhone)

Sono tantissime le coppie e soprattutto le giovani spose che sognano un matrimonio all'americana, celebrato all'aperto, magari con tendostrutture, morbidi veli, uno splendido allestimento e tanti fiori. Un'immagine romantica che richiama un mondo "da film"...con tanto di "white carpet" e musica dal vivo...
Bello certo, ma non si può, diranno in molti, a meno che non si scelga di celebrare le nozze con rito civile...E chi l'ha detto?
Nella chiesa di Sant'Angelo in Formis (CE), come si può vedere da questa foto, il sogno di un matrimonio all'aperto con rito religioso, può finalmente diventare realtà! E chissà in quante e quali altre chiede di Napoli o della Campania è possibile questo tipo di cerimonia...aiutateci a svelarle tutte!

Vorremmo, però, sapere cosa ne pensate voi sull'argomento...

Preferite un matrimonio come questo, moderno, all'aperto, particolarmente scenografico...oppure una cerimonia classica, in una delle splendide chiese di Napoli, Caserta, Salerno o della Campania in generale, che sono, comunque, ricche di fascino e suggestiva storia?

Aspettiamo i vostri commenti!!!!
 



Una giornata speciale, organizzata dalla Wedding Planner Cira Lombardo, dedicata agli sposi e al matrimonio.

tratto da: www.matrimonioitalia.it

 "Una domenica di febbraio, il mese dell’Amore, per dare un ultimo “tocco d’autore” al proprio matrimonio, incontrando le eccellenze campane nei settori della sartoria da sposa, del banqueting, del cake design, della produzione di confetti, della fotografia e molto altro… Domenica 21 Febbraio 2010 (dalle ore 11.00 alle ore 14.00) l’elegante sede di BRADIPO TRAVEL DESIGNER di Napoli, in Piazza dei Martiri 58 (Palazzo Partanna), ospiterà IL SALOTTO DEL WEDDING, un’intera mattinata dedicata ai futuri sposi, al matrimonio e alle novità proposte da alcune aziende di eccellenza della Campania..." (leggi l'articolo completo )

Partners

Organizzazione by Cira Lombardo Wedding Planner

Bradipo Travel Designer

Marinella Spose

Luis Mas

Torte di Fiorella

Fotografi di Fiore

Confetteria Conti

Seven Pinto

Hair Style Officiel

Relais Chalons D'Orange

 www.matrimonioitalia.it

 


CLICCA SULLA FOTO
 

VITTORIO SABADINI

Aveva osservato per ore le iguana accoppiarsi alle Galapagos, sapeva tutto sul corteggiamento di insetti, ovipari e mammiferi ed era perfettamente consapevole che chi non trova un partner rischia forse l’estinzione, ma conduce anche un’esistenza più libera e meno carica di responsabilità. Sarà anche per questo che, arrivato il momento di sposarsi, Charles Darwin ci pensò su a lungo. Non solo: applicando all’idea del matrimonio lo stesso rigore analitico di cui avrebbe permeato anni più tardi il suo lavoro sull’origine delle specie, riempì 17 pagine di appunti, divisi su due colonne. Nella prima le ragioni per non sposarsi, nella seconda quelle per farlo.

Queste pagine, insieme con le altre 90 mila che la famiglia ha donato nel 1942 all’Università di Cambridge, sono ora per la prima volta consultabili online in una raccolta straordinaria (in lingua inglese), composta da fogli sparsi di appunti scritti con calligrafia minuta, disegni di piante, animali e i primi abbozzi di quella teoria dell’evoluzione che avrebbe cambiato l’evoluzione della scienza e, per molti, la stessa idea di Dio. A un certo punto, verso la fine di questa impressionante collezione, compare un frontespizio con le iniziali dello scienziato - che all’epoca aveva 29 anni - e l’argomento delle successive, ponderate riflessioni: il matrimonio.

Darwin aveva da poco conosciuto una cugina, Emma Wedgwood, che non solo era benestante e carina, ma aveva pure una spiccata intelligenza e una buona presenza di spirito. Anche se si era chiaramente preso una cotta per lei, Charles era già uno scienziato fino al midollo e non poteva lasciare le cose al caso. Cinque anni a bordo della «Beagle» ad osservare la natura in giro per il mondo gli avevano insegnato a diffidare dell’istinto, che soprattutto in amore gioca spesso brutti scherzi.

Gli appunti - ancora attualissimi - rivelano un Darwin diviso a metà tra il desiderio di accasarsi e quello di continuare una vita libera, dedicata allo studio, agli hobby e alle sue passioni, che poi erano la stessa cosa. Sotto la voce «Marry» (sposarsi), lo scienziato elenca come aspetti positivi i figli («A Dio piacendo»), una compagnia costante («e amica in tarda età») che sarà interessata a un oggetto da accudire... A margine, come preso da un retro pensiero decisamente poco romantico, aggiunge: «Comunque, meglio di un cane».

Più articolati e numerosi gli argomenti sotto la voce «Not Marry»: «Libertà di andare dove si vuole, conversazione con uomini brillanti al Club, nessun obbligo di fare visita ai parenti né di essere coinvolto in ogni inezia, si evitano le spese e le angosce legate ai figli, non si perde tempo (frase sottolineata), si può leggere la sera, non si ingrassa e non ci si impigrisce, più soldi disponibili per i libri». A margine, anche qui un retro pensiero: «Ma in ogni caso lavorare troppo non fa bene alla salute».

Nelle ultime pagine un’altra domanda: «Meglio presto o tardi?», meglio presto, «perché da giovani il carattere è più flessibile». Infine, la conclusione favorevole al matrimonio, per evitare «una vita solitaria e una fredda vecchiaia, senza amici né figli, passata a rimirare le rughe che si accalcano sul proprio viso». Ma, conclude con gli ultimi rimpianti, «questo vorrà dire che non visiterò mai il Continente, né andrò in America né salirò mai su una mongolfiera».

Charles e Emma si sposeranno di lì a poco, il 29 gennaio del 1839, e il loro sarà un matrimonio felice. Ebbero dieci figli, di cui tre morirono in tenera età. Dopo la prima notte di nozze, lo scienziato annotò concisamente le sue impressioni negli appunti: «Fare sesso aumenta la salivazione». Andarono a vivere a Downe, nel Kent, dove ancora esiste Down House, con l’intatto «Sentiero Sabbioso» sul quale Darwin passeggiava ogni giorno. A Down House morì a dieci anni Annie, la bambina più adorata. Fu questa tragedia ad allontanarlo dalla fede e a fargli concepire le sue teorie sul bene e sul male, così pericolose in quell’epoca vittoriana. A Down House morì anche Darwin, nel 1882, senza essere mai riuscito ad andare in mongolfiera. E’ sepolto di fianco a Isaac Newton nell’Abazzia di Westminster, tra gli eroi del suo Paese.

fonte: www.lastampa.it

 
 
 
 

clicca sulla foto

 
 
 
 


clicca sulla foto
 
 

 
 
 

 
 

matrimonio a torre annunziata, napoli. la sposa a casa con le piccole damigelle

Di liliana (del 13/05/2011 @ 16:32:36 in fotografie, linkato 913 volte)
 
 

clicca sulla foto

in foto

Santa Maria del Parto a Mergellina
Napoli, Chiaia via Mergellina 21

L’usanza del lancio del riso sugli sposi ha origine dalla tradizione cinese: un’antica leggenda narra che il Genio Buono, alla vista dei contadini colpiti da una grave carestia, sia stato mosso a pietà e abbia chiesto loro di irrigare i campi con l’acqua del fiume in cui egli disperse i propri denti. L’acqua trasformò i denti in semi, da cui germogliarono migliaia di piante di riso, che sfamarono l’intera popolazione. Il riso da allora divenne simbolo di abbondanza e prosperità e lanciarlo sugli sposi equivale ad augurare loro un futuro di felicità e soddisfazioni. C’è anche chi sostiene, invece, che l’usanza del lancio del riso abbia origini Romane. Si dice, infatti, che per tradizione nell’Antica Roma si lanciasse del grano sugli sposi (sempre come augurio di fertilità). Il “cambio di cereali” è avvenuto nel momento in cui il riso è diventato più reperibile del grano (avere del riso in casa è semplice…reperire del grano potrebbe essere un problema). Ma questa seconda ipotesi riguardo alla tradizione del lancio del riso sugli sposi è meno certa rispetto alla prima.

Al giorno d'oggi per quanto riguarda il lancio del riso, ci sono diversi elementi di novità. Per esempio il riso è sempre più spesso colorato e non più bianco e semplice, e viene distribuito agli invitati, fuori dalla chiesa in appositi contenitori (coni, borsette, sacchettini portariso) acquistati, o addirittura creati a mano dalla sposa stessa. Per coloro che non amano particolarmente il riso, esso può essere rimpiazzato dal lancio di coriandoli o di petali di fiori (rigorosamente coloratissimi).

E' molto in voga, inoltre, sostituire il riso con delle bolle di sapone, magari in flaconcini personalizzati col nome degli sposi. In tal modo poi, gli invitati avranno anche un ricordino simpatico, oltre alla bomboniera, da portare a casa.

fonte: www.answers.yahoo.com

 
 
 
 
 
 
 

difiorefotografi. matrimonio ad Avellino. La sposa. fotografo per Matrimonio.

Di liliana (del 28/03/2009 @ 16:26:10 in fotografie, linkato 1526 volte)
 

matrimonio a Villa Fattorusso, Posillipo, Napoli. Foto reportage nozze.

Di Admin (del 16/03/2012 @ 16:24:52 in fotografie, linkato 3408 volte)


Il taglio della torta e la musica dal vivo sugli scogli a Villa Fattorusso, Posillipo, Napoli.
 
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 
 
 
L'Atelier Elena Colonna veste, da oltre cinquant’anni, con gusto e innata eleganza le giovani donne per il loro gran giorno.
 La grande abilità artigianale e sartoriale, la professionalità nel saper consigliare a ciascuna sposa l’abito adatto e la flessibilità con cui l’atelier è in grado di restare “al passo con i tempi”, lo rendono la scelta giusta per ogni special event, che si tratti di un matrimonio o di una giornata “importante”, dove sfoggiare un raffinato abito da sera. Ogni creazione della casa di moda Colonna, infatti, risulta unica e in grado di valorizzare al massimo la fortunata che lo indossa, ideale dunque, soprattutto per una sposa che voglia essere principessa per un giorno, protagonista di una favola d’amore e ogni nubenda si affida alla professionalità e all’esperienza di Elena Colonna per sentirsi perfetta e a suo agio nel giorno più importante della sua vita.

La sposa Haute Couture dell’Atelier Elena Colonna, dunque, da più generazioni esprime al massimo la grande abilità artigianale e sartoriale, propria della maison sita a Napoli, in Via Dei Mille 40, nello storico palazzo Leonetti. Ogni abito risulta unico nato dall’estro creativo di Elena e sua figlia Maria Luisa Colonna, e viene realizzato dalle mani esperte di premiers interne alla sartoria.

È proprio la sartorialità che distingue ogni abito dell’Atelier Colonna. Ogni capo è sapientemente dosato, sia nei tagli che nella leggerezza delle sete, ma anche nei ricami e nelle rifiniture rigorosamente fatte a mano. I veli, di seta o ricamati, spesso sono parte degli abiti per dare alla sposa solo una velata trasparenza con un impatto emozionale fatto di stile ed eleganza.

Ed ecco che L’Atelier ci stupisce ancora una volta con un nuovo sito! Recentemente rivisitato e rinnovato da Imaginepaolo Web Designer, elegante, raffinato e accuratissimo quanto le creazioni sartoriali della maison, ma con un blog e tante news frizzanti e di tendenza!
Una sorta di “specchio virtuale” insomma, che ne riflette tutte le caratteristiche che hanno contribuito e contribuiscono al suo successo…Navigare per credere!!!! Sito: www.elenacolonna.it
 
 
 
 
 
 


Garò Eventi aprirà, nei prossimi giorni un nuovo fantastico punto vendita!

Un outlet dove tutta la fantastica, originale e fantasiosa gamma Garò sarà a vostra disposizione con sconti significativi e vantaggiosi.

Garò Eventi, la classe e la raffinatezza di prodotti personalizzati, realizzati solo per voi!

A breve l'apertura in Via Nazionale 531, Torre Del Greco, Napoli!
 
 
 
 


Cinque fantastici concorsi per premiare la vostra fantasia e bravura.

La passione per il wedding che si declina in tutti gli elementi che rendono unico e speciale un matrimonio: la torta nuziale, i fiori, il tableau de marriage, le partecipazioni, le bomboniere!
Concorso Wedding Cake
Concorso Wedding Bouquet
Concorso Wedding Tableau
Concorso Wedding Invitation
Concorso Wedding Cadeau

Il regolamento, i premi e le modalità di partecipazione su www.weddingsluxury.it sezione “CONCORSI”
 
 
 
 


Un matrimonio informale con tanti amici e divertimento. Una festa piena di gioia, immortalata nei suoi momenti più emozionanti con foto spontanee che ricorderanno sempre agli sposi i momenti più belli di un giorno unico!
 
 
 
 
 

Il sorriso radioso della sposa, la gioia di amici e parenti che la salutano per l'ultima volta da "signorina". Emozioni palpabili attraverso la magia di immagini suggestive che raccontano la vostra storia.
 
 


Lo scrittore Scott Fitzgerald era solito dire: “Troppo di qualsiasi cosa fa male, ma troppo champagne fa sempre bene”. Le bollicine, il brindisi, l’allegria e la solennità di un momento importante nel matrimonio, ma anche in tutti i ricevimenti in genere. Il “levare i calici” tanto caro ad autori letterari e autori di film...In effetti nelle pellicole dove si celebra un wedding day o un evento importante, quello del brindisi è sempre un momento toccante, divertente, risolutivo, commovente…insomma un momento fondamentale.
Come dimenticare, per esempio,  la splendida Julia Roberts, vestita da damigella d’onore che, con estrema eleganza e infinita classe e simpatia, dice addio all’amore della sua vita lasciando che sia felice con un’altra ne
Il matrimonio del mio migliore amico”?

Insomma, quello del brindisi è uno dei gesti “tradizionali” del matrimonio, che nel tempo si è arricchito e declinato a seconda del cambiamento dei tempi e delle culture, ma che resta insostituibile nello scenario di un ricevimento che non manchi di nulla.
Ci sono delle regole anche per quanto riguarda il brindisi? Certo che si!

Esso, così come lo stare a tavola, il corteo nuziale, e tanti altri elementi delle nozze e occasioni speciali, è governato da regole del galateo che, se non proprio fondamentali, sono rilevanti per la sua buona riuscita, per un brindisi che sia simpatico, emozionante, spontaneo, ma anche di classe e “beneducato”.

Vediamo insieme, dunque, cosa prescriverebbe il galateo in proposito, tenendo bene a mente però che, certe volte, le regole sono fatte proprio per essere infrante, quindi discostarsi da quanto segue non è necessariamente uno sbaglio o indice di poca eleganza per il proprio party.

In primo luogo, pochi sanno che non tutti possono fare un brindisi. Di norma dovrebbero essere gli sposi a chiedere a qualcuno tra gli invitati di dire qualche parola e questa richiesta andrebbe fatta in anticipo, così che il “prescelto” possa preparare un minimo di discorso ed evitare l’imbarazzo. Gli ospiti che, invece, “hanno il diritto/dovere” del brindisi dovrebbero seguire un certo ordine. Il primo ad avere il diritto di brindare è il padre della sposa che, dopo aver brindato agli sposi, lascia la parola allo sposo. Quest’ultimo leva il calice al suo testimone, quello più importante che, a sua volta, se vorrà, dirà qualche parola alla coppia.
La sposa ha diritto di fare un brindisi in qualunque momento lo voglia, purché si faccia annunciare dal marito.

Mai riempire o lasciar riempire il proprio bicchiere fino all’orlo, e mai chiedere altro vino o champagne prima di aver consumato quello che si ha già. Se qualcuno, tra i commensali è astemio, parteciperà lo stesso al brindisi per buona educazione, ma anziché bere, accosterà solo il calice alle labbra.
Secondo l’etichetta, poi, è importante che i bicchieri, durante il brindisi, si sfiorino, ma non si tocchino mai. Basta alzare il calice sorridendo all’altezza del viso, senza che vi sia un contatto con quello altrui.

Sarebbe inoltre da evitare il classico “cin cin”, che in realtà ha un significato poco elegante nella sua lingua d’origine e veniva utilizzato da marinai in ambienti portuali. Da preferire, se proprio non si vuol stare in silenzio, l’espressione “prosit” che vuol dire "sia utile, faccia bene, giovi!" e deriva dal latino.

Al di là di tutto, comunque, è importante non dimenticare lo scopo fondamentale del brindisi di nozze, ovvero fare gli auguri ai festeggiati, esprimere il proprio affetto per loro e trasmettere la gioia e l’emozione di un giorno speciale. Quindi, regole o no, la cosa importante nel momento in cui si leva il calice è connettere il proprio cuore e lasciare che parli per noi…tutto il resto verrà da sè!
 
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 
 
 
 
 
 
 

difiorefotografi - Fotografinapoli.com: un nuovo sito per tutto, per tutti.

Di liliana (del 23/03/2009 @ 15:26:32 in attualità, linkato 1093 volte)




Nasce un sito che, a dispetto del nome, non si occupa semplicemente di fotografi e fotografia, ma che cerca di raccogliere le news, le curiosità, i consigli più utili, i fatti interessanti, sia per quanto riguarda il mondo della fotografia e del matrimonio e sia per quanto riguarda l’attualità in genere. Si tratta di fotografinapoli.com,
Un sito che si propone insomma di fare da raccoglitore e consigliere riguardo tutto ciò che di interessante è possibile trovare nel web, senza per questo risultare dispersivo.
Noi lo troviamo interessante, e voi?
 
 

Aforismi amore. Frasi d'amore di autori famosi.

Di Admin (del 06/02/2008 @ 15:25:35 in attualità, linkato 280397 volte)
-Il mio slancio è infinito come il mare, e non meno profondo è il mio amore; più te
ne dono più ne posseggo, perché entrambi sono infiniti.
William Shakespeare – Romeo e Giulietta

-Giove dall'alto sorride degli spergiuri degli amanti.
Ovidio

- Solo chi ama senza speranza conosce il vero amore.
Pablo Neruda

- Ci vuole molto poco per riempire un grande cuore.
Antonio Porchia

-Amare significa volere per una persona le cose che si ritengono buone, a motivo di lei e non per sé stessi, ed essere pronti a compiere queste cose, secondo le proprie possibilità.
Aristotele

-I piaceri sensuali passano e svaniscono in un batter d'occhio, ma l'amicizia tra noi, la reciproca confidenza, le delizie del cuore, l'incantesimo dell'anima, queste cose non periscono, non possono essere distrutte. Ti amerò fino alla morte.
Voltaire

-Occorre somigliarsi un po' per comprendersi, ma occorre essere un po' differenti per amarsi.
Paul Bourget

- Amore è desiderio di conoscenza.
Cesare Pavese

- L'amore che può morire non era amore.
B. Auerbach

- Il vero modo per amare qualsiasi cosa consiste nel renderci conto che la potremmo perdere.
G. K. Chesterton

- Mai nessuno è tradito dall’amore puro.
Jaufrè Rudel

- La misura dell'amore è amare senza misura.
Sant’Agostino

- L'amore è come le epidemie: più uno le teme, più è esposto al contagio.
Nicolas de Chamfort

- C’è una sola cosa peggiore di un matrimonio senza amore: uno in cui c’è amore, ma da una parte sola.
Oscar Wilde

- Il Signore ascolta le preghiere di coloro che chiedono di dimenticare l'odio. Ma è sordo a chi vuole sfuggire all'amore.
Paulo Coelho

- Nel vero amore è l'anima che abbraccia il corpo.
Friedrich Nietzsche

- Niente è più brutto di una parola d'amore pronunciata freddamente da una bocca annoiata.
Nagib Mahfuz

- L'amore comincia quando ci accorgiamo di avere sbagliato ancora una volta.
Ennio Flaiano

-Dicono che l'amore è vita, io per amore sto morendo.
Jim Morrison


- Amare non significa trovare la perfezione, ma perdonare terribili difetti.
Rosamunde Pilcher

-L'amore che economizza non è mai vero amore.
Honoré de Balzac

-Ti indicherò un filtro amoroso senza veleni, senza erbe, senza formule magiche: se vuoi essere amato, ama!
Seneca

-Amore guarda non con gli occhi, ma con l'anima...
William Shakespeare

-L'amore autentico è sempre compassione; e ogni amore che non sia compassione è egoismo.
Arthur Schopenhauer

-L’amore è breve, dimenticare è lungo.
Pablu Neruda

-Una parola ci libera di tutto il peso e il dolore della vita: quella parola è amore.
Sofocle

-Ci sono certi sguardi di donna che l'uomo amante non scambierebbe con l'intero possesso del corpo di lei.
Gabriele D’Annunzio

-Le donne sono fatte per essere amate, non per essere comprese.
Oscar Wilde

-Amore, impossibile a definirsi!
Giacomo Casanova

-Amore e tosse non si possono nascondere.
Ovidio

-Siamo angeli con un'ala sola, solo restando abbracciati possiamo volare.
Luciano De Crescenzo

-La gentilezza consiste nell'amare la gente più di quanto essa non meriti.
Joseph Joubert

-Chi ha avuto la fortuna di incontrare l'amore, faccia di tutto per mantenerlo vivo, perché l'amore non invecchi. E chi non l'ha incontrato, apra il cuore alla speranza, poiché la vita è sempre una speranza d'amore.
Nicola Abbagnano




Fonte: www.aforismi.org

in collaborazione della dott.ssa Liliana Castello
 

 


CLICCA SULLA FOTO
 



Il sito dei Di Fiore Fotografi, col suo slide show e le immagini che hanno fatto sognare in tanti, il suo blog sempre aggiornato e ricco di foto ma anche di curiosità, attualità e news sul matrimonio e sul mondo del wedding, è finalmente disponibile, da questa settimana, integralmente anche su iPhone, iPad, iPod. Sarà infatti possibile consultare il sito in tutta la sua interezza, ammirare le gallery fotografiche e apprezzarne finalmente appieno i contenuti.
 
Portateci con voi…!
 


CLICCA SULLA FOTO
 
 
 
 



Tutti cercano una location speciale per le proprie nozze. C’è chi fa celebrare il proprio matrimonio all’aperto, su un prato, chi sceglie location d’epoca, chi, seguendo la tradizione religiosa, ci tiene a percorrere la navata di una splendida chiesa o chi, ancora celebra le nozze con matrimonio civile allestendo con fiori una sala comunale. C'è persino chi sceglie "chiese sconsacrate" perchè, pur non essendo credente, ne apprezza l'atmosfera e/o l'architettura...
In America, si sa, la stravaganza e l’originalità sono all’ordine del giorno. E coinvolgono anche il matrimonio. prova ne sono le simpatiche e originalissime nozze di due giovani newyorkesi, Josh e Ting Li, che hanno voluto celebrare il loro “wedding day” nell’Apple Store di New York. È la prima volta che un Apple Store ospita un evento del genere. E così,tra amici e parenti,  tra Macbooks e innovativi iMac, e soprattutto tra gli sguardi curiosi e, perché no, divertiti dei passanti, i due sposini hanno pronunciato il loro “SI”.
Lo sposo ha motivato la scelta di una location così particolare spiegando che pur non essendo religioso, la sua passione per i prodotti Apple è tale da essere per lui un vero e proprio credo!
 



fonte e testo: tv.repubblica.it

Una proposta di matrimonio da Premio Oscar. Nella città di McDonough, in Georgia, Ginny va al cinema con gli amici.

Ma sul mega schermo, invece del film normale, si ritrova un video realizzato dal suo fidanzato Matt. Nelle immagini il ragazzo chiede al padre di Ginny la mano della figlia, promettendogli di amarla e starle per sempre vicino.

La pellicola prosegue con Matt che si precipita al cinema “Great Escape”, entra in sala e propone ufficialmente a Ginny di sposarlo (con tanto di anello). Le luci si accendono: in mezzo a cento spettatori normali, in sala si nascondevano parenti e amici della coppia Nel video (in basso a sinistra) si può seguire la reazione della ragazza in tempo reale.

Il trailer è stato...(leggi tutto)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 


CLICCA SULLA FOTO

OPEN DAY per il tuo viaggio di nozze. Il 12 Dicembre 2009, presso le nostre sedi, dalle 09.00 alle 18.00 no stop. Prenota il tuo appuntamento per sviluppare e personalizzare il tuo viaggio di nozze. Tantissime sorprese e sconti ti aspettano in questa giornata tutta dedicata a VOI.
Lo staff sarà a Vostra completa disposizione per sviluppare e personalizzare il Vostro viaggio di nozze con numerose proposte vantaggiose.
 


CLICCA SULLA FOTO
 
 
 

(Tratto dal libro “Il Galateo del Matrimonio" di Ilaria Petrovic)

Secondo la tradizione, per la dote di lei si prevedeva un magnifico baule di legno, possibilmente lavorato, sostituito in certe regioni da una caratteristica cassapanca, contenente biancheria personale e della casa: lenzuola in pesante lino, pazientemente cifrate dalla mano della ragazza o da qualche più esperta ricamatrice, tovaglie candide e ampissime, decorate dal gioco del bianco su bianco in prezioso bisso di fiandra, o in lino con intarsi o ricami, tovaglioli orlati a mano e impreziositi dall’iniziale di lei sapientemente intrecciata, eventualmente, a quella di lui. E poi canovacci, tovagliette da cucina, coperte, copriletto, tendaggi, salviette in semplice cotone e, più ricercate, in fiandra dalla frangiature preziose…

Alla sola idea dello spazio, e della manutenzione attenta che una simile quantità di tessuti potrebbe richiedere, molte delle giovani spose di oggi vengono colte da ansia indescrivibili; con tale quantità di stoffa potrebbero ritappezzare l’intero miniappartamento, faticosamente trovato libero nell’affollata città, ma certamente non avranno armadi abbastanza capienti per raccogliere, senza sciuparla, tale preziosa e tradizionale biancheria, né avranno il tempo di lavare a mano certe salviette che, introdotte nella lavatrice, mostreranno, alla fine del lavaggio, povere frangette miseramente avvinghiate e strappavate.

Evitare quindi un sovraccarico di tovaglie e lenzuola è fondamentale; è bene che la sposa abbia 4 o 5 paia di lenzuola, ma non di più, poiché potrà sicuramente acquistarne altre; potrà scegliere quelle più nuove che ogni anno il mercato è capace di inventare, le preziose e poco pratiche saranno un caro ricordo, ma saranno ancora più apprezzate se il loro numero non sarà eccessivo, ingombrando lo spazio disponibile.

Analogo il criterio di scelta delle tovaglie: 3 0 4 tovaglie eleganti e importanti sono indispensabili, ma al resto potrà provvedere, secondo i gusti e le esigenze del momento, la futura signora. Idem dicasi per le tovaglie da cucina: qualche tovaglietta colorata è bene che ci sia fin dall’inizio, ma, specialmente nel caso di spose casalinghe, non è il caso di privarle del piacere di scegliersi una tovaglietta nuova, quando ne avrà voglia e ne veda di graziose senza sentirsi colpevole pensando a tutte quelle che “ha già”.

Il guardaroba personale di lei, e perché no, quello di lui, vanno forniti abbondantemente di biancheria intima e da camera, qualche tailleur elegante e adatto alle differenti stagioni per lei, abiti analoghi per lui; camicie per tutti e due, pullover e golfini a seconda dello stile abituale; tutti questi sono elementi indispensabili di cui ciascuno normalmente dispone già prima del matrimonio: se sarà possibile fornire qualche nuovo capo del genere la cosa farà certo piacere agli sposi, ma non è necessario farne un dramma, né è indispensabile rifare l’intero guardaroba alla ragazza che si sposa: due nuovi tailleur, qualche camicetta accompagnata da qualche golfino e alcuni abiti saranno certamente sufficienti se aggiunti a ciò che la ragazza fino al giorno prima ha indossato.

 
 

 
 
 

di fiore fotografi - Curiosità sui matrimoni all'estero.

Di Admin (del 09/12/2007 @ 13:40:27 in attualità, linkato 1044 volte)


Devi assistere ad un matrimonio all’estero? Leggi le curiosita’ su alcuni paesi fuori da confini italiani.


Vietnam Se vi capiterà un giorno nella vita di essere invitati ad un matrimonio in Vietnam scordatevi di mettere abiti bianchi, questo colore infatti è segno di lutto. Il colore che và per la maggiore è il rosso.

Corea del Sud I matrimoni si svolgono nei parchi, lo sposo arriva accompagnato da parenti ed amici a cavallo mentre, la sposa, arriva portata in spalla su di una poltrona coperta da veli per non essere mostrata ad occhi indiscreti.

In India la religione Indù crede che in ottobre le forze del bene sono più forti delle forze del male, proprio per questo quasi tutti i matrimoni si svolgono in questo mese. Gli sposi durante la cerimonia rimangono seduti su di un trono mentre verranno ricoperti di petali di fiori gialli, segno di buon auspicio, da parenti e amici.

Afghanistan Il giorno più importante della vita e cioè dell’unione di due persone si festeggia… separati. Ebbene si gli invitati saranno divisi in due scaglioni, gli uomini da una parte e le donne da un’altra. Un’altra particolarità è che sono gli sposi a fare regali agli invitati e non viceversa.

Mongolia I genitori dello sposo organizzano la cerimonia quando la luna è crescente ma, solo se non è un giorno di pioggia. Lo sposo regalerà alla compagna tre bauli, uno per la biancheria, uno per il cibo ed uno per un’ombrello, quest’ultimo significa protezione verso la sposa.

In Iran si usa, dopo la cerimonia, far sedere i due sposi su di un trono rialzato mentre, gli invitati, alzano uno specchio grandissimo che riflette per la prima volta i due sposi insieme. Questo specchio verrà poi regalato agli sposi.

Il matrimonio nell’America Latina è molto simile al nostro ma ovviamente molto influenzato dalla presenza Americana. Si procede con una cerimonia classica che poi finisce in una festa con canti e balli.

Cina Con l’arrivo di Mao è finito il sogno degli uomini cinesi di avere pù di una sposa, infatti oggi prevale per legge la monogamia. Una particolarità dei matrimoni cinesi è che durante tutto il giorno delle nozze la sposa non può parlare e deve rimanere a digiuno. Il colore del vestito è preferibile di un colore non bianco, visto che il bianco è simbolo del lutto.

In Finlandia c’è la possibilità di sposarsi direttamente in una chiesa fatta esclusivamente di ghiaccio. Questa chiesa viene costruita ogni anno in dicembre per poi sciogliersi in aprile. Oltre alla chiesetta di Jukkasjarvi, c’è la possibilità di soggiornare nell’hotel adiacente o mangiare nel ristorante. Per l’arrivo della sposa,c’è la possibilità di giungere in chiesa con slitte, cavalli o renne

Matrimoni Musulmani In tutti i paesi musulmani non c’è più la fantasia di avere più mogli, ormai anche loro puntano su una soltanto per tutta la vita. In Iran le cerimonie oramai si festeggiano in case private, in questo modo, le spose, possono permettersi di vestire alla occidentale senza suscitare scalpore con i più credenti.

Russia La cerimonia russa è molto simile alla nostra ma con qualche differenza. Una importante è l’abito da sposa, non è bianco ma blu, gli sposi tengono in mano delle candele e mentre si apprestano al fatidico si e a scambiarsi gli anelli, la sposa può tirare il bouquet alle amiche fidanzate.

Maldive Qui si può benissimo dire che, oltre alle tradizioni particolari, ci sono anche leggi particolari. Infatti, esiste una legge che consente ad una donna maldiviana di sposarsi più volte, e cosa c’è di diverso penserete, di diverso e che la persona da sposare può essere sempre la stessa del primo matrimonio. Cerchiamo di capire meglio. La legge dice che una donna può divorziare e risposarsi con la stessa persona più volte ma, dopo la terza volta, la donna sarà costretta a sposarsi con un altro uomo, in modo da rendersi finalmente conto se sono tutti come il primo marito oppure no. Se così fosse la donna può finalmente dire di essere legata alla prima esperienza matrimoniale.

fonte:deanetwork.net

 
 

matrimonio sulla spiaggia a Napoli. Nozze al Beach Club Nabilah.

Di liliana (del 19/07/2011 @ 13:32:42 in fotografie, linkato 6854 volte)
 
 


Foto scattata con Iphone

Ce la faranno i Di Fiore fotografi a trattenere l'emozione?

Oggi è un giorno particolare: la nipotina si sposa e naturalmente gli zii saranno i fotografi ufficiali di questo specialissimo matrimonio.

Il matrimonio è stato totalmente organizzato presso "Le Trabe" una splendida oasi dove luci e colori fanno da cornice naturale per un evento memorabile.

Nei giardini della location verrà celebrata la cerimonia del rito del matrimonio in un'atmosfera intima e di gran classe.

Le sale finemente arredate del ristorante accoglieranno il ricevimento nuziale per intrattenere gli ospiti con un menù raffinato dai sapori tradizionali.

Ma le sorprese non sono finite! Invitata d'eccezione a questo matrimonio è la regista del wedding Cira Lombardo che per l'occasione ha dato preziosi consigli alla sposa per un matrimonio dai dettagli di classe.

 
 
 

 

difiorefotografi - Napoli, Portici: matrimonio Antonio e Lucia, le amiche. Wedding

Di Admin (del 19/06/2007 @ 13:10:03 in fotografie, linkato 1039 volte)
 


Oggi vi riproponiamo un nostro "vecchio" articolo pubblicato un po' di tempo fa ma, secondo noi, sempre attuale, sperando possa essere utile a tutte quelle sposine che si destreggiano tra preparativi, tradizioni, moda, tendenze e tutto ciò che ruota intorno a questo "pazzo wedding world"...!!!!
Consigli per la sposa, dunque, e perchè no? Anche per lo sposo che voglia far contenta la sua amata, la suocera che voglia essere d'aiuto...la madre della sposa che vuole consigliare la sua bambina...insomma, buona lettura a voi!!!!!!!!!!


Portare il bouquet il giorno delle nozze è di solito considerato “ovvio” per una sposa, è la normalità.
Ma l’uso di questo “fascio di fiori”,  da dove proviene?
Il bouquet è considerato, sin dall’antichità, come simbolo di purezza per la sposa e augurio di fecondità per la nuova coppia. Sebbene oggi sia più che altro un accessorio “di moda”, un vezzo, esso aveva, quindi nell’antichità, un significato ben più profondo.

Sempre secondo la tradizione, il bouquet è l’ultimo dono dello sposo alla sposa. Di norma dovrebbe esserle recapitato nel giorno delle nozze. Nel tempo le usanze si sono un po’ modificate. Sia in Campania che altrove, per esempio, vige l’uso che il bouquet per il matrimonio sia regalato dalla madre dello sposo, e consegnato alla sposa il giorno delle nozze appunto dalla suocera.
I fiori della sposa ovviamente devono anche accordarsi col tipo di abito scelto da quest’ultima. Ecco perché spesso è la sposa stessa a sceglierlo e a comunicare alla suocera le proprie preferenze in merito.
Per un abito bianco va bene qualunque bouquet, di qualunque colore, purchè si evitino abbinamenti di fiori che “cozzino tra loro”.
Per un abito da sposa “colorato” , invece (sia esso avorio o con inserti rossi o glicine, in base alla moda del momento), il bouquet dovrà rigorosamente essere in tinta.  Al giorno d’oggi, alcune sposine acquistano da sé il proprio bouquet.

La scelta è decisamente ardua. Basti pensare, in primo luogo, che esistono diversi “modelli” di bouquet, che vanno scelti tenendo conto tanto del loro armonizzarsi con la forma dell’abito, tanto tenendo presente la struttura fisica della sposina.
Una sposa bassina, per esempio, dovrebbe evitare un bouquet di dimensioni troppo ampie, oppure “a cascata”, optando invece per un bouquet piccolo e tondo, che risalti la sua figura. Vi è poi il classico bouquet “a fascio” ideale per abiti stile “impero”. È fondamentale comunque che la sposa si senta a suo agio, tanto nel maneggiare il bouquet, tanto nel vederlo accostato alla propria figura di quel giorno.
Negli ultimi anni, sta prendendo piede l’usanza di sostituire il vero e proprio bouquet con delle “borsette” di fiori, ovvero sfere floreali con manico morbido costituito da nastri di raso.

Ovviamente sul modello e i tipi di fiori del bouquet della sposa saranno basati anche i bouquet delle damigelle (se la sposa le avrà), e l’addobbo floreale tanto della chiesa (in caso di matrimonio con rito religioso), della sala (in caso di matrimonio con rito civile) quanto della location, della villa scelta per festeggiare le nozze.

Ma non finisce qui. Non solo il modello conta per la scelta dei fiori del bouquet. Le sposine più “esigenti” scelgono i fiori per il matrimonio anche basandosi sul loro significato, quindi sul linguaggio dei fiori.

Un’altra tradizione legata al matrimonio e ai fiori è quella del “lancio del bouquet”.
La sposa, ad un certo punto del ricevimento lancia il proprio bouquet indirizzandolo verso tutte le ragazze presenti, in “età da marito” (o semplicemente “single”, diremmo oggi). La fanciulla che riuscirà a prenderlo, secondo la tradizione, si sposerà (o troverà l’amore) entro un anno.
Alcune ragazze preferiscono donare direttamente il proprio bouquet all’amica più cara o a una sorella. Altre ancora lo conservano in ricordo di un giorno speciale come quello del matrimonio.
Le tradizioni insomma, si modificano nel tempo nei dettagli, sebbene la sostanza difficilmente cambi.
 
 

clicca sulla foto

 
 

 



"Torna il “Salotto del Wedding” by Cira Lombardo. Uno splendido evento che si terrà dalle 11 alle 23 del 13 Novembre 2011 e vede alcune delle eccellenze del settore “matrimonio” (fotografi, stilisti per abiti da sposa, banqueting, confetti, agenzie di viaggio, cake designer e tanto altro) , riunite nella meravigliosa e suggestiva cornice di Tenuta San Domenico a Capua (CE), per una giornata densa di emozioni, news e consigli sul matrimonio perfetto! Ecco alcune delle interessanti attività previste per i partecipanti! Un approccio al primo ballo con 20 minuti di lezioni gratuite impartite dalla maestra Graziella di Rauso; un percorso olfattivo per il profumo della sposa; la diretta con radio punto Zero e interviste dal vivo; la nostra responsabile make up darà consigli e piccole prove; set fotografici e foto ricordo dell’evento.

Inoltre sarà presentata in anteprima la copertina del nuovo numero del magazine Weddings Luxury, che uscirà a dicembre
!!!

Una intera giornata con la fantastica regia di Cira Lombardo Event Creator, insomma, dedicata alle nozze e, soprattutto, ai futuri sposi! 



Durante la manifestazione, poi, le future spose avranno anche l’occasione di vedere in anteprima assoluta, in una “sfilata flash”, alcuni modelli tratti dalla nuova Collezione 2012 Sposa e Alta Moda dell’Atelier Elena Colonna di Napoli, proposti in esclusiva assoluta per “Il Salotto del Wedding”. Si potranno ammirare, in questa occasione, oltre ai vestiti nuziali, anche anteprime di splendidi ed eleganti capi da sera e pellicceria. I flash moda ci saranno alle 12.30 e alle 17.30.  

Cosa aspetti? Conferma subito la tua presenza inviando una email all’indirizzo info@weddingsluxury.it e registrando il tuo nominativo su www.weddingsluxury.it in "top spose".

Ti aspettiamo!  

Partners: Media Partner Radio Punto Zero con diretta dell'evento in tutta la Campania

Di Fiore Fotografi

L'Atelier Elena Colonna
 
Fotografia Fashion Studio

Letizia Grella Cake Designer

Wedding Solution

Conti Confetteria

Rosanna Barbato Make Up Artist

Le Marchand d'Odeurs

Industria del Pensiero A. Rondina

Wedding Dance Choreographer Graziella di Rauso

B-Sure

Braunè Fuochi Pirotecnici

Staging Allestiamo Eventi

Candida Celiento

Giustina Corso Cake Designer

Perla's Cake

Ponzo Spose

Allestimenti d'Errico
 

difiorefotografi. Salerno, Ravello: matrimonio Villa Cimbrone, la piscina. Wedding

Di Admin (del 06/03/2012 @ 12:50:42 in fotografie, linkato 1694 volte)


The History of Villa Cimbrone

The Villa has been home to many famous names from the world of art, science and politics. It was a meeting place of the English on the Amalfi coast and for the famous London Bloomsbury set. To mention just a few illustrious guests: E.M. Forster, Lytton Strachey, Keynes, Henry Moore, Elliot, Crick, Piaget, Virginia Woolf, D.H. Lawrence, the Duke and Duchess of Kent and Winston Churchill. It was the setting for the famous elopement of actress Greta Garbo and Leopold Stokowsky and has also played host to many important scientific and medical meetings at an international level.
Reliable notes about Villa Cimbrone exist since around the eleventh century and they merge with those of the golden age of Ravello. The origins of its name derive from the rocky ridge on which it stands known as ‘cimbronium’. As a patrician villa, it belonged to a noble family called Accongiogioco and then to the Fusco, a wealthy and influential family related to the Pitti of Florence and the Angio of Naples. Around the seventeenth century, the fate of the villa becomes unclear. At some stage it became an integral part of a nearby monastery of the Santa Chiara, hence the papal coat of arms of Cardinal Della Rovere placed at the top of the old entrance gate. There was a church in the vicinity, known as S. Angelo de Cimbrone also owned by the Fusco’s in 1291. At the end of the nineteenth century, Ernest William Beckett, an illustrious English gentleman later known as Lord Grimthorpe, fell desperately in love with the villa while on the Grand Tour, searching for the roots of Western history and culture. In 1904, he purchased it from the Amici’s of Atrani who had inherited the villa in the second half of the nineteenth century.
Inspired by the deep affection he felt for the villa, he decided to make it come alive again by transforming it into a splendid jewel and the most gorgeous place in the world. He was assisted in the fulfilment of this dream by an inhabitant in Ravello, Nicola Mansi, whom he had met in England and to who he entrusted the completion of the renovation work. Nicola was a creative personality who was able to manifest the vision of his client. The resulting garden was praised in the nineteenth century by Gregorovius in his notes as ‘incomparable…where the most beautiful flowers you can imagine flourished, coming from numerous plants of the South… redesigned and enriched with countless…ornamental features, small temples, pavilions, bronze and stone statues’. Lord Grimthorpe availed himself of a French botanist for the choice of the trees and cultivation of flower beds. According to recent studies, it is believed that the English botanist Vita Sackville-West – a friend of one of Beckett’s daughters – may have participated in the planning of the garden. She was in turn a friend and admirer of the famous gardening expert Gertrude Jekyll, whose numerous books are kept in the Villa’s private library.
A few years ago, the Villa’s frescoed halls and historical rooms became a renowned hotel, under the expert guidance of the Vuilleumier family,who had owned the property as a private house for many years previously. It is here that important personalities stay in search of exclusivity and blissful peace. Thanks to the unique atmosphere of the place, the refined service, and the direct management of its owners, visitors are made to feel like guests in a private house. The splendid gardens, and the rooms, with their ancient stone fireplaces provide an ideal setting for conventions, ceremonies and meetings as well as the perfect place for private respite and pampering.

fonte: www.villacimbrone.com
 
 
 
 
 
 
 

Foto scattata con IPhone
Il matrimonio di oggi si svolge nel cuore della Costiera amalfitana e precisamente nel piccolo borgo saraceno di Erchie.
Gli sposi, dopo la cerimonia nuziale che si è svolta alle 17.30 nella Chiesa di Santa Maria Assunta ad Erchie di Maiori, condurranno gli ospiti per il banchetto nuziale presso la location di Torre la Cerniola, una spettacolare torre saracena con quattro terrazze che degradano fino al mare da dove si possono godere panorami di una bellezza infinita, ideali per poter catturare scatti fotografici emozionanti ed indimenticabili.    Accarezzati dalla brezza marina durante il ricevimento che si svolgerà all'aperto potremmo godere di un po' di frescura in questa caldissima giornata d'estate in una cornice di gran stile ed eleganza e gusteremo le ottime specialità preparate da un catering di gran eccellenza quale è  Don Salvatore
 

difiorefotografi - Salerno: il libretto. Messa - matrimonio - Fiori

Di Admin (del 30/08/2008 @ 12:29:41 in fotografie, linkato 24478 volte)

 

 

 
 
 
 
 
 

 


Uno dei posti più belli del mondo dove celebrare le vostre nozze sono i luoghi della costiera Sorrentina e Amalfitana.
Voglio darvi dei piccoli consigli per la scelta della chiesa dove celebrare la cerimonia nuziale.
Amalfi è conosciuta in tutto il mondo per il fascino del suo Duomo dedicato a S. Andrea. Ma attenzione, tenete conto della tremarella nelle gambe quando dovrete salire la ripida scalinata di circa 60 gradini.
Se decidete di sposarvi a Sorrento vorrei consigliare il Duomo di Sorrento in stile romanico lineare e molto raffinato.
Dulcis in fundo il mio preferito:il matrimonio a Ravello. Qui per la cerimonia in Chiesa dovrete tener conto del numero dei vostri invitati. Se si tratta di un matrimonio corposo potrete scegliere il Duomo che accoglie circa 200 persone. Se invece preferite una cerimonia più intima di massimo 70 persone, la Chiesa di S. Maria a Gradillo è sicuramente il posto giusto per voi.
Se amate le emozioni suggestive molto bella è la Chiesa del Convento dei Frati Minori Conventuali di San Francesco.
Attenzione futuri sposi, i matrimoni in costiera sono molto ambiti, per cui se il vostro sogno è celebrare il matrimonio in questi splendidi luoghi correte a prenotare la chiesa almeno un anno prima della data in cui avete intenzione di convolare a giuste nozze
 
 


CLICCA SULLA FOTO E SCOPRI LA SORPRESA...
E' sempre più frequente che gli sposi nella ricerca della chiesa per la funzione del loro matrimonio cerchino la possibilità della celebrazione del matrimonio all'aperto
La tradizione del matrimonio all'aperto viene dalle usanze anglosassoni, dove prati, fiori e damigelle la fanno da padrone.
Spesso si incontrano difficoltà per rintracciare una chiesa che celebri il matrimonio con rito cattolico all'aperto.
Una brava wedding planner  saprà indirizzarvi nel modo migliore per trovare una chiesa che abbia la possibilità di celebrare il matrimonio all'aperto.
Un'ottima scelta è la Basilica di Sant'Angelo in Formis a Capua dove potrà essere creato all'esterno un allestimento per la celebrazione del rito religioso.
Nelle vicinanze della Chiesa c'è la possibilità di organizzare il ricevimento presso Tenuta San Domenico una antica villa del '700 che farà del vostro matrimonio un momento unico e ricco di magia.
 
 


A più di un matrimonio abbiamo trovato persone con questo tipo di cane. A quanto pare sta diventando una vera e propria moda.
 Sono i chiwawa, carinissimi e vestiti di tutto punto, come ben si conviene ad un ricevimento importante quale quello delle nozze.
 

difiorefotografi - Napoli, Camaldoli: il parnaso. matrimonio Adriano e Nadia.

Di Admin (del 26/10/2007 @ 12:07:18 in fotografie, linkato 2818 volte)
 
 


Un  interessantissimo e simpatico articolo pubblicato da Repubblica.it ci svela nuove mode e tendenze per quanto riguarda il matrimonio. Un netto aumento dei riti civili e, soprattutto, la passione per i matrimoni all'americana, celebrati in secondo momento (rito figurativo) in modi originali e fiabeschi, talvolta finanche goliardici. Vediamo così matrimoni all'aperto, matrimoni officiati da un amico, "nozze-spettacolo", nozze celebrate da attori ingaggiati per l'occasione, gazebi che sorgono in residenze d'epoca, matrimoni in riva al mare o in luoghi cari agli sposi. L'articolo spiega anche come ottenere i vari permessi ed evidenzia le problematiche e i vantaggi di questo modo particolare di celebrare il marriage.
Ma se è vero che, come dice anche la wedding planner agency Nozze e Dintorni, la richiesta di nozze "ripetute" con rito figurativo è una tendenza in crescita (sebbene non la si possa ancora definire moda), noi ci chiediamo: come viene visto questo tipo di trend in una città come Napoli, profondamente ancorata alle tradizioni e che ha fatto del "matrimonio a Napoli" uno dei suoi tratti distintivi? Come sapete, noi siamo tanto legati alle tradizioni quanto incuriositi e favorevoli a novità e idee fuori dal comune. Vi proponiamo di seguito l'articolo succitato, scritto da Benedetta Perilli, e ci piacerebbe conoscere le vostre opinioni in merito!

"Aumenta il fenomeno delle cerimonie all'americana nelle unioni civili. Dopo il sì al Municipio, le coppie inscenano un nuovo rito, stavolta "recitato", per uscire dalle sale comunali e sposarsi nei luoghi e con i tempi che preferiscono. E a celebrare le finte nozze spesso arrivano "attori sindaci".
 
Quando il matrimonio all'italiana va in crisi Scoppia la moda del si "ripetuto".

Potrebbe essere tutta colpa di Ridge e Brooke. Tra squilli di trombe, cavalli e damigelle, la coppia più sposata della storia della tv - nella soap opera Beautiful si sono uniti in nozze ben sette volte - pronunciò il primo sì nel lontano 1994 sulla spiaggia di Malibu. Da allora un'onda lunga chiamata "matrimonio all'americana" si è allargata fino a diventare oggi una macchia nell'oceano di tendenze del mercato matrimoniale civile.
Conosciuta anche come "rito figurativo", quella del matrimonio all'aperto - gettonatissima la spiaggia ma volano alto anche castelli, giardini, abitazioni private ed ex fabbriche - è una soluzione che piace sempre di più agli italiani.
Si tratta di una messa in scena, un matrimonio ripetuto senza alcun valore legale che segue quello civile celebrato in comune ore o giorni prima, spesso alla presenza dei...(leggi l'articolo completo)
 
 
 

di fiore fotografi - Napoli: Bimba con la bambola. matrimonio - Wedding

Di Admin (del 13/11/2007 @ 11:53:41 in fotografie, linkato 1217 volte)
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 



CLICCA SULLA FOTO
 
 

 

di fiore fotografi matrimonio ravello portici ravello grande band - Marco Cantarella

Di Admin (del 20/05/2007 @ 11:44:35 in video, linkato 3037 volte)
 
Weddings Luxury, il magazine dedicato al matrimonio pubblicato da Edizioni CALL

presenta

la prima edizione del



Descrizione del corso


Organizzare un matrimonio o un party tematico, curare ogni dettaglio di un evento, supervisionare tutti gli aspetti di un appuntamento d’autore: questi gli obiettivi della prima edizione del CORSO per WEDDING PLANNER & EVENT MANAGER / COORDINATOR promosso dalla testata WEDDINGS LUXURY (Edizioni CALL) e diretto dalla wedding planner & event coordinator Cira Lombardo (www.ciralombardo.it).

L’esperienza di una delle più apprezzate professioniste del settore permetterà di scoprire numerosi scenari lavorativi e interagire con le differenti personalità dei clienti: non soltanto lezioni frontali in aula, ma anche un monte-ore dedicato a consigli pratici ed esperienze vissute sul campo.

La prima edizione del CORSO per WEDDING PLANNER & EVENT MANAGER / COORDINATOR di WEDDINGS LUXURY offrirà un’ampia preparazione per scoprire alcune aspetti-chiave legati alla professione di wedding planner o di event coordinator per approfondire la conoscenza dell’attività stessa.

Il corso è rivolto a persone desiderose di dare inizio ad una carriera professionale nello specifico settore dell’organizzazione dei matrimoni, del turismo ricettivo legato al wedding o nella gestione di party tematici o eventi d’autore.

Struttura del corso

Il corso ha una durata di complessivi 5 (cinque) giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 18.00 per un monte-ore complessivo di 32 ore e 30 minuti.

Il corso è così articolato:

* lezioni frontali _ monte-ore: 19 ore e 30 minuti complessivi;

* preparazione/evento _ monte-ore: 10 ore complessive;

* gestione evento conclusivo _ monte-ore: 3 ore complessive;

Il corso è rivolto ad un massimo di 15 persone, suddivise in aula in tre gruppi da cinque persone ciascuno.

Ogni partecipante riceverà una cartella di presentazione contenente:

* programma dettagliato del corso;
* credits e profili biografici dei docenti;
* una copia dei primi due numeri della testata WEDDINGS LUXURY (Edizioni CALL);
* dispense per alcuni dei moduli/corso;
* block-notes personalizzato;
* penna per appunti personalizzata;

Durante il corso sarà possibile incontrare professionisti dei diversi settori interessati dall’attività professionale del wedding planning e dell’event management:

* chef;
* flower designer;
* esperto in bon ton e galateo;
* esperto in diritto (aspetti-chiave dello status legale di wedding planner / event coordinator);
* sacerdote (per l’organizzazione di matrimoni con rito religioso);
* cake designer;
* fotografi;
* stilista;
* agenzia di viaggio;
* psicologa;
* commercialista;
* parrucchiere / hair stylist;
* gioielliere / maestro orafo;
* grafico;
* trainer (ballo | forma fisica);
* tipografo;
* addetto / animazione;
* ufficio stampa;
* allestitore;
* interior designer;

Il corso si terrà presso le sale della prestigiosa Tenuta San Domenico – Antica Dimora Capua Relais [Via Casa Cerere / fraz. Sant’Angelo in Formis – Capua (Caserta)]: l’edificio principale costituisce l’antica dimora di famiglie nobili di epoca borbonica, oggi interamente trasformata in un accogliente relais. Le sale della struttura ospitano matrimoni, ricevimenti, convegni, meeting, riunioni di lavoro ed eventi speciali e faranno da cornice alle lezioni frontali e agli step pratici del corso.

Durante il corso, gli allievi saranno coinvolti direttamente nell’organizzazione di due party/evento conclusivi (il 29 ottobre 2010 e il 12 novembre 2010) – sotto la supervisione di Cira Lombardo – che si terranno all’interno delle sale della Tenuta San Domenico.

Dati tecnici del corso

I due cicli della prima edizione del corso si terranno nei seguenti periodi:

* I edizione / primo ciclo _ 25 / 29 ottobre 2010
* I edizione / secondo ciclo _ 08 / 12 novembre 2010

Il costo del corso (da richiedere via e-mail all’indirizzo cira@ciralombardo.it) include i cinque pranzi quotidiani, realizzati dagli chef di Tenuta San Domenico – Antica Dimora Capua Relais.

L’iscrizione al corso dovrà essere effettuata compilando il form scaricabile dal sito-web www.ciralombardoweddings.it (da inviare, debitamente compilato, via mail all’indirizzo cira@ciralombardo.it o via fax al numero 081.8259824 e mediante contestuale bonifico bancario sul conto

Intestario C/C: EDIZIONI CALL s.n.c. di Liberti Antonio e Lombardo Cira

Codice IBAN: IT09 B010 1075 6801 0000 0002 371


il 50% del costo dovrà essere versato entro il giorno 25 settembre 2010 (per il corso dal 25 al 29 ottobre 2010) o entro il giorno 15 ottobre 2010 (per il corso dal 08 al 12 novembre).

Il restante 50% del costo dovrà essere versato entro una settimana prima dell’inizio del corso.


Al termine del corso – che gode del Patrocinio Morale del Comune di Capua (CE) – verrà rilasciato un attestato di partecipazione da WEDDINGS LUXURY (Edizioni CALL) sottoscritto da Cira Lombardo, direttrice e coordinatrice del corso.

Il corso non dà diritto a CFU (Crediti Formativi Universitari) ma può essere inserito all’interno delle attività di stage/formazione del proprio curriculum vitae e formativo.

È consentito un massimo di n. 10 (dieci) ore di assenza complessive; in caso di superamento di tale limite, non verrà rilasciato alcun attestato di partecipazione.
 
 

 
 
 
 

 

difiorefotografi - Caserta: Villa Samuel, Giuseppe e Paola. Wedding.

Di Admin (del 28/07/2007 @ 11:34:11 in fotografie, linkato 6793 volte)
 
 

CLICCA SULLA FOTO
A Sant'Agata dei due golfi  sorge una chiesa molto bella dedicata a Santa Maria delle Grazie uno splendido luogo dove celebrare il matrimonio.
Si narra che la chiesa fu fatta costruire da un abitante di Massa Lubrense, per voto alla Vergine delle grazie, nel luogo in cui fu ritrovata sana e salva su figlia che era stata rapita da un lupo.
L'altar maggiore della chiesa di Sant'Agata dei due golfi ha una storia particolare.
Tutto ha inizio nel 1844 quando il parroco della chiesa Don Giovanni Battista Casola si mise a cercare un altare per la sua chiesa. Dopo qualche mese fu contattato dai Padri Filippini di Napoli che lo avvisarono di avere un altare abbandonato e che avrebbero potuto venderglielo. Quando andò a visionarlo Don Giovanni rimase molto deluso, dato che l'altare era sporchissimo e pieno di incrostazioni, ma decise di concludere l'affare ugualmente e portò l'altare nella sua parrocchia dove iniziò un lungo lavoro di pulizia e restaurazione.
Al termine dei lavori, con grande meraviglia ne uscì una meravigliosa opera dell'’Arte Fiorentina del XVI secolo. Non appena la notizia giunse ai Padri Filippini, questi citarono in giudizio Don Giovanni Casola chiedendo la restituzione dell'altare o il pagamento di una ingente somma.
Ma il contratto di compravendita che era stato stipulato era perfettamente valido, pertanto l'altare rimase nella chiesa di Sant'Agata
E dopo queste narrazioni molto suggestive legate al luogo dove celebrare la cerimonia nuziale, anche la scelta della location dovrà essere un luogo emozionante e di grande portata.
Un luogo incantato dove vivere un matrimonio da favola, è Villa Angelina a Massa Lubrense. Location ideale per ricevimenti sia all'aperto che al chiuso, ha la possibilità di ospitare un gran numero di persone e lascerà nel cuore degli sposi e degli ospiti un ricordo indimenticabile.
In alternativa, un'altra location di grande prestigio è Villa Murat, una residenza storica ottocentesca molto suggestiva che ultimamente è stata anche set cinematografico del film "Ex 2-Amici come prima".
Con i suoi ambienti raffinati, con i meravigliosi giardini e con i suoi panorami mozzafiato sarà il luogo ideale dove intrattenere i vostri ospiti per il ricevimento nuziale.
 
 
 
 

Difiorefotografi - Italy, Naples, Sorrento: matrimonio nel chiostro. Wedding

Di Admin (del 27/06/2007 @ 11:24:25 in video, linkato 1381 volte)
 
 
 
 

 
 
 

Fotografi matrimonio Ravello, musicisti in attesa nel duomo. wedding

Di Admin (del 28/03/2012 @ 10:55:06 in fotografie, linkato 1425 volte)
 
 
 
 

difiorefotografi - Salerno, Cava dei Tirreni: matrimonio al comune. Fotografo

Di Admin (del 21/04/2009 @ 10:51:05 in fotografie, linkato 2840 volte)
 
 


CLICCA SULLA FOTO

L’incantevole Costiera Amalfitana si presta ancora una volta a fare da scenario per una giornata speciale. Uno dei luoghi simbolo della Campania, fermato oggi in tutto il suo splendore, in occasione delle nozze di Maria e Luca, dalla mano esperta dei Di Fiore Fotografi, diventati ormai un punto di riferimento per la fotografia cerimoniale a Napoli e in Campania.
Venti anni di attività costellati da successi e collaborazioni importanti, due studi (uno a Portici e l’altro a Piazza Dei Martiri, Napoli) ben avviati e soprattutto una grande passione per il matrimonio e l’arte della fotografia rendono i due fratelli Di Fiore la scelta ideale per chi cerca, in occasione di eventi speciali, un servizio fotografico fresco, ricco di emozioni con foto e video dal taglio indimenticabile.

E che dire della location che ospiterà l’evento e degli allestimenti?
La meravigliosa Villa Cimbrone a Ravello (SA), sarà teatro del sogno d’amore dei due giovani sposi, tramutato in realtà grazie alla Wedding Planner Cira Lombardo, una vera e propria leader per l’organizzazione, il coordinamento e la cura di ogni minimo dettaglio per la realizzazione de “l’evento perfetto”. Tra romantiche note altisonanti, un tripudio di fiori, giochi di giullari e scintillio di cristalli, la Wedding Creator Campana, donna-rivelazione degli ultimi anni, creerà le scenografie e le coreografie di questo meraviglioso wedding day con l’estro che da sempre la caratterizza.

La sposa,Maria, sarà fasciata dall'eteree stoffe e dai sapienti tagli dell'atelier Elena Colonna, maison Napoletana che da oltre cinquant’anni, nello storico Palazzo Leonetti di Via Dei Mille, veste con gusto e innata eleganza le giovani donne per il loro gran giorno. La grande abilità artigianale e sartoriale, la professionalità nel saper consigliare a ciascuna sposa l’abito adatto e la flessibilità con cui l’atelier è in grado di restare “al passo con i tempi”, lo hanno reso la scelta ideale per questo special event. Ogni abito della casa di moda Colonna, infatti, risulta unico e in grado di valorizzare al massimo la fortunata che lo indossa, ideale dunque per una sposa che voglia essere principessa per un giorno, protagonista di una favola d’amore.

Dopo un’elegante cena che si concluderà con una tavola imbandita di dolci leccornie, gli sposi taglieranno una meravigliosa torta realizzata dalla Cake Designer Letizia Grella, maestra nel decorare, disegnare, creare e inventare dolci novità. Il Cake Design, nuova avanguardia del settore pasticceria, viene splendidamente declinato nelle creazioni di Letizia, autrice anche di un libro sull’argomento, che per questa occasione ha superato se stessa, realizzando un gateau de marriage esclusivo e di rara raffinatezza, in tema con l’intero ricevimento.

Luca e Maria, poi, scapperanno con gli amici più cari a concludere la serata al Music on the Rocks a Positano, uno dei disco club più esclusivi d’Italia.
Questo matrimonio memorabile è stato anche protagonista di uno speciale del TG1 il 29 luglio 2011, con un servizio dedicato a Cira Lombardo.
 
 
 

Matrimoni in diretta. Yacht Club di Marina di Stabia. Luxury Wedding

Di armonia (del 21/06/2012 @ 10:47:07 in matrimoni in diretta, linkato 5371 volte)

Foto scattata con IPhone
Il matrimonio di oggi si sta svolgendo in una location esclusiva lo Yacht Club di Marina di Stabia.
Si tratta di una avveniristica costruzione in cristallo e acciaio con una terrazza a picco sul mare che regala scenari mozzafiato.
Dopo la cena, ci sarà la festa in piscina con balli e musica e sicuramente si faranno le 4 di mattina.
Il matrimonio è stato curato nei mini dettagli dalla top planner del wedding Cira Lombardo Wedding Coordinator che con i suoi effetti speciali ha reso unico questo matrimonio molto chic.
 
 


CLICCA SULLA FOTO E GUARDA IL matrimonio IN DIRETTA SU
TV.REPUBBLICA.IT
 
 
 
 
 


fonte e testo: espresso.repubblica.it

"Vorrebbe feste di matrimonio con banchetti più sobri, per risparmiare cibo e donarlo agli indigenti.

Un ministro indiano spera quindi di riuscire nell'obiettivo e ha quindi in mente un progetto di legge per mettere a dieta i ricchi e ridondanti banchetti nuziali. Dell'originale proposta si sono occupati diversi quotidiani e siti internet.

Di fronte alla cronica penuria di razioni alimentari per le fasce più deboli, K.V. Thomas, titolare del dicastero dell'Alimentazione, intende presentare una legge ad hoc.

Il ministro sostiene infatti che il 15% dell'intera produzione di cereali e verdure in India «va sprecata durante queste stravaganti cerimonie».
Non ci sono statistiche ufficiali per verificare la veridicità di questa enorme massa di avanzi. E' però vero che, di pari passo con il boom economico, è anche aumentato lo sfarzo e il lusso esibito alle cerimonie di matrimonio che, secondo la tradizione indiana, durano diversi giorni e coinvolgono migliaia di invitati.

E' abitudine inoltre servire prelibatezze gastronomiche di diverse regioni indiane e anche internazionali. «C'è un enorme spreco di cibo ai matrimoni e nelle (leggi l'articolo completo)
 

difiorefotografi - Avellino, Mercogliano: Annarita, la sposa. matrimonio - Fotografo

Di Admin (del 30/06/2009 @ 10:30:57 in fotografie, linkato 3199 volte)

 

Difiorefotografi: wedding, sorrento matrimonio nel chiostro.

Di Admin (del 28/06/2007 @ 10:29:58 in video, linkato 1461 volte)
 
 
 
 
 
 

matrimonio d'autore. Il "si lo voglio" di Celiento Bomboniere

Di armonia (del 15/12/2012 @ 10:27:37 in matrimoni in diretta, linkato 2498 volte)

FOTO SCATTATA CON IPHONE

Sono le 10,30 del 15 dicembre 2012 e Natalia e Giuseppe stanno per scambiarsi le promesse nel Santuario di Caivano SS. Maria di Campiglione. in una cerimonia officiata da Padre Maurizio Patriciello.

Natalia è una sposa d'autore per quanto riguarda il mondo del wedding poichè è figlia della famiglia titolare di Celiento Bomboniere la storica azienda che da oltre 60 a Caivano anni opera nel settore della bomboniera "made in Campania".

Celiento bomboniere è esclusivista delle migliori firme del settore bomboniere di grandi marchi come, Lemir Creazioni d'ArteHervit porcellane,  e Royal Albert che sono le bomboniere più richieste dalle spose 2013 e che vengono completate con i confetti Prisco famosi per il loro maxtris, cioè confetti trigusto al sapore di ricotta e pere, delizia al limone, mela verde, capresa, cassata siciliana, caffè espresso napoletano e tansissimi altri...

Ma non finisce qui, Celiento Bomboniere segue gli sposi anche per la lista di nozze con un assortimento di oggettistica esclusiva e complementi d'arredo di grandi firme come Etro Home, Gattinoni  e Blumarine Home per completare nel modo migliore la fornitura del vostro nido d'amore.

Gli sposi festeggieranno il giorno più bello della loro vita presso il Grand hotel Excelsior Vittoria di Sorrento dove con uno splendido ricevimento nuziale intratterranno parenti ed amici all'insegna dell'allegria e del buon gusto per coronare il loro sogno d'amore con un matrimonio di gran classe.

 
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 
 
 
 
 

matrimonio a Napoli. Usi e costumi. Il ballo degli sposi.

Di Admin (del 11/05/2012 @ 10:12:17 in fotografie, linkato 1685 volte)


Chi dice che il primo ballo degli sposi debba per forza essere un romantico "lento"? 
Certo le canzoni d'amore più belle sono di solito accompagnate da dolci melodie che richiedono un abbraccio, passi leggeri, da danzare occhi negli occhi. Tralasciando il galateo del matrimonio, che prevede rigide regole di comportamento anche per quanto riguarda le danze alle nozze, ci sono anche sposi che per il primo ballo preferiscono un passionale e coreografico "tango" al matrimonio, prendendo lezioni di ballo apposta per prepararsi al gran giorno!
Gli sposi immortalati in questa foto, invece, hanno scelto di celebrare il momento del primo ballo con allegria, gioia e spensieratezza. In fondo il matrimonio è una festa e quale modo migliore di iniziare la vita insieme se non divertendosi e scatenandosi nel ballo?
 
 
 

 




fonte: articolo di repubblica.it

C'è chi non si accontenta e c'è chi vuole sempre stupire, anche nel giorno delle nozze, con idee "particolari", pensate speciali.

Eccone una! Non si tratta di cartelloni pubblicitari o di allestimenti speciali, bensì di un...carro armato! Ebbene si. Un carro armato vero, ovviamente tutto bianco e addobbato con fiori e nastri, invece della solita auto per gli sposi, sia essa una limousine, bmw, mercedes e così via.

L'idea è di un autonoleggio inglese che spedisce il mezzo in tutto il mondo su richiesta degli sposi.
 
Sicuramente fuori dal comune! Su repubblica.it troviamo alcune foto di "matrimoni in carro armato"!
 
 


clicca sulla foto
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 

Napoli Sposi, la rivista nata sul Web! -

Di liliana (del 14/10/2008 @ 10:04:44 in attualità, linkato 1250 volte)

La parola d’ordine del giovane magazine dedicato alla sposa e allo sposo che impazza sulla rete è una sola: web 2.0

Nella giungla dei mille portali per il matrimonio si sta facendo strada una nuova realtà che a dispetto del suo nome trova grandi apprezzamenti in tutta Italia. Si chiama Napoli Sposi, ma parla di matrimonio a 360 gradi e si impone immediatamente sui suoi concorrenti grazie alla grande quantità e qualità dei suoi contenuti. Con una redazione molto laboriosa, il magazine on-line Napoli Sposi riesce a sfornare decine di articoli al mese di grande qualità ed interesse per che sta convogliando a nozze.

Nessuna ricetta segreta per passare da 0 a 20.000 visitatori al mese in meno di 5 mesi (e con la pausa estiva di mezzo!), l’unica vera formula del successo è tanto lavoro e tanta passione. Ed è grazie a questa passione che la redazione di Napoli Sposi è riuscita a intrecciare rapporti importanti con le principali realtà del wedding a livello nazionale e riesce a fornire un servizio di informazione ai suoi lettori di grande qualità e concretezza.

Oggi è possibile trovare sul magazine virtuale notizie sui principali fotografi di matrimonio, sul mondo nuovo dei wedding planner, sugli atelier di abiti sposa e tutto quello che può servire ad organizzare in maniera impeccabile il giorno delle proprie nozze. Gli sposi vengono così accompagnati durante i preparativi, coccolati con i rassicuranti redazionali che hanno come unico scopo quello di rispondere alle domande più frequenti.

Ma attenzione, Napoli Sposi è solo all’inizio! Grazie infatti alle nuove collaborazioni e ai fortunati incontri che si stanno sommando in questa prima fase, il magazine amato dagli sposi si ripromette di passare velocemente alla quota ambita dei 100.000 lettori. E l’ascesa è già cominciata.

 
 
 

 
 
 
 

 

 

difiorefotografi - Napoli, Posillipo: matrimonio a Villa Fattorusso. Wedding.

Di Admin (del 07/11/2007 @ 09:53:15 in fotografie, linkato 2870 volte)
 

difiorefotografi - Napoli, S. Agnello. matrimonio a Villa Fondi, lo sposo. Wedding.

Di Admin (del 14/12/2007 @ 09:52:43 in fotografie, linkato 1123 volte)
 

Matrimoni in spiaggia. Location esclusiva sul mare. Nabilah. Bacoli

Di armonia (del 21/07/2012 @ 09:52:09 in Chiese e Location, linkato 3169 volte)

Foto scattata con Iphone
In questa calda estate partenopea sono di gran moda i matrimoni sulla spiaggia.
Immaginate un baldacchino allestito magnificamente dalle sapienti mani di un flower design con sete svolazzanti ed abbinamenti di fiori e colori in perfetta sintonia con l'ambiente dove celebrare un rito simbolico accompagnati dalla brezza marina e dal suono delle onde del mare.
Un matrimonio da sogno realizzabile al Nabilah Club, un'esclusiva location molto glamour e moderna che vi offrirà ambienti raffinati ed arredamenti eleganti.
Divani bianchi sapientemente disposti sulla spiaggia, ombrelloni bianchi dal design moderno intorno alla piscina, tutto è arredato in total white in un ambiente molto chich ed informale.
Grande cura è stata dedicata alle aree verdi in erba naturale dove completano la scenografia dei magnifici alberi di tamarix che hanno la caratteristica di nutrirsi di acqua di mare.
E la sera dopo il ricevimento la location si riempie di luci suggestive e potrete scatenarvi in balli sfrenati con gli amici nella discoteca allestita sulla terrazza con vista mozzafiato sul mare.
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 

 

matrimonio a sorrento, napoli. il bouquet della sposa, con rose bianche e swarovski

Di liliana (del 09/04/2011 @ 09:48:51 in fotografie, linkato 3447 volte)
 
 
 
 

di fiore fotografi matrimonio wedding portici ravello lello pugliese

Di Admin (del 21/05/2007 @ 09:41:17 in video, linkato 1411 volte)
 
 
 


clicca sulla foto

La parola confetto deriva da “confectum”, participio passato di conficere, ossia preparato, confezionato. Nel Medioevo ci si riferiva con questo termine alle confetture o alla frutta secca ricoperta di miele, non al confetto così come lo conosciamo oggi.

Ma allora quando nasce il confetto?

Questa è una domanda a cui non è facile rispondere, è davvero difficile collocare in un’epoca ben precisa la nascita di questo dolciume. Sembra che il primo confetto fosse indirizzato a fini terapeutici (il preparato medicinale era ricoperto da un guscio dolce, per renderlo più gradevole ), e pare che sia stato inventato da un arabo di nome Al Razi. Al di là, però di questa piccola curiosità secondo alcuni storici la nascita del confetto risale al 1200 periodo in cui mandorle anici ecc venivano ricoperte da uno strato di miele indurito, quindi questi prodotti rappresentano l’antenato del confetto così come lo conosciamo oggi. Questi dolcetti erano molto apprezzati dalle famiglie nobili che di solito li conservavano in dei preziosi cofanetti decorati che successivamente avrebbero dato vita alle bomboniere ( circa due secoli più tardi ). Di tali prodotti si ha notizia a Venezia a partire dal 1200 (come già evidenziato) dove arrivavano dai mercati dall’estremo oriente, era, infatti, in uso nell’impero bizantino gettare questi dolcetti dai balconi nobiliari sul popolo festante durante i festeggiamenti carnasciali.

Ma se andiamo ancora più indietro nel tempo secondo alcuni l’origine dei confetti è da far risalire addirittura al periodo romano, quando per festeggiare nascite e matrimoni si usava lanciare dei bon bon realizzati con anime di mandorle, miele e farina.

Fino adora però si è parlato di confetti fatti col miele non con lo zucchero e questo perché dobbiamo aspettare il tardo 400 quando lo zucchero venne esportato dalle Indie occidentali. Da quel momento in poi diventerà protagonista assoluto nel processo di dolcificazione, relegando il miele ad un ruolo marginale. Poeti e scrittori come Il Leopardi, Carducci, Verga, Pascoli,e D’annunzio hanno citato i confetti come dolci che arricchiscono pranzi importanti e cerimonie solenni, ed inoltre non dobbiamo dimenticare che ad ogni festività corrisponde un colore di confetto differente. La tradizione vuole che il confetto usato per il matrimonio sia bianco, ad indicare la purezza della sposa. Il rito del lancio dei confetti all’uscita del corteo dalla chiesa veniva chiamato “sciarra”, ossia rissa, riferito ai ragazzi che dopo il lancio accorrevano a raccogliere i dolci creando confusione. Nel battesimo i confetti invece saranno rosa per le bambine, ad indicare il colore del sangue e quindi la fertilità femminile, e azzurri per i maschietti ad indicare il colore del cielo e quindi la futura elevatezza morale. Alle nozze d’oro i confetti color oro , a quelle d’argento i confetti argentati, per la laurea rossi, per le promesse di matrimonio verdi e via di seguito.

Per quanto riguarda il matrimonio, non tutti sanno che per secondo una vecchia tradizione, ogni anniversario c’è un diverso colore di confetto. Ve lo proponiamo di seguito.

I colori dei confetti nella tradizione

1 Anno - Nozze di Cotone : Rosa

5 Anni - Nozze di Seta: Fuxia

10 Anni - Nozze di Stagno: Giallo

15 Anni - Nozze di Porcellana: Beige

20 Anni - Nozze di Cristallo: Luce

25 Anni - Nozze d' Argento: Argento

30 Anni - Nozze di Perle: Mare

40 Anni - Nozze di Smeraldo: Verde

45 Anni - Nozze di Rubino: Rosso

50 Anni - Nozze d'Oro: Oro

fonte: www.crispoconfetti.com

 
 

 
 
 
 
 


L’incantevole Costiera Amalfitana si presta ancora una volta a fare da scenario per una giornata speciale. Uno dei luoghi simbolo della Campania, fermato oggi in tutto il suo splendore, in occasione delle nozze di Maria e Luca, dalla mano esperta dei Di Fiore Fotografi, diventati ormai un punto di riferimento per la fotografia cerimoniale a Napoli e in Campania.
Venti anni di attività costellati da successi e collaborazioni importanti, due studi (uno a Portici e l’altro a Piazza Dei Martiri, Napoli) ben avviati e soprattutto una grande passione per il matrimonio e l’arte della fotografia rendono i due fratelli Di Fiore la scelta ideale per chi cerca, in occasione di eventi speciali, un servizio fotografico fresco, ricco di emozioni con foto e video dal taglio indimenticabile.

E che dire della location che ospiterà l’evento e degli allestimenti?
La meravigliosa Villa Cimbrone a Ravello (SA), sarà teatro del sogno d’amore dei due giovani sposi, tramutato in realtà grazie alla Wedding Planner Cira Lombardo, una vera e propria leader per l’organizzazione, il coordinamento e la cura di ogni minimo dettaglio per la realizzazione de “l’evento perfetto”. Tra romantiche note altisonanti, un tripudio di fiori, giochi di giullari e scintillio di cristalli, la Wedding Creator Campana, donna-rivelazione degli ultimi anni, creerà le scenografie e le coreografie di questo meraviglioso wedding day con l’estro che da sempre la caratterizza.

La sposa,Maria, sarà fasciata dall'eteree stoffe e dai sapienti tagli dell'atelier Elena Colonna, maison Napoletana che da oltre cinquant’anni, nello storico Palazzo Leonetti di Via Dei Mille, veste con gusto e innata eleganza le giovani donne per il loro gran giorno. La grande abilità artigianale e sartoriale, la professionalità nel saper consigliare a ciascuna sposa l’abito adatto e la flessibilità con cui l’atelier è in grado di restare “al passo con i tempi”, lo hanno reso la scelta ideale per questo special event. Ogni abito della casa di moda Colonna, infatti, risulta unico e in grado di valorizzare al massimo la fortunata che lo indossa, ideale dunque per una sposa che voglia essere principessa per un giorno, protagonista di una favola d’amore.

Dopo un’elegante cena che si concluderà con una tavola imbandita di dolci leccornie, gli sposi taglieranno una meravigliosa torta realizzata dalla Cake Designer Letizia Grella, maestra nel decorare, disegnare, creare e inventare dolci novità. Il Cake Design, nuova avanguardia del settore pasticceria, viene splendidamente declinato nelle creazioni di Letizia, autrice anche di un libro sull’argomento, che per questa occasione ha superato se stessa, realizzando un gateau de marriage esclusivo e di rara raffinatezza, in tema con l’intero ricevimento.

Luca e Maria, poi, scapperanno con gli amici più cari a concludere la serata al Music on the Rocks a Positano, uno dei disco club più esclusivi d’Italia.
Questo matrimonio memorabile sarà anche ripreso dalle telecamere di RAI UNO e trasmesso in uno speciale del TG1 il 15 luglio 2011
 


CLICCA SULLA FOTO
 


CLICCA SULLA FOTO
 
 
 
 


Sal De Riso e una delle sue splendide e squisite creazioni.
Il pasticciere della tradizione con i suoi fantastici dolci al matrimonio di Michele e Angela.
 
 
 
 
 

Musica per il matrimonio. La Cerimonia religiosa. L'organo in chiesa

Di armonia (del 25/09/2012 @ 09:00:51 in Consigli-Curiosità, linkato 1072 volte)

Foto scattata con Iphone

 La musica ci accompagna in ogni momento della vita. Ci svegliamo alla mattina con in mente quel motivetto ascoltato la sera prima, canticchiamo sotto la doccia, accendiamo la radio non appena saliamo in macchina.

Da bambini cantiamo quei ritornelli ripetitivi e senza senso, nella giovinezza non riusciamo a pensare una giornata che non sia trascorsa ad ascoltare musica e da adulti durante la nostra corsetta mattutina non possiamo rinuciare a cuffiette e Ipod.

Anche nel matrimonio la musica è un elemento fondamentale.

Una colonna sonora scelta con cura in base allo stile dell'evento, alla chiesa e al tipo di cerimonia, farà la differenza per rendere le vostre nozze indimenticabili e suggestive.

La musica suonata dall'organo durante la cerimonia nuziale è l'ideale per creare un atmosfera di classe e di grande impatto emotivo.

La scelta dei brani sarà fatta in base ai gusti degli sposi che verranno suonati in momenti particolari della cerimonia nuziale come ad esempio all'ingresso e all'uscita degli sposi, durante l'Offertorio e la Comunione, nel momento delle firme degli sposi ed in altri momenti della liturgia.

Vi consigliamo di scegliere la colonna sonora della vostra cerimonia nuziale ed i musicisti con un certo anticipo in modo che il matrimonio risulti perfetto in ogni dettaglio.

 
 

La scelta della location per il ricevimento del matrimonio deve essere fatta con molta attenzione poichè la maggior parte del wedding day verrà trascorsa in quel luogo.

Per cui nella decisione finale sarà necessario valutare differenti aspetti come lo stile del matrimonio, il tipo di cerimonia, il gusto degli sposi, il menù, gli spazi aperti e chiusi.

Se amate l'esclusività dello stile regale, ma non volete rinuciare alla modernità e all'ottima cucina vi consigliamo di visitare "Le Due Torri Event" a Presenzano in provincia di Caserta.

E' un ambiente dal design contemporaneo, ma che lascia senza fiato per la preziosità dei dettagli e la maestosità degli arredi con una predominanza del colore bianco che garantisce un magnifica luminosità agli ambienti.

Ampi spazi all'interno con una sala da 200 posti e all'esterno con un grande giardino dove poter allestire un matrimonio all'americana, un buffet all'aperto o una divertente confettata dove l'atmosfera sarà resa magica dai giochi d'acqua e di luce della bellissima fontana e dove sarà possibile realizzare un magnifico reportage fotografico.

Le Due Torri Event non trascurano alcun dettaglio e offrono agli sposi numerosi servizi, come musicisti per creare la colonna sonora del matrimonio, allestimenti floreali personalizzabili secondo lo stile delle nozze, baby parking con animatori per intrattenere il piccoli ospiti.

E per tutti gli sposi in regalo la suite nuziale per trascorrere la prima notte di nozze.

 
 


fonte e testo: repubblica.it

Segnaliamo, oggi, un simpatico articolo pubblicato da repubblica.it che mostra una ricerca scientifica, condotta su oltre un milione di europei, secondo la quale "sposarsi fa bene"! Il matrimonio, infatti, se solido e legale, aumenterebbe i benefici mentali-psicologici per la donna e quelli fisici/comportamentali per l'uomo!

Elena Dusi scrive: "ROMA - "Tutto sommato, vale la pena di fare lo sforzo". Il British Medical Journal prende in esame il matrimonio e i suoi effetti sulla salute. Soppesati pro e contro, i medici promuovono la stabilità della vita di coppia, che favorisce l'equilibrio emotivo nelle donne e obbliga gli uomini a darsi da fare per frenare il declino fisico.

"Le persone sposate - concludono David e John Gallacher (padre e figlio) dell'università di Cardiff - hanno un tasso di mortalità del 10-15 per cento più basso rispetto alla media".

Per le donne, la soddisfazione di una relazione stabile ha effetti soprattutto sulla psiche. Per gli uomini, la pressione delle mogli affinché mangino cibo sano e riducano gli stravizi funziona invece sul piano fisico. Lo studio, condotto su..." (leggi l'articolo completo)
 


CLICCA SULLA FOTO
 

 
 

matrimonio green. Le bomboniere ecocompatibili.

Di armonia (del 29/01/2013 @ 08:53:20 in Consigli-Curiosità, linkato 1475 volte)

Se il tema dell'ecologia vi sta particolarmente a cuore e vi sentite una coppia di sposi orientata verso la natura, vi vogliamo proporre la novità delle bomoboniere ecocompatibili.

Si tratta di oggetti realizzati con materiali bio compatibili e biodegradabili che hanno una linea moderna, raffinata ed elegante.

Piccole piante grasse o bonsai confezionati con una linea esclusiva ed unica personalizzate secondo le esigenze degli sposi per un cadeau de mariage diverso, utile, raffinato che sarà molto apprezzato dai vostri invitati a nozze.

 

DifioreFotografi. Estratto da una puntata di Invito a Nozze. matrimonio da favola.

Di armonia (del 13/09/2012 @ 08:53:02 in video, linkato 1808 volte)

Estratto di una puntata di Invito a Nozze su Wedding Tv. Intervento DiFiorefotografi. from di fiore fotografi on Vimeo.

Un matrimonio da favola. Un sogno che diventa realtà: essere principessa  nel giorno del matrimonio.

Splendida la scelta della location: il Castello Lancellotti di Lauro.

Inimitabile ed inconfondibile la regia dell'evento firmata dalla wedding planner Cira Lombardo

 


CLICCA SULLA FOTO

Gli Amici del Napoli Calcio riuniti per uno splendido evento! Guido Lembo con il giornalista Carlo Alvino. Sullo sfondo il grande Valter De Maggio.
 

La decisione di utilizzare il  cappello come accessorio per la sposa anzichè il velo è sicuramente una scelta molto glamur e denota una forte personalità della sposa ed una voglia di distinzione rivolta alle tendenze moda del momento.

Il cappello deve essere sempre scelto in abbinamento allo stile del vestito da sposa.

Leggero di chiffon a tese larghe ad accompagnare un abito da sposa romantico tutto pizzi e merletti.

Con veletta per una sposa che ama uno stile elegante e minimale che ricorda un pò le dive degli anni '20.

Una cuffia in pizzo impreziosita con ricami, strass o cristalli per un look un po' retrò e per un matrimonio dai toni vintage.

La sposa deve anche prestare attenzione ad alcune semplici regole di bon ton. Infatti il cappello non va portato durante la cerimonia in chiesa e potrà essere indossato durante il ricevimento, meglio se il matrimonio si svolge all'aperto.

Nella foto sposa con cappello presentanta durante la sfilata della collezione abiti da sposa 2013 d'alta moda di Anna Guerrini

 

matrimonio VIP a Napoli. Gli amici del Calcio Napoli e di Gigi Ermetto.

Di liliana (del 03/09/2011 @ 08:50:13 in fotografie, linkato 830 volte)


Raoul, lo speaker del San Paolo scherza col telefonino e si intervista insieme a Carlo Alvino e Guido Lembo.
 

matrimonio in dolcezza. La confettata quanto costa? Indicazioni e consigli

Di armonia (del 20/11/2012 @ 08:49:24 in Consigli-Curiosità, linkato 3014 volte)

La confettata è uno dei momenti più festosi del ricevimento nuziale.

Un tavolo completamente allestito con confetti dai mille colori che racchiudono altrettanti diversi sapori. Splendidi da vedere ed ottimi da gustare i confetti di Conti Confetteria o i nuovissimi gusti di Casolaro  che propone confetti alla Coca Cola, alla sfogliatella, alla ricotta e pera e allo champagne.

In abbinamento ai confetti possono anche essere associate caramelle variopinte, gustose e molto divertenti ed ecco che una confettata si trasforma in caramellata!

Ma quanto costa una confettata?

La risposta è abbastanza articolata, infatti le variabii sono molte: il numero degli invitati, la qualità dei confetti, i gusti dei confetti, gli allestimenti ed i contenitori per i confetti.

Per darvi un'idea cominciamo con il dire che 1kg di confetti corrisponde a circa a 220/250 confetti e che il costo varia dai 12,00 fino ai 28,00/30,00 euro al kg, in base alla marca, alla qualità della mandorla e al gusto.

Dovrete poi mettere in conto il costo dei contenitori dove esporre i confetti che potranno essere alzate o vasi in cristallo e i sacchettini o le scatoline da consegnare agli ospiti.

Il nostro consiglio è di affidarvi ai consigli di una esperta wedding planner che vi saprà indicare la scelta migliore per una confettata adatta allo stile del  vostro matrimonio.

 
 

 

Atmosfera d'altri tempi, panorami con vista mare, sale in stile medievale dove sentirsi principesse del castello e dove poter realizzare un matrimonio a tema, ampi spazi all'aperto con fontane che creano giochi di luce ed acqua.

Se questo è il teatro che sognate per il vostro matrimonio potete visitare il Castello Medievale di Castellammare di Stabia.

Qui potrete celebrare il rito civile e il rito simbolico del matrimonio.

Se invece desiderate celebrare il matrimonio con rito religioso vicino al Castello Medievale situata sul Monte San Cataldo c'è la piccola chiesetta del Santuario di Santa Maria della Libera che è molto suggestiva.

Se dovete contenere un gran numero di invitati potete dirottare verso la Basilica di Pozzano.

 

matrimonio a Ravello. Gli addobbi floreali. Le scalinate di Ravello

Di armonia (del 02/02/2013 @ 08:47:32 in Consigli-Curiosità, linkato 1595 volte)

Ravello è uno dei luoghi più belli ed ambiti al mondo dove sposarsi.

I magnifici percorsi delle antiche vie di Ravello dove poter ammirare il magico panorama della costiera, le splendide  Villa Cimbrone e Villa Rufolo con i loro magnifici giardini e gli aspetti storici ad esse legati regalano un'atmosfera da favola ideale per la realizzazione del matrimonio.

Le strade in salita potranno però causare qualche inconveniente per il trasporto degli addobbi floreali che dovranno essere portati sulle spalle degli abili allestitori.

Ma il risultato finale sarà quello di un matrimonio favoloso!

 



CLICCA SULLA FOTO

Fonte e Testo:  http://tv.repubblica.it

E' successo in Arizona. I due sposi sono uno davanti all'altro, in un giardino, e stanno per pronunciare il sì. Improvvisamente il vento si alza, si sentono dei tuoni, il velo della sposa svolazza, gli alberi si piegano e una tempesta di sabbia si abbatte sulla cerimonia.
L'officiante affretta la pratica e incitando gli sposi a sbrigarsi riesce a portare a termine le nozze prima che il vento porti via tutto
(a cura di Benedetta Perilli)

Clicca sulla foto, leggi l'articolo e guarda il video!!!
 
 
 

SCOPRI LA MAGIA E CLICCA SULLA FOTO
Il luogo più indicato al mondo dove celebrare il matrimonio è Ravello.
Questa piccola, ma raffinata cittadina della costiera nota in tutto il mondo sarà in grado di soddisfare tutte le vostre esigenze matrimoniali, siano esse di rito religioso, di rito civile o di matrimonio simbolico.
Per il rito cattolico Ravello offre diverse Chiese in grado di accontentare qualsiasi gusto ed esigenza.
Per il rito civile il matrimonio viene celebrato con una cerimonia semplice, ma molto suggestiva, nelle sale del Municipio situate in un palazzo del XII Sec. con annesso un bellissimo giardino dove poter fare qualche scatto fotografico. Oppure potrete addentrarvi nelle atmosfere incantate di Villa Rufolo per catturare panorami suggestivi.
I meravigliosi giardini di Villa Cimbrone offrono l'opportunità di organizzare matrimoni simbolici incorniciati dalle raffinate composizioni floreali di Malafronte e sapranno regalarvi le emozioni giuste per realizzare il vostro sogno d'amore in modo unico ed indimenticabile.
 

Location per matrimonio a 5 stelle. Villa Minieri. Set di Weddings Luxury

Di armonia (del 13/11/2012 @ 08:41:48 in Chiese e Location, linkato 1695 volte)

La tendenza della moda per i matrimoni del 2013 è orientata su due stili completamente diversi tra loro, anzi praticamente opposti!

Da un lato c'è il ritorno al matrimonio country chic con ricevimenti organizzati in grandi spazi aperti e dallo stile informale e dall'altro il matrimonio sontuoso che ricorda le cerimonie di principesse e regine dove prevalgono i canoni lussuosi e di grande effetto.

Per un ricevimento a 5 stelle dai toni regali e raffinati vi segnaliamo Villa Minieri a Nola, una location immersa nel verde, con giardini dotati di piscina, gazebo e tensostrutture per risolvere qualsiasi esigenza di ricevimento nuziale all'aperto e per la realizzazione di cerimonia all'americana.

All'interno ci sono due sale di diversa ampiezza entrambe elegantemente arredate.

Per concludere in bellezza il wedding day sarà possibile usufruire della discoteca situata all'inerno della location.

Villa Minieri è anche uno dei set del nuovo format "Weddings Luxury" prossimamente in onda su Wedding TV, canale 426 di sky e 880 del digitale terrestre nel quale Di Fiore fotografi affiancheranno la famosa wedding planner Cira Lombardo in una frizzante trasmissione che ci porterà a scoprire il mondo del wedding di classe.

 

Sposine del 2013, spose del 2014 questa è l'ultima tendenza per un matrimonio alla moda.

Location per matrimoni immerse nel verde incontaminato come ad esempio Casa d'Ascia a Cuma o Mama Casa in Campagna splendidi luoghi dove realizzare un matrimonio esclusivo a stretto contatto con la natura, bomboniere realizzate con prodotti della terra, abiti da sposa creati solo con tessuti naturali, menù dei banchetti nuziali preparati utilizzando prodotti biologici ecco gli ingredienti per un matrimonio ecologico.

Se siete dei futuri sposi che hanno a cuore la tutela dell'ambiente questo è il matrimonio che fa per voi.

 

 

Le spose che si apprestano a celebrare il rito delle nozze con una cerimonia civile, spesso si trovano davanti all'interrogativo se sia più opportuno l'abito da sposa tradizionale, lungo, con strascico e velo, o un abito nuziale più informale, magari corto o colorato.

Non ci sono regole ferree al riguardo anche se per una matrimonio civile sarebbe più opportuno dirottare le scelte verso un abito da sposa non troppo pomposo, ma che sia di ugualmente di grande effetto.

Si potranno scegliere abiti da sposa con gonne sotto al ginocchio o anche più corte sul davanti e più lunghe sul dietro a creare un effeto strascico, come quelli proposti dalla nuova collezione di abiti da sposa 2013 di Manuel Mota per Pronovias che propone abiti nuziali corti un po' trasgressivi e spose in pantalone.

Via libera anche agli abiti colorati in stile cocktail party come quelli proposti dallo stilista Oscar de la Renta nella sua collezione di abiti da sposa 2013.

Ma se proprio non volete rinunciare all'abito da sposa lungo e bianco allora meglio orientarsi su un vestito da sposa lineare creato su misura e personalizzato che potrete farvi confezionare artigianalmente in un Atelier d'Alta moda come l'Atelier di Elena Colonna a Napoli.

Ricordate che fondamentalmente l'abito da sposa più adatto è quello che fa sentire la sposa a proprio agio, bella e splendente nel giorno più bello della sua vita.

 

Tendenze moda. Il matrimonio country chic. Le nozze sul prato

Di armonia (del 29/09/2012 @ 08:39:31 in Consigli-Curiosità, linkato 1728 volte)


Quando una coppia di sposi si appresta all'organizzazione del matrimonio si pone questa domanda: quali saranno le nuove tendenze in fatto di matrimonio per l'anno nuovo?

Basta dare un'occhiata alle scelte fatte dai vip in tenma di organizzazione di matrimonio per rendersi conto che la tendenza per le nozze 2013 è il matrimonio in stile country chic.

Largo ai ricevimenti nei prati, alle cerimonie all'aperto contornate da fiori campestri o a piccole chiese romantiche inserite in un paesaggio bucolico e con panorami mozzafiato che abbiano la possibilità di organizzare all'esterno un piccolo rinfresco in un teatro di alberi e piante secolari.

L'abito da sposa sarà in stile romantico con un bouquet di fiori di campo nei colori sgargianti del giallo, dell'arancio, del verde e del bianco.

Anche gli allestimenti del ricevimento dovranno essere in linea con il tema della natura e della semplicità preferendo tovaglie in lino grezzo e centrotavola realizzati con fibre e colori naturali per creare un matrimonio dall'atmosfera intima ed allegra.

 

Le tendenze moda 2013 per le nozze sono rivolte ad un matrimonio in stile vintage.

Allestimenti nuziali che ricordano uno stile antico, ma sempre ricercati e raffinati.

Oggi vi vogliamo parlare di una novità di grande tendenza moda per la sposa 2013.

Si tratta del brooch crystal bouquet. Sono bouquet molto particolari realizzati non con fiori, ma con gioielli, pietre dure, cristalli, bottoni ed oggetti antichi in stile vintage.

Sono bouquet che dureranno per sempre e che dopo il matrimonio potranno essere conservati e utilizzati come elementi d'arredo per la vostra casa.

I brooch crystal bouquet sono di origine anglosassone, si possono acquistare sul web  da Debbie Carlisle o da Lillybuds con prezzi a partire da 320 euro.

Vogliamo darvi un ultimo consiglio...non utilizzateli per il lancio del bouquet!

 

REPORTAGE matrimonio CLICCA SULLA FOTO

The wedding party è l'irriverente e delirante commedia su un party matrimoniale molto "fuori dagli schemi" che sarà sugli schermi cinematrografici dal 18 ottobre.

Ma quali sono le caratteristiche che gli sposi vogliono per il luogo del ricevimento del matrimonio per il loro Wedding party? E' più importante il panorama e gli spazi aperti, o l'ampiezza della sala e lo stile degli arredamenti? Sarà preferibile un classico e tradizionale pranzo o un più informale banchetto nuziale con finger food al buffet?

Tutto dipende, naturalmente, dai gusti e dalle esigenze degli sposi e soprattutto dallo stile che volete dare al vostro matrimonio.

Gli sposi di Napoli e della Campania sono particolarmente fortunati, in quanto il territorio offre una vasta gamma di scelte. Dai classici ristoranti, alle ville d'epoca, ai castelli medievali ,fino alle location più moderne e di tendenza.

La caratteristica preferita dagli sposi per il luogo del ricevimento delle nozze è la possibilità di celebrare il rito del matrimonio nella stessa location dove si terrà il banchetto nuziale.

Perfetti allo scopo sono location come Villa Guarracino che offre ampi spazi per il organizzare il matrimonio all'americana e gode di panorami mozzafiato sul Golfo di Napoli o Tenuta San Domenico ambiente raffinato e di classe per un matrimonio molto chic.

Si possono anche trovare location con Chiesa all'interno o poco distante come ad esempio a TorreLa Cerniola dove nelle vicinanze c'è una chiesetta o Sant'Angelo in Palco che ha una chiesa interna.

Sposi del 2013 non avete che l'imbarazzo della scelta! 

 
 

Una coppia di giovani sposi sta per sposarsi. Sono entrambi ufficiali dell'esercito e non hanno ancora deciso se celebrare il loro matrimonio in divisa. La divisa rappresenta il simbolo del loro lavoro, la quotidianità,la fatica di tutti i giorni, ma è anche l'occasione che li ha fatti conoscere e quindi ha un significato molto forte della loro unione e dell'amore che li lega.

Quale consiglio dare a questi sposini? Il matrimonio in alta uniforme ha il suo fascino. Lo sposo in divisa acquista un portamento importante e di grande effetto.

La sposa per coronare il quadro romantico e solenne del matrimonio dovrà essere necessariamente in bianco con un abito da sposa elegante e raffinato.

Il momento del picchetto d'onore regala grandi emozioni agli sposi, protagonisti indiscussi del matrimonio e agli invitati che porteranno questa suggestiva immagine per molto tempo nella loro mente.

E poi per ritagliarsi un momento divertente, perchè non organizzare il taglio della torta con la sciabola?

 

Il matrimonio, si sa è il coronamento di un sogno, un giorno da favola da vivere attimo per attimo nella location perfetta con gli allestimenti ideali ed un banchetto regale per creare quell'atmosfera magica unica ed indimenticabile.

Per realizzare la favola incantata del matrimonio le location ideali da selezionare sono le ville storiche e i castelli medievali.

Villa di Livia risponde a tutti questi requisiti. E' una antica villa romana situata su una panoramica collina dei campi flegrei dalla quale si può godere una magnifica vista sul Golfo di Pozzuoli dove sono presenti mura greco romane per catapultare gli invitati in un tuffo nella storia di 2000 anni fa. La location ha la possibilità di organizzare il ricevimento nuziale sia nelle sale interne con un capienza di 150 invitati che nel giardino esterno dove possono essere accolte fino a 200 persone.

Se oltre all'atmosfera fatata volete respirare anche la sensazione di essere principesse per un giorno il Castello Lancellotti di Lauro fa il caso vostro. Si tratta di un vero castello medievale poco distante da Nola completamente ristrutturato un luogo per ricevimenti con un gran numero di invitati per la maestosità delle sue sale interne e per il magnifico giardino esterno.

In entrambe le location potrete usufruire di un servizio di banqueting d'eccellenza di "In Tavola" una azienda campana che offre servizio di catering e fine banqueting a livello internazionale per ogni tipo di grande evento.
In Tavola oltre a fornire allestimenti per ogni tipo di evento e una cucina raffinata presenta la novità dello show cooking dove uno chef prepara dal vivo davanti agli invitati i migliori piatti della cucina made in Italy ed internazionale svelando trucchi e curiosità nella preparazione di specialità prelibate come l'Asado Argentino, la padellata di mare, le graffe fritte al momento e mille altre specialità.
Una meravigliosa simpatica trovata per abbinare al gusto del cibo il piacere di uno spettacolo di cucina di alto livello.

 
 
 

Manca meno di un mese a Natale ed ormai, anche se le temperature non sono proprio invernali, per le strade già si respira aria natalizia.

Le vetrine dei negozi sono già allestite con gli addobbi ed i colori del Natale e l'illuminazione delle strade di molte città e paesi è già pronta per trasmettere il calore di questo periodo di feste che sta arrivando.

Una bella tradizione natalizia sono i "mercatini del Natale".

I mercatini di Natale oltre ad essere un'esposizione di cadeaux natalizi, addobbi particolari per l'albero, lavorazioni artigianali tipiche di un luogo, sono anche un motivo per riscoprire piazze, chiese, castelli e centri storici.

Dal 23 novembre all'8 dicembre nel magico scenario medievale del Castello di Limatola, recentemente ristrutturato, è allestita la III edizione di "Cadeaux al Castello" uno dei più famosi mercatini di Natale del Centro-sud Italia con un'esposizione di artigianato ed oggettistica natalizia suggestiva e molto caratteristica.

Il castello di Limatola è uno splendido castello medievale che ha conservato tutta la magia dei tempi dei re e delle regine dove è possibile organizzare un matrimonio dai toni regali.

Gli spazi del Castello di Limatola sono molto ampi all'esterno con un grande cortile dove è possibile organizzare un matrimonio con ricevimento all'aperto e anche all'interno con numerose sale di diverse dimensioni e che hanno mantenuto il fascino dei tempi passati.

Un luogo ideale per un matrimonio da sogno dove gli sposi si sentiranno principi e principesse di una favola creata solo per loro.

 
 

matrimonio civile nel belvedere di San Leucio. Caserta. Villa Cammuso

Di armonia (del 11/11/2019 @ 08:34:49 in Chiese e Location, linkato 722 volte)
matrimonio civile nel belvedere di San Leucio. Caserta Il belvedere di San Leucio sorge a pochi chilometri da Caserta. Antica terra borbonica fu trasformata da Ferdinando Iv in un centro di manifattura della seta che la rese una cittadella florida e grazie ad una serie di norme proprie diventò un luogo di pace e prosperità. Qui sorge il Palazzo del Belvedere un luogo storico e suggestivo dove gli sposi casertani e non possono scegliere di celebrare il rito civile del matrimonio. Attraverso una scalinata si giunge ai giardini del palazzo dove i futuri sposi e gli invitati potranno intrattenersi prima di raggiungere la sala nella quale viene celebrato il rito civile. E per continuare anche il ricevimento all'insegna delle atmosfere settecentesche la location più indicata è Villa Camusso situata in località Ponteleone di cui vi parleremo prossimamente.
 

matrimonio civile nel belvedere di San Leucio. Caserta. Villa Cammuso

Di armonia (del 04/09/2012 @ 08:34:49 in Chiese e Location, linkato 3021 volte)


CLICCA SULLA FOTO

Il belvedere di San Leucio sorge a pochi chilometri da Caserta.

Antica terra borbonica fu trasformata da Ferdinando Iv in un centro di manifattura della seta che la rese una cittadella florida e grazie ad una serie di norme proprie diventò un luogo di pace e prosperità.

Qui sorge il Palazzo del Belvedere di San Leucio un luogo storico e suggestivo dove gli sposi casertani e non possono scegliere di celebrare il rito civile del matrimonio (per informazioni visitate il sito del Comune di Caserta).

Attraverso una scalinata si giunge ai giardini del palazzo dove i futuri sposi e gli invitati potranno intrattenersi prima di raggiungere la sala settecentesca nella quale viene celebrato il rito civile.

E per continuare anche il ricevimento all'insegna delle atmosfere settecentesche la location più indicata è Villa Cammuso situata in località Ponteleone di cui vi parleremo prossimamente.

 

Indossare l'abito da sposa è la realizzazione di un sogno e come tale, affinchè quel momento sia perfetto come lo abbiamo sempre immaginato, è d'obbligo rivolgersi a professionisti del settore che sappiano coniugare tradizione sartoriale con la scelta di materiali pregiati.

L'Aterlier Anna Guarda crea da tre generazioni abiti da sposa su misura e personalizzati con l'abilità e la tecnica della tradizione sartoriale partenopea. I pizzi e i ricami realizzati a mano e i tessuti dipinti con la collaborazione degli artigiani di capodimonte unita alla ricerca di tessuti di alta qualità rigorosamente made in Italy sono il punto di forza dell'Atelier Anna Guarda che è sinonimo di moda sposa a 360°.

Infatti oltre alla collezione di abiti da sposa e di acconciature create a mano, riprendendo particolari del tessuto o dello stile dell'abito da sposa, l'Atelier propone una sua linea di scarpe da sposa per creare un unico filo conduttore armonizzato in ogni dettaglio per un matrimonio di gran classe.

 

Confettata al lume di candela. matrimonio da sogno, magico e romantico

Di armonia (del 24/01/2013 @ 08:34:05 in Consigli-Curiosità, linkato 3768 volte)

La confettata è sempre un momento divertente e festoso durante i festeggiamenti del matrimonio.

Possiamo definire la confettata come una festa dentro la festa.

La confettata viene allestita in svariati modi dall'estro e dalla fantasia delle wedding planner e deve essere sempre legata al lifemotiv del matrimonio.

Molto suggestiva questa confettata fotografata nel parco di Tenuta San Domenico.

Allestita con romantiche candele, lunghi candelabri bianchi dai quali scendono gocce di cristallo, fiori bianchi ed eleganti vasi in vetro lavorato dove erano contenuti i confetti, ha costruito un'atmosfera magica e romantica per un matrimonio da sogno.

 

CLICCA QUI

Scegliere Sorrento e la costiera Sorrentina come luogo dove celebrare ed organizzare il matrimonio fornisce al giorno delle nozze una cornice paesaggistica naturale di grande impatto regalando un valore aggiunto alla realizzazione perfetta del vostro matrimonio da sogno.

Una chiesa molto suggestiva di Sorrento è la Chiesa di Sant'Antonino, dedicata al santo protettore di Sorrento, nella quale sono conservate le spoglie del monaco benedettino Sant'Antonino Abate.

Per garantire esclusività e buon gusto al vostro ricevimento matrimoniale vi suggeriamo di visitare Villa Eliana a Massa Lubrense, una location moderna caratterizzata da una magnifica pavimentazione di ceramiche vietresi, situata sul'antico promontorio di Minerva dal quale si gode di una vista mozzafiato sul mare a 360°.

Lo staff vi seguirà passo passo per realizzare il vostro evento matrimoniale all'insegna dell'unicità e della personalizzazione proponendovi menù raffinati che spaziano dalla cucina tradizionale italiana e partenopea fino a proposte di nouvelle cousine internazionale.

Gli sposi potranno anche trascorrere la prima notte di nozze in una suite riservata potendo così godere al risveglio di una confortevole colazione a letto.

 

Realizzare un matrimonio perfetto. L'app per iPhone e iPad di Pronovias

Di armonia (del 12/01/2013 @ 08:33:08 in Consigli-Curiosità, linkato 1284 volte)

Tra le varie, nuove, divertenti e utili App per iPhone e iPad vi vogliamo segnalare l'App di Pronovias il famosissmo marchio di abiti da sposa che vi aiuta a destreggiarvi nell'organizzazione del matrimonio e nella scelta del vestito da sposa corrispondente ai vostri gusti.

Riuscirete a pianificare il giorno delle nozze guidati da una personal wedding planner attraverso una agenda dettagliata che tiene sotto controllo gli appuntamenti, le scadenze, gli acquisti ed il budget.

Potrete inoltre trovare la boutique Pronovias più vicina a voi e prenotare direttamente un appuntamento.

L'applicazione è scaricabile dal sito di Pronovias o da AppleStore ed progettata per iPhone, iPad e iPad Touch.

Sposine del 2013 non vi resta che scaricarla e divertirvi a creare il vostro look specialissimo per un matrimonio dal sapore tecnologico.

 


Il matrimonio è legato ad una moltitudine di tradizioni, superstizioni, credenze ed usanze.
Le più note sono a conoscenza di tutti.
La sposa il giorno delle nozze dovrà indossare:
- qualcosa di nuovo a simboleggiare il passaggio alla nuova unione e vita matrimoniale
- qualcosa di vecchio come metafora del passaggio dalla vecchia vita alla nuova
- qualcosa di prestato da una persona cara per darle un ruolo importante nell'evento del matrimonio
- qualcosa di regalato quale augurio di prosperità
- qualcosa di blu che simboleggia la purezza.
Lo sposo non dovrà vedere la sposa fino al momento dell'entrata in chiesa e la sposa non si potrà vedere vestita completa fino a quando non sarà vista dal futuro marito, spesso infatti le spose si specchiano senza una scarpa o un guanto.
Il lancio del riso dopo la cerimonia è un augurio di fortuna e ricchezza.
Alla fine del ricevimento la sposa lancerà il bouquet e la fortunata che lo prenderà al volo si sposerà entro l'anno.
Sposine, se volete conservare il bouquet ed evitare il lancio finale, vi proponiamo un'usanza abbastanza recente altrettanto simpatica e divertente.
Si tratta di far firmare la suola delle scarpe della sposa alle damigelle, amiche e parenti nubili.
Il nome della fanciulla che a fine giornata risulterà il più cancellato sarà colei che convolerà a giuste nozze entro l'anno.
Provare per credere!
 

Nei giorni scorsi Di Fiore Fotografi sono stati relatori durante una lezione del corso per Wedding Planner and Event Manager Coordinator diretto dalla famosa regista del wedding Cira Lombardo con la quale i Di Fiore collaborano spesso e soprattutto volentieri dato l'alto grado di professionalità di Cira Lombardo Wedding and Event Creator.

Nel loro intervento in aula, allestita appositamente per il corso presso Tenuta San Domenico, davanti ad pubblico di una ventina di aspiranti futuri wedding planner, i Di Fiore Fotografi hanno illustrato il ruolo fondamentale che ha la collaborazione tra wedding planner e fotografo nuziale per una riuscita ottimale e personalizzata del reportage fotografico di nozze.

La sostanziale differenza tra un matrimonio senza wedding planner ed un matrimonio coordinato dalla regia della wedding planner è che nel primo caso i fotografi devono auto-organizzarsi per capire quale sarà lo svolgimento del matrimonio, per catturare i momenti più caratterizzanti di quel particolare evento nuziale.

Quando un matrimonio è organizzato dalla wedding planner, innanzitutto il fotografo viene selezionato in base alla tipologia del matrimonio, della chiesa e della location e quindi selezionato in modo che risulti perfettamente adatto a quel determinato evento matrimoniale.

La wedding planner diventa una collaboratrice personale del fotografo di nozze creando un perfetto feeling, illustrandogli il programma dettagliato del matrimonio e facendogli cogliere gli aspetti più significativi degli addobbi, dell'abito della sposa, del bouquet e di tutti gli allestimenti affinchè il reportage fotografico risulti personalizzato e cucito su misura per gli sposi cogliendo i dettagli di un matrimonio di classe.

 
 



Se sognate il matrimonio all'aperto c'è una Chiesa a Salerno fatta su misura per voi.
Si tratta della Chiesa di San Felice in Felline , una costruzione di epoca longobarda dedicata al martire salernitano Felice.
La Chiesa è piccolina e molto intima e ha all'esterno un altare e delle panche in pietra immersi nel verde di un bellissimo giardino circondato da alberi dove poter celebrare il matrimonio .
Affidandovi all'esperienza di una wedding planner vi potrà guidare nella scelta degli addobbi floreali e potrete anche organizzare il ricevimento in loco con l'ausilio di un catering.
Un luogo unico e meraviglioso per un matrimonio originale e molto romantico.
 

Futuri sposine e sposine, se il vostro desiderio è realizzare il vostro evento matrimoniale al di fuori dalle tradizioni e lasciare un ricordo memorabile per voi e per i vostri ospiti vi segnaliamo un'idea simpatica ed originale.
Si tratta dell'organizzazione del matrimonio su una nave.
Ci sono svariate tipologie di imbarcazione da poter utilizzare, dal veliero, allo yacht alla grande nave, dipende dalle vostre esigenze e dal numero degli ospiti previsti.
A bordo si potrà celebrare il rito civile e realizzare un banchetto nuziale personalizzato e curato nei minimi dettagli da un catering di alta classe.
E come dei protagonisti di "Love Boat" navigherete per tutta la serata cogliendo panorami splendidi e continuamente diversi come il Golfo di Napoli, il Vesuvio, Ischia, Capri e Procida tutti da raccogliere in un indimenticabile servizio fotografico.
 

Villa Balke. Location a Torre del Greco con vista del Golfo di Napoli

Di armonia (del 28/07/2012 @ 08:30:53 in Chiese e Location, linkato 2446 volte)

CLICCA SULLA FOTO PER REPORTAGE
Villa Balke è una raffinata location per matrimoni ed eventi esclusivi a Torre del Greco.
Situata in una posizione a picco sul mare gode di una suggestiva terrazza con panorama del Golfo di Napoli, inoltre i suoi curatissimi giardini di vegetazione mediterranea e la piscina esterna saranno il luogo ideale per accogliere gli invitati con un aperitivo o un buffet in attesa dell'arrivo degli sposi, o per allestire il taglio della torta nuziale.
All'interno del parco è possibile organizzare la celebrazione del rito civile e simbolico del matrimonio con allestimenti curati nei minimi particolari e personalizzati sulle esigenze degli sposi.
L'ampia ed elegante sala interna garantisce allestimenti per tutte le stagioni con una capacità ricettiva fino a 240 persone.
Il banchetto nuziale sarà preparato con menù speciali che riescono a fondere i sapori tradizionai della cucina partenopea ed italiana con piatti innovativi, internazionali e di tendenza senza mai tralasciare l'alta qualità nella scelta dei prodotti.
Particolare attenzione viene dedicata alla colonna sonora del vostro evento. Villa Blake è in contatto con musicisti professionisti per proporvi la soluzione musicale più adatta alle vostre esigenze.
A Villa Balke, nulla è lasciato al caso, ed il vostro matrimonio sarà gestito con cura maniacale nei minimi particolari per garantirvi una evento di gran classe e senza euguali.
 
In cima al colle Sant'Alfonso nei pressi di Torre del Greco circondata da una terrazza da dove si puà godere di un panorama che a 360 gradi offre la vista del Golfo di Napoli, di Capri e della penisola sorrentina, sorge la Chiesa di San Michele Arcangelo.
La Chiesa è bellissima, in stile barocco ed è meta ambita di molte coppie di futuri sposi della Campania. All'esterno è possibile allestire un rinfresco o un'aperitivo da servire agli ospiti alla fine della cerimonia.
Nelle vicinanze si possono trovare numerose location dove ospitare il ricevimento nuziale.
Ricordiamo Villa Balke che offre al suo interno una spiaggia privata ed un terrazzo panoramico con piscina o il Club La Vela, un club esclusivo con una struttura a terrazze ed una piscina che da direttamente sul mare.
Location da sogno per un matrimonio di elegante e di gran classe che vi daranno la possibilità di effettuare un servizio fotografico ricco di sfondi da fiaba.
 

Se amate le atmosfere da mille e una notte e siete attratti dalle tendenze etniche, un'idea per le nozze molto originale, particolare ed innovativa è il matrimonio in stile arabo.

Gli allestimenti del matrimonio saranno scelti nei colori birllanti del rosso porpora, oro, bronzo, arancione e turchese ricercando accessori particolari come le lanterne marocchine, candele profumate ed incensi.

Il ricevimento matrimoniale sarà organizzato all'aperto con l'allestimento di una tenda berbera dove predisporre il banchetto nuziale.

I tavoli saranno apparecchiati con posateria in oro e argento e centrotavola di ottone o bronzo contenenti frutta esotica.

A Napoli potete organizzare il vostro matrimonio in stile arabo a Villa Habiba che fornisce tutti gli allestimenti adatti per questo tema di matrimonio, oppure scegliere una location vicino al mare dove con un servizio di banqueting adeguato e con l'ausilio di una ottima wedding planner potrete realizzare un matrimonio perfetto in stile arabo in una atmosfera magica e piena di fascino.

 

CLICCA SULLA FOTO
Sull'onda della moda americana approdata in Italia attraverso film e soap opera, anche nel nostro bel paese sempre più coppie sognano di celebrare il loro matrimonio in cornici ambientali da sogno.
Contornati da prati e fiori ovunque, archi in ferro battuto ricoperti di fiori sotto i quali scambiarsi le promesse, vicino al mare o sulla vetta di una montagna ogni luogo potrà essere la meta ideale scelta da una coppia per celebrare il rito simbolico.
Dobbiamo ricordare che il matrimonio simbolico non ha alcun valore legale e si tratta quindi solo di una cerimonia d'effetto organizzata seguendo i gusti e le preferenze degli sposi per rendere speciale e indimenticabile l'evento del matrimonio.
Pertanto prima dovranno essere celebrate le nozze con rito civile o religioso alla presenza dei testimoni.
La scelta della location è l'elemento fondamentale per la riuscita perfetta di un matrimonio simbolico.
Napoli e la sua provincia grazie alla presenza di Ville storiche, ville private, giardini con piscina e panorami mozzafiato offrono diverse possibilità alle quali potersi affidare.
A Posillipo un luogo ideale è senza dubbio Villa Fattorusso con la sua terrazza a picco sul mare per poter godere di un servizio fotografico dai panorami mozzafiato.
A Torre del Greco una scenografia molto chic è garantita da Villa Guarracino che offre la possibilità di celebrare il rito matrimoniale nella orangerie, mentre nel parco della location potrà essere organizzato il banchetto nuziale.
A voi futuri sposi l'imbarazzo della scelta!
 

Se volevate un'atmosfera romantica per la celebrazione del vostro matrimonio e avete scelto la Chiesa della SS. Annunziata di Vico Equense per la vostra cerimonia nuziale, dovete assolutamente scegliere una location altrettanto suggestiva per la location dove organizzare il banchetto nuziale.
Poco lontano dalla Chiesa, c'è il luogo che fa per voi!
Si tratta del Castello Giusso, un antico maniero medievale che ha una magnifica terrazza sul mare con un panorama mozzafiato per realizzare un servizio fotografico emozionante e dove potrete allestire il ricevimento nuziale all'aperto sotto i gazebo e con la regia di una wedding planner professionista potrete personalizzare l'evento secondo i vostri gusti e le vostre esigenze
Le magiche atromosfere dei locali del castello dove anche i menù hanno dei nomi altisonanti come "Carlo d'Angiò", "Conte Giusso", "Gaetano Filangieri", "Ettore Ravaschieri" regaleranno al vostro wedding day  un tono regale e d'altri tempi per rendere il vostro matrimonio una giornata memorabile e indimenticabile per tutti.
 

Riti particolari del matrimonio. La velazione.

Di armonia (del 26/06/2012 @ 08:30:43 in Consigli-Curiosità, linkato 2091 volte)

Con la revisione del rito del matrimonio del 2004 la Chiesa prevede di poter aggiungere al rito tradizionale, il rito della velazione o quello dell'incoronazione.
Si tratta di riti particolarmente coinvolgenti e suggestivi che regaleranno un momento di grande pathos alla vostra cerimonia nuziale.
Oggi vi racconteremo di come si svolge il rito della velazione.
Si tratta di un momento molto emozionante nel quale verranno coinvolte anche le persone a voi più care.
Infatti i genitori o i testimoni si affiancheranno agli sposi per tendere steso sopra di loro il velo nuziale mentre il sacerdote pronuncia una preghiera e dà la benedizione.
Il velo ha molti significati. Nella bibbia, ad esempio è il simbolo del cielo che Dio stende per proteggere la terra.
Nel rito della velazione il velo rappresenta lo spirito santo che proteggerà gli sposi nella loro vita matrimoniale.
Che ne dite? Vi piace?
 

CLICCA SULLA FOTO

La cravatta il classico accessorio maschile che simbolegga eleganza e classe.

Ricevere una cravatta in regalo è sempre cosa gradita,e per non sbagliare il nostro consiglio è quello di scegliere un prodotto artigianale di alta qualità.

Anche nel giorno delle nozze la cravatta ha un ruolo da protagonista.

Per lo sposo è indicata una cravatta scelta nei colori grigio perla o avorio o con piccoli disegni, fantasie Regimental, o piccoli pois.

Molto belle anche le proposte moda che vedono le cravatte confezionate su misura nello stesso tessuto dell'abito dello sposo.

Se non avete la cravatta nello stesso tessuto dell'abito dovrete in ogni caso fare molta attenzione di sceglierla in abbinamento perfetto con l'abbigliamento.

Per l'uomo alto sarà indicata una cravatta sottile, mentre per lo sposo più robusto sarà preferibile optare per una cravatta di larghezza classica.

Particolare attenzione si dovrà fare anche alla scelta del nodo. Per il matrimonio il nodo più utilizzato è il "doppio semplice" perchè forma un triangolo perfettamente simmetrico molto elegante e perfetto per un matrimonio dai dettagli di classe.

Il taglio della cravatta dello durante il matrimonio è un'usanza molto antica che oggi sta cadendo in disuso e che per il bon ton è assolutamente vietata!

 

CLICCA SULLA FOTO
Se il vostro desiderio è un matrimonio suggestivo dovete assolutamente visitare il Santuario dell'Avvocatella a Cava de'Tirreni.
Il santuario sorge arroccato sul monte Mirteto, scavato nella roccia, ed oltre ad essere una Chiesa molto bella e godere di un panorama mozzafiato, ha anche una bellissima storia legata ad infausti spettri e a celestiali apparizioni della madonna che potete leggere qui.
Unico piccolo inconvenientei di questo luogo ameno, è l'impossibilità di sposarsi di domenica, qundi se avete fissato la data del vostro giorno del matrimonio che scadrà proprio di domenica dovrete dirottare la scelta verso un'altra chiesa.
Nei paraggi si può trovare il Duomo di Sant'Auditore intitolato a Santa Maria della Visitazione splendido ed imponente con la sua facciata a stucco può contenere oltre 200 persone.
Per la scelta della location dove organizzare il banchetto nuziale, vi potete recare nel vicino paese di Castel San Giorgio dove troverete il magnifico Grand Hotel Villa Soglia che con i suoi ambienti arredati in stile settecentesco regaleranno al vostro matrimonio un sapore magico e un'atmosfera d'altri tempi regalandovi una giornata di gran classe.
E' inoltre dotato di un grande parco dove potrete organizzare una cerimonia all'aperto e con i suoi alberi secolari e i suoi angoli suggestivi vi permetterà di realizzare un servizio fotografico molto originale.
 


CLICCA SULLA FOTO
A Salerno nella bella piazza di Sant'Agostino da poco restaurata in stile moderno, ma ancora ricca di contesti storici, nel cuore del centro storico, sorge l'omonima chiesa di Sant'Agostino.
E' una bella chiesa a navata unica che grazie alla sua struttura è molto indicata per cerimonie solenni come la celebrazione del matrimonio.
Caratteristica di questa chiesa è il dipinto della Madonna di Costantinopoli posizionato sopra l'altare.
Si tratta di una tela trovata verso la metà del 1400 sulla spiaggia davanti al convento di Sant'Agostino e che si pensò provenisse proprio da Costantinopoli.
La Chiesa di Sant'Agostino regalerà alla vostra cerimonia nuziale un carattere suggestivo e prestigioso.
E dopo aver pronunciato il "si lo voglio" ed essere stati accolti all'uscita dalla chiesa da una pioggia di riso, quale migliore luogo per intrattenere i vostri invitati se non l'Hotel Cetus a Cetara?
Situato in una posizione esclusiva, una insenatura a picco sul mare, con arredamenti in tipiche ceramiche vietresi, vi saprà regalare le emozioni di ambienti raffinati e di gran classe dove ogni dettaglio è curato alla perfezione per un matrimonio indimenticabile.
Nell'Hotel potrete anche prenotare la suite per trascorrere la vostra romanticissima prima notte di nozze.
 

L'abito dello sposo. Lo stile adatto ad ogni occasione.

Di armonia (del 04/08/2012 @ 08:30:33 in Consigli-Curiosità, linkato 1146 volte)


Nei preparativi delle nozze l'abito più nominato e al quale si riserva la maggior attenzione è senza dubbio l'abito della sposa.
Non dobbiamo però dimenticarci dell'abito dello sposo.
Per un matrimonio di stile ed eleganza si dovrà riservare una particolare attenzione anche all'abito dello sposo che dovrà essere in sintonia con quello della sposa e in linea con il tipo di cerimonia.
Vi forniamo un piccolo dresscode per non incappare in inappropriate cadute di stile.
Per nozze di stile molto elegante e celebrate di mattina è indicato il "tight" adatto soprattutto quando la sposa veste in abito con strascico lungo e velo.
Per una cerimonia diurna, ma meno formale è consigliabile l'"abito da giorno" o il "mezzo tight", mentre per le cerimonie serali sarà adatto il "frac".
Se lo sposo è un ufficiale potrà scegliere di sposarsi in alta uniforme, tradizione che rende il matrimonio molto particolare e suggestivo.
Attenzione lo smoking non è ammesso per le nozze in quanto è considerato abito da sera e non da cerimonia!
 

Chiesa di San Ferdinando Re a San Leucio. Caserta. Location La Paratella

Di armonia (del 21/06/2012 @ 08:30:21 in Chiese e Location, linkato 2239 volte)

CLICCA SULLA FOTO
Nella provincia di Caserta, c'è la località di San Leucio che i Borboni trasformarono in un centro manifatturiero per la produzione della seta: la Real Colonia Serica di San Leucio prima e unica fabbrica in Europa creata all'interno di una residenza reale.
Qui sulla sommità del colle sorge una splendida chiesa longobarda la Chiesa di San Ferdinando Re.
A pochi passi dalla chiesa, immerso nel parco del palazzo Reale si trova la location ideale per proseguire la giornata delle nozze.
Si tratta della Paratella, una palazzina borbonica ristrutturata dove troverete ambienti carichi di storia e dal fascino d'altri tempi.
Inoltre ha uno splendido giardino dove potrete organizzare un buffet all'esterno sotto dei magnifici gazebo bianchi.
Un matrimonio dai toni regali per sentirvi re e regine nel più bel giorno della vostra vita.
 

CLICCA SULLA FOTO
Nella scelta del rito matrimoniale, molte coppie decidono per il rito civile.
A differenza dal rito religioso che ha una sua struttura ben definita e cadenzata dalla liturgia, il rito civile è più libero e può essere personalizzato dagli sposi per rendere la cerimonia più intima e suggestiva.
Gli sposi potranno far leggere da un amico un brano di augurio per gli sposi, o una poesia particolarmente cara alla coppia. La cerimonia potrà essere accompagnata da musiche scelte dalla coppia di futuri sposi per creare un'atmosfera emozionante. Gli sposi, inoltre, potranno scambiarsi le promesse con parole scritte di proprio pugno e personalizzate con aneddoti relativi alla coppia.
Ci sono anche dei riti simbolici che si possono realizzare durante il rito civile. Ad esempio il rito delle candele dove gli sposi ognuno con in mano una candela accesa ne accenderanno una terza più grande a significare che la loro unione si fonde in un unica cosa e i due sposi con il matrimonio diventano una sola persona.
 Oppure c'è il rito della sabbia dove gli sposi verseranno ognuno un contenitore pieno di sabbia dentro un recipiente vuoto a significare che con il matrimonio le esistenze di marito e moglie si uniscono in modo indissolubile.
Di grande importanza è anche la scelta del luogo dove celebrare il rito civile.
A Napoli è molto frequente l'utilizzo della Sala della Loggia del Maschio Angioino che sicuramente ha il suo fascino intramontabile.
Il comune di Santa Maria Capua a Vetere ha messo a disposizione degli sposi che intendano celebrare le nozze con rito civile il salone degli specchi del Teatro Garibaldi, una location molto esclusiva e di classe.
A Bacoli  c'è un luogo veramente suggestivo. Si tratta della casina Vanvitelliana del Fusaro. Sì proprio la casina della Fata Turchina delle Avventure di Pinocchio di Comencini.
Sposini avete quindi l'imbarazzo della scelta, ville, palazzi antichi o location all'aperto l'importante è che riusciate a creare una cerimonia tutta vostra da ricordare per sempre.
 

matrimonio a Portici. La Cappella Reale di Portici. Villa Signorini.

Di armonia (del 02/06/2012 @ 08:30:18 in Chiese e Location, linkato 2569 volte)


REPORTAGE CLICCA SULLA FOTO
Se desiderate sentirvi Re e Regine nel giorno del vostro matrimonio potete trovare la giusta location per la celebrazione delle nozze in un luogo veramente suggestivo.
Si tratta della Cappella Reale di Portici.
La Cappella si trova all'interno del Palazzo Reale di Portici, residenza estiva di Carlo di Borbone il quale decise di trasformare il Teatro di Corte in cappella e la fece consacrare nel 1749 dedicandola all'Immacolata Concezione.
Il giorno delle vostre nozze si trasformerà in un tuffo nel Barocco Napoletano dove cultura e tradizioni si fondonono insieme per creare una cornice di grande stile.
Dopo la cerimonia potrete organizzare il ricevimento nella elegante Villa Signorini ad Ercolano la quale ha uno splendido giardino all'esterno dove è possibile organizzare un aperitivo all'aperto e potrà essere luogo di scatti fotografici contornati dai luoghi autentici di una Villa vesuviana.
 

FAI CLIC SULLA FOTO

Tra i luoghi più belli che Napoli ci offre dove festeggiare il proprio matrimonio c'è sicuramente la collina di Posillipo che con i suoi panorami mozzafiato, le sue ville e la sua rigogliosa vegetazione garantisce un palcosenico di grande effetto per il vostro wedding day.

Una delle Chiese più suggestive per la celebrazione della cerimonia nuziale è la Chiesa di Sant'Antonio a Posillipo. Un luogo di grande impatto scenografico raggiungibile dalle Rampe di Sant'Antonio.

Un'altra chiesa storica di Napoli è la chiesa di Santo Strato a Posillipo un luogo molto intimo e affascinante.

Da non dimenticare, poi la Chiesa di Santa Maria del Faro a Marechiaro dalla cui terrazza si può godere di un magnifico panorama del Golfo di Napoli.

Per il ricevimento nuziale vi consigliamo di non allontanarvi dalla zona di Posillipo che conta una gran quantità di ville per ricevimenti nuziali.

Come ad esempio Villa Vittoria, una location bella, semplice ed elegante situata in uno dei luoghi più belli della collina di Posillipo.

Grazie alle sue capienti sale che possono contenere fino a 400 persone, alla cura riservata agli allestimenti e alla preparazione dei menù che riescono ad abbinare alla cucina tradizionale partenopea anche specialità internazionali ed etniche riuscirete a realizzare un evento matrimoniale all'altezza delle vostre aspettative ed avere un wedding day memorabile.

 

Tra le cose da predisporre e preparare per il matrimonio, ci sono una serie di documenti da presentare sia che scegliate il rito civile che il matrimonio concordatario (rito religioso).

Noi, che vi siamo sempre accanto con consigli e segnalazioni, oggi vi vogliamo dare qualche indicazione per farvi destreggiare al meglio nell'intricato mondo della burocrazia.

Cominciamo a parlare dei documenti necessari per la celebrazione del matrimonio con rito civile.

I futuri sposi dovranno recarsi all'Ufficio di Stato Civile del comune di residenza di uno dei due nubendi per chiedere l'atto di nascita ed il certificato contestuale di residenza, stato libero e cittadinanza.

Se si tratta di seconde nozze di uno o di entrambi i fidanzati saranno necessari altri documenti. In caso di vedovanza servirà l'atto di morte del coniuge defunto, mentre nel caso uno o entrambi i contraenti siano divorziati servià la sentenza di divorzio.

Con questi documenti verrà iniziata la prassi per la richiesta di matrimonio e, gli addetti comunali, una volta preparati tutti gli atti provvederanno a contattare i futuri sposi per fissare la data della promessa di matrimonio.

Le pubblicazioni con indicate: le generalità degli sposi, la data e il luogo della cerimonia verranno esposte per 8 giorni nei comuni di residenza dei futuri sposi. Dovranno trascorrere altri 4 giorni dopo la scadenza delle pubblicazioni senza che nessuno abbia posto opposizione per avere il "nulla osta" alla celebrazione delle nozze con rito civile.

Il "nulla osta" ha validità di 180 giorni entro i quali gli sposi dovranno convolare a giuste nozze.

 

CLICCA  SULLA FOTO

"A Marechiare ce sta na fenesta,
la passione mia ce tuzzulea,
nu carofano addora 'int'a na testa,
passa ll'acqua pe sotto e murmulea
... a Marechiare ce sta na fenesta..."

Napoli, ci regala degli angoli nascosti di suggestiva bellezza come Marechiaro e la sua "fenestella" famosa in tutto il mondo raccontata nei versi di Salvatore di Giacomo.
Poco distante sorge la chiesetta di Santa Maria del Faro una costruzione molto bella in stile barocco dove potrete celebrare una cerimonia nuziale molto intima e affascinante.
E all'uscita dalla Chiesa sarete i protagonisti di uno dei panorami più citati del mondo da immortalare in un servizio fotografico che avrà sullo sfondo l'intera città di Napoli, dall'imponente Vesuvio, al Golfo di Napoli, fino alla penisola Sorrentina.
Nelle vicinanze, sulla collina di Posillipo, c'è Villa Rocca Matilde, una location ideale per il ricevimento nuziale e, se volete, c'è anche la possibilità di celebrare una cerimonia simbolica all'aperto,che con gli allestimenti e le scenografie consigliate dalla professionale regia di una wedding planner come Cira Lombardo (nella foto) creeranno l'atmosfera perfetta per un matrimonio romantico e di gran classe per le vostre nozze da sogno.
 

Nozze in Castello. Principi e principesse. Castello di Limatola. Benevento

Di armonia (del 19/07/2012 @ 08:30:00 in Chiese e Location, linkato 2347 volte)

Se il vostro sogno è un matrimonio fiabesco come quello che immaginavate da bambine leggendo le favole di principesse e regine la location per voi è il Castello di Limatola.
E' un vero maniero di epoca medievale, completamente ristrutturato e sarà completamente a vostra disposizione per il giorno del matrimonio.
All'interno del castello c'è una piccola chiesa per una cerimonia intima, se avete necessità di spazi più ampi ne potete trovare una più grande proprio prima dell'ingresso al castello.
La location è adatta a ricevimenti con un alto numero di invitati poichè ha ampi spazi disponibili.
La struttura è addirittura dotata di due ascensori, uno interno ed uno esterno che permettono di visitare tutto il castello.
Gli opiti potranno essere accolti in diverse sale in base alle esigenze e alle richieste degli sposi.
Inoltre in una veranda coperta potrete organizzare il taglio della torta e la confettata.
Se avete ospiti che vengono da lontano il Castello di Limatola ha la possibilità anche del pernottamento. Infatti ci sono a disposizione 15 camere finemente arredate nello stile dell'epoca tra cui la suite superior per la prima notte di nozze degli sposi.
All inclusive al Castello di Limatola per un matrimonio da favola e per sentirsi principesse e principi per un giorno.
 

 

CLICCA SULLA FOTO

Sulla scia dei matrimoni americani, molti sposi desiderano celebrare il rito matrimoniale all'aperto con cerimonie organizzate in splendidi parchi o in riva al mare per uno splendido matrimonio sulla spiaggia.

Per quanto riguarda la celebrazione delle nozze all'aperto non ci sarà nessun problema per il rito civile, simbolico o religioso non cattolico e potrete trovare numerose location in Campania fornite di ampi giardini, tensostrutture e grandi gazebi che vi offriranno svariate possibilità per l'organizzazione del matrimonio.

Qualche difficoltà la si troverà per la celebrazione del matrimonio con rito cattolico, infatti è necessario che il rito nuziale avvenga in un luogo consacrato.

Quindi se proprio desiderade la cerimonia all'aperto non resterà che celebrare prima il matrimonio in chiesa e successivamente organizzare una cerimonia simbolica all'aperto, dove magari il prete potrà impartire una benedizione.

 

Se avete deciso che il giorno del vostro matrimonio vi volete sentire veramente dei principi e della principesse ci sono delle chiese e delle location della provincia campana che fanno il caso vostro.
Una chiesa molto bella per celebrare matrimonio è il Convento di San Giovanni del Palco a Lauro.
Per il ricevimento potete recarvi nella dimora fiabesca del maestosa Castello Lancellotti, una residenza d'epoca dove sono visssuti conti, marchesi e principi dove ci sono ampi spazi all'aperto e all'interno dove allestire un banchetto da favola.
Nelle verdeggianti colline di Lauro si trova anche la Certosa di San Giacomo che ha al suo interno una magnifica Chiesetta, un vero gioiello di intimità e raffinatezza.
Dopo la cerimonia potrà essere organizzato il banchetto nuziale in un magnifico parco con piscina.
Sulla collina di Sant'Angelo in Palco nei pressi di Nola sorge un superbo maniero che regalerà atmosfere del passato dal sapore nobile ed antico al vostro matrimonio.
All'interno la struttura offre una piccola chiesa con sagrato ideale per celebrare la cerimonia nuziale.
Futuri sposine e sposini non avete che l'imbarazzo della scelta per realizzare il vostro matrimonio da sogno.
 

matrimonio ad Aversa. Caserta. Il Duomo di San Paolo

Di armonia (del 08/09/2012 @ 08:22:55 in Chiese e Location, linkato 2063 volte)

MORE PHOTOS

Aversa è una cittadina della provincia di Caserta con grandi origini storiche e nota in tutto il mondo per la mozzarella di bufala.

Forse non tutti sanno che nel territorio di Aversa sono presenti circa 100 chiese di epoche diverse e con stili architettonici differenti.

Se siete di Aversa o avete deciso di sposarvi in questa ridente cittadina possiamo affermare che avete l'imbarazzo della scelta e ci sono chiese veramente per tutti i gusti e gli stili di cerimonia nuziale.

Oggi vogliamo parlare della più conosciuta ossia il Duomo di San Paolo Apostolo che si trova nell'omonima piazza, cuore del borgo antico di Aversa.

La Cattedrale è imponente e di epoca Normanna, ma a causa dei terremoti che avvennero tra il 1300 e il 1400 subì diversi crolli con altrettante ricostruzioni. La facciata è di stile barocco.

La chiesa è grande e maestosa, all'interno è costituita da tre navate. Ideale quindi per matrimoni con un gran numero di persone e cerimonie nuziali imponenti di stile regale dove la musica e gli addobbi floreali renderanno la celebrazione del matrimonio esclusiva e memorabile.

 

 CLICCA SULLA FOTO

matrimonio raffinato, matrimonio d'altri tempi, matrimonio suggestivo e matrimonio da sogno.

Se questi sono gli aggettivi che desiderate per il vostro matrimonio vi proponiamo una chiesa ed una location per matrimoni situate tra la provincia di Napoli e Salerno a pochi passi da Pompei e dalla Costiera Amalfitana che riusciranno a soddisfare le vostre aspettative.

A Cava de' Tirreni per celebrare la cerimonia nuziale vi segnaliamo l'Abbazia della Santissima Trinità una chiesa sontuosa, dall'architettura armoniosa ricca di opere d'arte e oggetti preziosi e con la navata molto luminosa.

L'abbazia è situata su una collina immersa nel verde dove arte e natura si fondono tra loro in un connubio perfetto per una cerimonia suggestiva di grande impatto emozionale.

A pochi chilometri dalla chiesa, a Castel San Giorgio immersa in un enorme parco ricco di una vegetazione secolare sorge Villa Soglia una villa storica risalente alla prima metà del '700 che vi catapulterà in un'atmosfera d'altri tempi.

La location dispone di due sale per ricevimenti lussuosamente arredate in stile dell'epoca per garantire una cornice raffinata al reportage fotografico di nozze.

La Villa offre anche il servizio "prima notte di nozze" riservando una suite per gli sposi.

 

CLICCA SULLA FOTO

Nei giorni scorsi vi abbiamo già raccontato che la città di Aversa è un luogo dalle mille risorse e che grazie alle sue oltre 100 chiese offre una quantità innumerevole di possibilità per celebrare la cerimonia nuziale religiosa per poter accontentare tutti i gusti degli sposi sia che essi vogliano una rito nuziale intimo e raccolto, sia che invece preferiscano una cerimonia sontuosa e piena di sfarzo.

Oggi vi vogliamo parlare della Basilica di Sant'Antonio al Seggio che sorge proprio al centro della città di Aversa. La costruzione è uno dei primi esempi di struttura architettonica gotica in Campania,caratterizzata dalla facciata semplice, ma molto suggestiva. L'interno è composto da un unica navata molto luminosa.

Si tratta di una chiesa molto bella e suggestiva dove celebrare una cerimonia nuziale dai toni romantici e molto intimi.

Poco distante a Sant'Antimo troverete una location molto elegante ed esclusiva per organizzare il ricevimento nuziale.

Si tratta del Golding Ricevimenti un luogo che offre ambienti moderni e finemente arredati oltre ad un magnifico giardino fornito di un enorme gazebo bianco, come tutto l'arredamento esterno, dove poter organizzare un buffet all'aperto.

All'interno è possibile scegliere tra tre diverse sale una delle quali può ricevere fino a 250 invitati. Un luogo magico per realizzare il vostro matrimonio da sogno.

 
Oggi vi vogliamo parlare di un paesino in provincia di Avellino.
Si tratta di Cervinara il cui nome deriva dal fatto che fosse una terra ricca di cervi, un comune molto florido sia paesaggisticamente, che culturalmente.
Gode inoltre di una grande tradizione culinaria con specialità di cacciagione, funghi tartufi ed ottimi vini, primi tra tutti l'Aglianico.
Un luogo con tante belle attrattive per organizzare uno splendido matrimonio.
L'Abbazia di San Gennaro di Cervinara è una Chiesa molto bella e suggestiva dove celebrare la cerimonia nuziale.
Per la location del ricevimento potrete orientarvi su Il giardino dei Tigli Villa Bianco.
E' una splendida residenza d'epoca con un parco grandissimo con una vegetazione lussureggiante con splendidi fiori ed alberi secolari fornito anche di un laghetto di ninfee, scenari perfetti per un matrimonio romantico.
Qui potrete soddisfare il palato con delizie gastronimiche di cucina tradizionale irpina, ma anche con piatti dai sapori internazionali.
La Villa, inoltre ha una fornitissima cantina di vini dove poter usufruire di un un percorso di degustazione di alto livello.
Non manca proprio nulla per un matrimonio di grande stile ed eleganza!
 

Nozze in Costiera. Vico Equense. Chiesa S.S. Annunziata. Villa Clermont.

Di armonia (del 09/06/2012 @ 08:20:19 in Chiese e Location, linkato 5125 volte)

CLICCA SULLA FOTO
A Vico Equense, proprio a picco sul mare sopra uno spuntone di roccia alto 90 metri sorge la Chiesa della Santissima Annunziata,chiamata "di Punta a Mare", una splendida ed unica costruzione di stile gotico, ma con la facciata in stile Barocco.
Una vera perla della costiera Sorrentina e meta molto ambita dalle coppie di sposi per celebrare matrimonio.
All'esterno della Chiesa c'è un piazzale a strapiombo sul mare da dove si può godere uno del più bei panorami della costiera con il Vesuvio ed il Golfo di Napoli che fanno da sfondo.
Si tratta di un luogo veramente suggestivo dove celebrare nozze e ideale per un servizio fotografico assolutamente emozionante.
Poco lontano dalla Chiesa per continuare ad esaltare le emozioni del vostro "giorno più bello" c'è una elegantissima location dove organizzare il ricevimento nuziale.
Si tratta di Villa Clermont, un luogo immerso tra le bellezze della natura che, oltre alla sala interna, gode di una terrazza dove poter ammirare uno splendido panorama si potranno intrattenere gli ospiti per un aperitivo. Inoltre l'ottimo servizio e le prelibate specialità che riescono ad abbinare nelle giuste dosi la cucina partenopea con quella internazionale saranno in grado di soddisfare tutti, anche i palati più esigenti affinchè il vostro matrimonio rimanga per tutti una giornata perfetta ed indimenticabile.
 
 

matrimonio imminente. Flower girl o damigelle adulte?

Di armonia (del 24/11/2012 @ 08:17:10 in Consigli-Curiosità, linkato 1160 volte)

Una serata romantica, al lume di candela in quel ristorantino che tanto amate e...il vostro lui vi chiede: "Mi vuoi sposare?"

Un momento di grande emozione, lacrime di gioia e brividi.

Ma ora? Come lo immaginate il vostro matrimonio?

Un argomento di grande attualità è quello di decidere se avere damigelle d'onore adulte o flower girl alla cerimonia nuziale.

Se nelle vostre famiglie non mancano i bambini dai 5 agli 11 anni allora potreste decidere di fare un corteo nuziale con piccole damigelle che spargono fiori prima del passaggio della sposa e paggetti che portano le fedi nuziali.

Questa soluzione porta molta allegria alla cerimonia nuziale ed è anche di grande effetto emozionale.

Se invece volete dare importanza ad una amica del cuore o ad un gruppo di amiche o di parenti potreste optare per la scelta delle damigelle d'onore adulte.

Questa tradizione è originaria dei matrimoni anglossassoni, ma sta prendendo piede anche nelle cerimonie nuziali italiane e regalerà un tocco di classe al vostro matrimonio.

 

Aria di Natale, Il matrimonio in tema natalizio a Napoli.

Di armonia (del 20/12/2012 @ 08:16:31 in Consigli-Curiosità, linkato 2240 volte)

Il freddo è arrivato, ma ovunque si respira l'atmosfera calda delle feste natalizie.

Luci colorate, alberi addobbati, tappeti rossi e allestimenti natalizi rallegrano queste giornate che velocemente ci avvicinano al Natale.

Perchè allora non abbinare a questa atmosfera festosa la celebrazione del matrimonio.

Celebrare un il matrimonio a Natale ha un fascino particolare perchè abbina alla giornata speciale del wedding day il calore familiare tipico della festività del Natale.

Anche gli allestimenti del matrimonio natalizio potranno essere scelti nel tema del Natale.

Stelle di natale bianche e rosse per gli addobbi floreali, tovaglie rosse e porcellane bianchissime per la preparazione del tavolo nuziale, candele dorate ed argentate per i centrotavola, stelle e fiocchi di neve per gli addobbi della location scelta per il ricevimento nuziale per creare una atmosfera magica e fatata.

In Campania potrete trovare alcune location molto adatte per un matrimonio natalizio, vi segnaliamo l'Hotel Excelsior Vittoria a Sorrento, l'Hotel Excelsior a Napoli ed il Castello Lancellotti di Lauro

E per concludere in bellezza, una confettata/cioccolattata con tanti cioccolatini per soddisfare il palato dei più golosi.

 

CLICCA SULLA FOTO
Se per la scelta del vostro ricevimento nuziale volete una location moderna, direttamente sul mare, con una sala al chiuso di grandi dimensioni e ampi spazi all'aperto dove i vostri ospiti si potranno intrattenere in amichevoli chiacchiere, il Convivio Ricevimenti di Castellammare di Stabia è ciò che fa per voi.
La sua immagine, ripresa dall'alto, sembra il paradiso terrestre. Ampi spazi verdi curatissimi, terrazze con vista mare, due piscine e spiaggia privata.
La sala interna è arredata con un'imponta minimal molto elegante in total white che, per l'allestimento matrimoniale, verrà personalizzata secondo le esigenze ed i gusti degli sposi, mentre le terrazze esterne potranno essere utilizzate per distribuire un aperitivo agli ospiti e per un buffet o per allestire i banchetti estivi.
Vi segnaliamo che poco distante dalla location c'è una piccola, ma suggestiva chiesetta.
Si tratta del Santuario della Madonna della Libera un luogo ideale dove celebrare la cerimonia nuziale.
Al santuario si giunge attraverso una ripida, ma caratteristica scalinata che potrà essere il luogo di scatti fotografici di grande effetto.
Una chiesa romantica e riservata e una location elegante e di gran classe sono un connubio ideale per realizzare un wedding day all'insegna dello stile e del buon gusto.
 
 


L’automobile, che sia l’auto del matrimonio o semplicemente una macchina per un’occasione importante (una cerimonia, un incontro speciale, un viaggio a cui teniamo), è uno degli elementi, secondo alcuni, che contribuisce ancora più di altri a rendere esclusivo e magico un evento.
Arrivare in grande stile, scendere da un’auto “importante”, ben tenuta, particolare, è considerato un po’ come un “biglietto da visita” soprattutto per quanto riguarda le nozze, se pensiamo che col matrimonio si inizia una vita nuova e il mezzo di trasporto diventa elemento principe di questo passaggio fondamentale.

A Napoli non sono certo pochi i noleggi auto, e in particolare se cerchiamo un noleggio auto sposi o cerimonie non avremo che l’imbarazzo della scelta. Pochi però riescono a combinare una grande professionalità con dei servizi a prezzi convenienti ed un parco macchine a dir poco stupefacente; questo è quello che garantisce ASN Service, ovvero Auto Sposi Napoli.

Un’azienda leader nel settore, con un sito internet moderno, giovanile, facilmente navigabile e continuamente aggiornato per una continua ed efficace interazione con i clienti, un’azienda gestita da veri professionisti, che con la sua moderna ed equipaggiatissima flotta di autovetture di lusso, comprendente tanto auto d’epoca, quanto motori di ultimissima generazione, offre un servizio di rara efficienza non solo a Napoli e in Campania, ma anche sull’intero territorio nazionale, con prezzi per il noleggio auto competitivi come pochi.

Sia che preferiate essere accompagnati da un elegante auto con autista, sia che vogliate provare il brivido di guidare un’auto di lusso, per il vostro matrimonio, per le cerimonie, per le occasioni speciali, la scelta sarà ampissima tra Maserati, Bentley, Rolls Royce, Lamborghini, Porsche, Ferrari, Bmw, Mercedes, Auto d’Epoca e così via…E per chi volesse stupire e “volare alto”, ASN Service mette anche a disposizione una flotta di elicotteri con pilota, dalla linea elegantissima e raffinata.
 

Sempre più spesso coppie di sposi desiderano organizzare il ricevimento nuziale in una villa privata.

In questo modo è possibile affittare una struttura anche per più giorni in modo da ospitare gli amici più cari ed i parenti per condividere con loro qualche giornata insieme anche dopo la festa del matrimonio.

Affidando l'organizzazione del matrimonio ad una wedding planner sarà possibile allestire la location con addobbi personalizzati e realizzare un matrimonio a tema, mentre per il ricevimento sarà possibile affidarsi ad un banqueting esperto nel settore degli eventi nuziali.

La costiera Amalfitana e Sorrentina offrono location di indiscussa bellezza dove poter organizzare un matrimonio in villa privata.

Ad esempio Villa Miragalli, una tenuta luxury fornita di tutti i confort desiderabili.

Nell'ampio giardino sarà possibile organizzare la cerimonia del matrimonio all'aperto e catturare scatti fotografici con panorami mozzafiato per il reportage nuziale.

Ai bordi della magnifica piscina a sfioro difronte al mare si potrà organizzare un aperitivo, il taglio della torta e la confettata e nei giorni successivi alla festa nuziale sarà possibile rilassarsi nella vasca di idromassaggio e trascorrere qualche giorno in completo relax.

 

Nozze al Teatro San Carlo di Napoli. Real Wedding in Italy.

Di armonia (del 04/10/2012 @ 08:10:52 in Chiese e Location, linkato 2104 volte)

CLICCA SULLA FOTO

Se i matrimoni reali sono la vostra passione, se non vi perdereste la visione di una celebrazione nuziale di teste coronate per nulla al mondo ed il vostro sogno è realizzare un matrimonio degno di una principessa, la città di Napoli con le sue bellezze storiche e paesaggistiche vi offre questa possibilità.

La location per organizzare un matrimonio con tutti i crismi degni di un matrimonio reale è il Teatro San Carlo di Napoli lo storico teatro costruito nel 1737 ad opera dei Borboni .

Gli ambienti eleganti del Foyer storico che riportano indietro nel tempo impreziositi dagli allestimenti floreali faranno da cornice perfetta per la realizzazione di un banchetto nuziale d'alta classe grazie ad un servizio di banqueting d'eccezione per emozionarsi ed emozionare in un luogo da favola dove coronare il proprio sogno d'amore

 

REPORTAGE CLICCA SULLA FOTO

La fine di ottobre si sta avvicinando e anche da noi sta prendendo sempre più piede la tradizione americana dei festeggiamenti di Halloween.

I bambini travestiti da streghe, vampiri e diavoli vanno per le case minacciando con le loro zucche intagliate con la classica domanda "dolcetto o scherzetto?"

Noi italiani spesso, dimenticando che siamo padri di antiche tradizioni, restiamo affascinati da queste tendenze anglosassoni riguardo molte situazioni.

Una di queste è il matrimonio. Ovunque sentiamo dire "vorrei un matrimonio in stile americano", "voglio la celebrazione americana del matrimonio" pensando ad una cerimonia all'aperto, un lungo tappeto bianco cosparso di petali dove le damigelle aprono il corteo nuziale prima della sposa e un ricevimento in giardino sotto un enorme gazebo bianco.

Ma quali sono veramente le tradizioni e gli usi del matrimonio in America?

In America convivono svariati ordini religiosi, ognuno con le sue tradizioni matrimoniali. Se gli sposi hanno religioni diverse, uno dei due decide di seguire il rito matrimoniale dell'altro oppure decidono di sposarsi senza alcun rito religioso e con cerimonia civile davanti ad un funzionario dello stato e alla presenza di testimoni, amici e parenti.

Nel matrimonio americano hanno grande importanza i testimoni che possono essere anche molto numerosi e le damigelle d'onore, chiamate "bridesmaid". Tra questi spiccano due figure importanti: il "best man" per lui e la "maid of honor" per lei che sono incaricati di organizzare l'addio al celibato ,"bachelor party" e al nubilato, "bachlorette party". Queste feste prematrimoniali durano un intero week end e vi partecipano gli amici più cari.

La sera prima del matrimonio gli sposi invitano i testimoni, i parenti e gli amici più stretti ad una cena detta "rehearsal dinner" dove si fanno innumerevoli brindisi e proclamazioni sulle buone qualità dei futuri sposi.

Di solito il ricevimento nuziale viene organizzato nel giardino di casa e gli sposi si intrattengono poco con gli ospiti perchè partono subito per il viaggio di nozze.

Le spese del matrimonio sono sostenute quasi per intero dalla famiglia della sposa, mentre la famiglia dello sposo paga gli allestimenti floreali, gli anelli, e il "rehearsal dinner".

Come vedete il matrimonio americano come lo intendiamo noi è più simile a quello che ci viene proposto nei film che non a quello che avviene nella realtà.

Il nostro consiglio è quello di affidarvi ad una ottima wedding planner che riuscirà a trasformare in realtà tutte le vostre richieste per farvi vivere il vostro matrimonio da sogno in stile americano.

 

CLICCA SULLA FOTO PER REPORTAGE
Che emozione! Avete deciso di sposarvi!
Ed ora? Da dove cominciare con i preparativi? Quale chiesa scegliere?

Napoli è chiamata la città delle cinquecento cupole e sarebbe abbastanza faticoso visitarle tutte alla ricerca della chiesa dei vostri sogni.

Ne ho scelte tre per voi:

La Basilica Reale di San Francesco di Paola a Piazza Plebiscito
.
Qui viene celebrata una cerimonia molto emozionante ed il solo pensiero di trovarsi nella chiesa dei Reali di Napoli provoca un effetto da pelle d'oca.
La chiesa di Sant'Antonio a Posillipo, piccola, ma con una veduta mozzafiato sul Golfo di Napoli, splendida per farvi immortalare con lo sfondo di bellissimi panorami.
Per finire, ma non ultima per bellezza e molto richiesta per i matrimoni, la Chiesa dell'Incoronata di Capodimonte.

Mi raccomando ricordatevi che la prenotazione alla Chiesa va fatta almeno un anno prima e non fissate la data del matrimonio se prima non avete concortato quella della cerimonia.
 



CLICCA SULLA FOTO

fonte e testo: www.sangiovannideifiorentini.net

San Giovanni dei Fiorentini è una delle chiese di Roma. Dedicata a san Giovanni Battista, venne cominciata nel XVI secolo e completata nel XVIII all'inizio di Via Giulia come chiesa nazionale dei fiorentini a Roma, è basilica minore e parrocchia romana.
L'abside della basilica rappresenta un vero e proprio museo della scultura barocca immediatamente successiva a Bernini e Algardi: l'altare maggiore si apre sull'imponente gruppo scultoreo raffigurante il ''Battesimo di Cristo'', opera di Antonio Raggi con ai due lati i sepolcri della famiglia Falconieri con le statue de 'La Fede' di Ercole Ferrata e de 'La Carità' di Domenico Guidi, arricchite da geni in stucco sempre di mano di questi mentre settecenteschi sono i ritratti marmorei di membri della famiglia Falconieri in medaglioni policromi, retti da putti. Di Paolo Benaglia è la memoria di Alessandro Falconieri e Marianna Lante di gusto neoclassico.

Nella chiesa sono sepolti alcuni fra i maggiori personaggi fiorentini vissuti a Roma, fra cui insigni medici, che operavano nell'attiguo ospedale. All'interno trovano anche sepoltura il cardinale Luigi Torrigiani|Luigi Maria Torrigiani, gli architetti Carlo Maderno, Francesco Borromini e Carlo Murena, Ludovico Cardi detto il Cigoli, e Onofrio del Grillo, ispiratore del personaggio principale del film Il Marchese del Grillo.
 
 

CLICCA SULLA FOTO

Per i futuri sposi che stanno pensando all'organizzazione delle nozze per il 2013 o 2014 e che amano l'atmosfera delle dimore d'epoca vi diamo una notizia in anteprima.

Villa Campolieto la magnifica villa vesuviana situata lungo il percorso del Miglio d'Oro ad Ercolano apre le porte per la realizzazione dei matrimoni.

L'antica dimora borbonica è stata negli anni set cinematografico di film importanti e ha fatto da cornice ad eventi culturali e di intrattenimento.

Ora nelle sule magnifiche sale dipinte da splendidi affreschi sarà possibile organizzare il banchetto nuziale grazie ad un servizio di banqueting d'eccellenza.

Negli ampi giardini, curati e ricchi di vegetazione sarà possibile organizzare il matrimonio all'aperto in stile americano e godere di un panorama mozzafiato dalla terrazza che affaccia direttamente sul Golfo di Napoli dove poter catturare scatti emozionanti per il reportage fotografico.

Spazi curati, atmosfera d'altri tempi renderanno il wedding day a Villa Campolieto un evento regale e di gran classe per la realizzazione di un matrimonio da sogno.

 

Una delle più belle location a Napoli per celebrare un matrimonio da sogno all'insegna del lusso e della classe è l'Hotel Excelsior.

Situato proprio di fronte al Castel dell'Ovo, l'Hotel Excelsior è un'ottima meta per l'organizzazione di un matrimonio invernale grazie alle sue sale dagli arredamenti regali ed eleganti.

Se invece avete intenzione di sposarvi in primavera l'Hotel Excelsior mette a disposizione per il ricevimento nuziale la terrazza che gode di uno dei più incantevoli panorami del golfo di Napoli dove poter catturare degli emozionanti scatti fotografici  con sullo sfondo le bellezze di Capri, il Vesuvio, la Collina di Posillipo e Sorrento.

E se non avete ancora pensato dove trascorrere il Capodanno perchè non decidere proprio per l'Hotel Excelsior di Napoli?

 

 

CLICCA SULLA FOTO

La vita di tutti i giorni ci impone di contenere le spese in tutti i settori, ma come è possibile risparmiare per il giorno del matrimonio senza rinunciare alla magia delle nozze e al sogno di un evento di classe e di alta qualità?

Avete mai pensato di acquistare un abito da sposa usato?

In questo modo potrete anche acquistare un abito da sposa firmato da grandi stilisti pagandolo fino al 60% in meno senza rinunciare ad avere un abito nuziale d'alta moda e al sogno di essere una principessa nel giorno delle nozze.

Esistono molti siti on line di compra/vendita abiti da sposa usati come abiti da sposa usati o abitisposa usati oppure potreste trovare qualcosa anche divertendovi a cercare su eBay.

E per chi si è già sposato può decidere di vendere il proprio abito da sposa rientrando in questo modo di una parte della spesa. A questo scopo c'è un sito americano, molto funzionale, specializzato nella vendita e nell'acquisto di abiti da sposa usati.

In fondo, dopo aver avuto il suo fondamentale ruolo nel giorno del matrimonio, l'abito da sposa è un ingombro che occupa un anta dell'armadio.

E per i ricordi di quel giorno ci penserà il fotografo di nozze con il reportage fotografico ed il video nuziale!

 

 

L'auto degli sposi. Auto d'epoca per nozze vintage.Noleggio auto matrimoni

Di armonia (del 08/11/2012 @ 08:04:58 in Consigli-Curiosità, linkato 2209 volte)

Nel giorno più importante della vita l'auto degli sposi ha un valore importantissimo

L'auto nuziale accompagna la sposa dalla casa paterna al luogo dove avverrà la celebrazione del matrimonio ad un appuntamento che cambierà la sua vita per sempre e, dopo la cerimonia sarà il mezzo che trasporterà i novelli sposi verso la nuova vita di coppia.

La scelta del modello di auto per il matrimonio dipende molto dal gusto degli sposi e dallo stile del matrimonio.

Esistono numerosi autonoleggi specializzati in noleggio di auto da cerimonia dove potrete trovare una vasta gamma di modelli: dalle sobrie e classiche berline Mercedes, Bmw o Jaguar, alle fiammanti fuoriserie come la Ferrari o la Lamborghini, dalla regale limousine con autista in livrea alla romantica auto d'epoca come l'Isotta Fraschini o la Bentley  o una Rolls Royce per un matrimonio in stile vintage.

E voi che auto nuziale preferite?

 

Decidere la data del matrimonio in inverno. cioè nei mesi compresi da dicembre a febbraio, può portare non pochi vantaggi.

Primo fra tutti, essendo un periodo meno gettonato dalla maggioranza degli sposi che preferiscono sposarsi nei mesi primaverili ed estivi, troverete con maggior facilità la disponibilità della chiesa, del fotografo per il reportage di nozze e della location preferita.

In questo periodo dell'anno riuscirete a spuntare anche prezzi più vantaggiosi per il ricevimento nuziale e questo dettaglio non è cosa da poco!

Le atmosfere invernali sono molto suggestive e se sceglierete il mese di dicembre potreste anche usufruire degli addobbi e dei colori natalizi che creeranno una cornice da sogno al vostro matrimonio.

Anche il look della sposa sarà arricchito di elementi particolari: stole di lana o di pelliccia, splendidi guanti, dettagli in velluto, ed al posto delle classiche scarpe da sposa un paio di stivaletti alternativi con tacco 12!

Per la scelta della location per il matrimonio potreste scegliere un luogo raccolto ed intimo, magari con un bel camino acceso per creare un'atmosfera suggestiva.

In Campania ci sono diverse location che riescono a creare una perfetta atmosfera per un matrimonio invernale. Segnaliamo Villa Maria o Villa Marinella  entrambe a Napoli sulla collina di Posillipo oppure per chi ama i castelli sono magnifici il Castello Lancellotti a Nola o il Castello Giusso a Vico Equense entrambi con ambienti ed arredi molto raffinati adatti ad un ricevimento matrimoniale in inverno.

E per chi vuole osare? Penchè non organizzare il matrimonio in spiaggia? Il mare d'inverno offre colori e dimensioni molto belle e particolari e se la struttura scelta è organizzata con tensostrutture sfiderete qualsiasi evento atmosferico...anche Cleopatra!

 

Guida al matrimonio. Piccoli consigli per organizzare le nozze.

Di armonia (del 26/07/2012 @ 08:01:52 in Consigli-Curiosità, linkato 1985 volte)


Oggi, prendendo spunto da Weddings Luxury l'esclusiva rivista specializzata nel settore del matrimonio di lusso, vi vogliamo proporre una guida all'organizzazione delle nozze.
Quando finalmente si decide di fare il grande passo e di convolare a nozze, spesso, non si sa da che parte cominciare e quindi eccoci in aiuto con alcuni consigli. 
Per prima cosa, almeno sei mesi prima, stabilite la data delle nozze, scegliete e prenotate chiesa e luogo delricevimento. Naturalmente dovrete aver prima stilato un elenco, almeno provvisorio, degli ospiti, avendo cura di annotare gli indirizzi di tutti. 
Scegliete un filo conduttore per le vostre nozze e prenotate la torta nuziale, il fiorista e i musicisti che saranno la colonna sonora del matrimonio. 
Prenotate il fotografo. 
Scegliete la destinazione per il viaggio di nozze e prenotatelo. 
Dopo aver capito quale sia la tipologia del vostro abito nuziale scegliete un atelier o uno stilista per la realizzazione dello stesso. In questa occasione scegliete anche le scarpe, il velo e l'acconciatura. 
Almeno quattro mesi prima scegliete l'auto nuziale. 
Scegliete e prenotate partecipazioni e bigliettini di ringraziamento. 
Trovate uno o più negozi dove stabilirete la vostra lista di nozze. 
Provvedete alle fedi nuziali, acquistate l'abito dello sposo e scegliete le bomboniere. 
Organizzate il pernottamento per gli ospiti che vengono da lontano e prenotate la stanza per la prima notte di nozze. 
Consultate il parrucchiere e il makeup artist. 
Due mesi prima concordate il menù con il ristorante o con il catering. 
Chiedete appuntamento con il sacerdote per concordare i dettagli della cerimonia che potrà essere personalizzata con la scelta delle letture, dei canti e della scrittura di proprio pugno delle promesse e perparate  illibretto messa.
Spedite le partecipazioni e scrivete i cartoncini di ringraziamento per i regali già ricevuti. 
Circa un mese prima dovrete preoccuparvi di fissare l'appuntamento in Comune per la promessa di matrimonio ed effettuate le pubblicazioni. 
Due settimane prima fate la prova ufficiale dell'abito da sposa.
Decidete la disposizione dei posti a sedere durante il ricevimento e preparate i segnaposto, stabilendo il numero esatto dei partecipanti. 
L'ultima settimana è la più concitata. Dovrete ritirare l'abito da sposa, preparare i bagagli per il viaggio di nozze e sistemare tutte le piccole cose che si sono dimenticate. 
Un giorno prima consigliamo un massaggio rilassante e le ultime cure di bellezza. 
Naturalmente affidandovi all'esperienza di una wedding planner molte di queste incombenze riuscirete ad evitarle e sarà lei a pensare a tutto ciò che riguarda l'organizzazione del matrimonio così arriverete sicuramente più rilassate al giorno delle nozze.          
 

matrimonio nel Cilento. Santa Maria di Castellabate. Palazzo Belmonte.

Di armonia (del 10/01/2013 @ 08:00:54 in Chiese e Location, linkato 2047 volte)

Se sognate il vostro matrimonio in uno scenario da favola, in una atmosfera aristocratica ed allo stesso tempo in un ambiente riservato e privatissimo vi suggeriamo Palazzo Belmonte nei pressi di Santa Maria di Castellabate presso Punta Licosa.

La dimora è immersa in 5 acri di terreno lussureggiante con ampi giardini e contornata dal mare in uno dei luoghi più suggestivi della costa Cilentana.

Il Palazzo ha a disposizione anche una spiaggia privata e all'esterno vi è una piccola chiesetta

Potrete quindi scegliere dove celebrare il rito nuziale con rito cattolico nella cappella del palazzo, con rito civile o simbolico all'aperto nel grande parco o celebrare il matrimonio in spiaggia.

Un luogo regale per sentirsi principi e principesse nel giorno delle nozze.

 
 

Fotografi matrimonio Napoli. Dettagli nozze. Le bomboniere e gli allestimenti.

Di liliana (del 23/01/2012 @ 07:46:59 in fotografie, linkato 889 volte)
 


Vi avevamo parlato qualche giorno fa del rito della velazione.
Oggi vi vogliamo descrivere un altro rito aggiuntivo alla cerimonia cattolica per rendere più suggestivo il vostro momento del "si lo voglio".
Si tratta del rito dell'incoronazione. Anche questo è un rito introdotto con la revisione del matrimonio del 2004 e puo' essere scelto in aggiunta alla cermimonia tradizionale.
L'incoronazione è un rito caratteristico della tradizione ortodossa che la celebrazione cattolica ha adottato per arricchire la cermimonia nuziale di un momento molto intimo per la coppia di futuri sposi.
Si dovranno preparare due coroncine intrecciate, formate da elementi vegetali o minerali perchè devono essere legate all'elemento della natura per simboleggiare la vicinanza a Dio.
Durante la cerimonia il sacerdote poserà le coroncine sulla testa degli sposi pronunciando una preghiera di benedizione nella quale gli sposi si donano l'un l'altro per essere incoronati nella gloria del Signore.
Si tratta di un momento molto toccante della cerimonia nuziale che regalerà al vostro matrimonio un momento magico e molto suggestivo.
 
 
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 



La musica è uno degli elementi fondamentali in un matrimonio. Essa contribuisce a creare l’atmosfera desiderata dagli sposi e a scolpire, sia nelle loro menti che in quelle degli invitati, ricordi indelebili del giorno delle nozze.

È molto importante, dunque, scegliere la musica giusta. In primo luogo, essa dovrebbe adattarsi allo stile della cerimonia e del ricevimento in generale.

Le origini della musica ai matrimoni sono molto antiche. La tradizione racconta che la prima marcia nuziale fu voluta, per le proprie nozze, dalla principessa Victoria, figlia della regina Vittoria d'Inghilterra, nel 1858.

È sempre consigliabile, per gli sposini, rivolgersi a professionisti del settore per garantirsi un risultato all’altezza dell’evento che si sta andando a festeggiare. Per quanto riguarda la musica durante la celebrazione del rito (sia esso religioso o civile), gli strumenti privilegiati dalla maggior parte delle coppie sono il violino, il violoncello, l'arpa e l'organo, considerato un po’ il “re degli strumenti per le cerimonie nuziali”. Il programma musicale può essere vario, ma di norma i brani fondamentali sono quelli eseguiti all’ingresso della sposa e durante lo scambio degli anelli.

Valeria Scotti ci spiega che “ Wagner, Schubert, Vivaldi, Handel e Bach, sono alcuni degli autori classici che gli sposi solitamente scelgono. I loro brani sottolineano i momenti più toccanti della cerimonia. Il galateo comunque consiglia alcuni brani "standard" da inserire tra le proprie musiche da matrimonio. La marcia nuziale di Richard Wagner accompagna l'ingresso in chiesa della sposa; la marcia nuziale di Felix Mendelssohn invece, annuncia l'uscita degli sposi dalla chiesa. Una volta terminata la cerimonia, ci si sposta verso il luogo scelto per il ricevimento. La musica da matrimonio ci accompagnerà anche lungo questa seconda parte della giornata. Va dunque scelta con molta cura. Al ricevimento è possibile essere un po' meno rigidi e formali riguardo la musica da matrimonio, ma sempre e comunque attenti al buon gusto.”

Che si tratti di una villa, di un ristorante o di un hotel, ormai tutte le strutture che accolgono ricevimenti di nozze sono attrezzate per ospitare dei musicisti. Alcune, poi, propongono loro stesse agli sposi diverse soluzioni musicali tra cui scegliere. Ad ogni modo, sia che si scelga il classico intrattenimento “piano-bar”, sia che si preferisca un caratteristico quartetto jazz, o un’altra delle innumerevoli proposte dell’attuale panorama musicale, il repertorio dovrebbe essere sempre abbastanza vario, in modo da riuscire ad accontentare un po’ tutti gli invitati.

Fonte: www.dailyroma.it

 

I matrimoni lampo per eccellenza sono considerati quelli celebrati in alcune zone degli Stati Uniti d’America. A Las Vegas, per esempio, ci si sposa in qualsiasi momento in meno di un minuto e per pochi dollari, ma in America ci sono anche gli Amish, gente seria, che non scherza. In primo luogo si sposano solo in novembre e dicembre, quando i lavori agricoli sono fermi così non si spreca tempo utile, mai di sabato e di domenica che sono sacri. Cerimonia semplicissima, senza fedi, con la sposa è in blu o violetto, senza velo, il vestito se l'è cucito da sola e lo indosserà in seguito per recarsi alla messa domenicale. Regali? Piatti e stoviglie per lei, arnesi da lavoro per lui.

A New Orleans sono un po' più briosi, cerimonia allegra: musiche e danze e due torte nuziali: una solo per lo sposo e la forma deve richiamare la sua professione, l'altra dalla forma più tradizionale per la sposa. Tradizionale sì, ma con dieci nastri che pendono e che infilandosi nella torta nascondono dieci oggetti. La sposa invita le amiche nubili a scegliere e tirare un nastro, l'oggetto che lo seguirà permetterà di scoprire cosa riserva loro il futuro. Chi si ritrova tra le mani due anelli si sposerà, chi trova un ditale resterà zitella! Si spera che la "previsione" infausta duri solo fino al prossimo matrimonio e alla prossima torta con sorpresa.

Ad ogni modo i matrimoni Americani sono carichi di tradizioni almeno quanto quelli europei. Una figura importante per le Nozze Americane è quella della “damigella d’onore” (bridesmide). Le damigelle d’onore possono essere più di una e di solito sono delle grandi amiche della sposina. I loro abiti devono essere molto eleganti, uguali tra loro, o perlomeno simili (ma di norma si preferisce che abbiano abiti assolutamente identici), e devono richiamare in qualcosa l’abito della sposa, oppure il colore-tema scelto per il matrimonio. È la sposa stessa a scegliere tali abiti da cerimonia insieme alle damigelle e a pagarli per loro. La damigella d’onore precede la sposa nel suo ingresso in chiesa con tanto di bouquet e spesso funge anche da sua testimone.

In America, inoltre, accade molto di rado che gli sposi restino a festeggiare con amici e parenti fino alla fine del ricevimento nuziale. Essi, infatti, partono per il viaggio di nozze verso la metà della festa. Ci penseranno i rispettivi genitori e parenti ad intrattenere gli ospiti e a consegnare, ove siano previste, le bomboniere. Un’altra abitudine considerata tipicamente Americana, ma praticata anche nei Paesi Anglosassoni in genere, riguardo alle nozze ed ai ricevimenti, consiste nell’organizzare la festa per il matrimonio direttamente a casa di uno dei due sposi (se il giardino lo permette), avvalendosi di catering altamente specializzati e montando gazebi e tendostrutture che creano un’atmosfera magica.

Molti americani, inoltre, specialmente tra i ceti più elevati, si avvalgono della competenza e della professionalità di Wedding Planner nell’organizzazione del matrimonio e del ricevimento. Un ‘abitudine, quest’ultima che sta prendendo piede anche qui in Italia. E non è la sola. Sono infatti parecchie le usanze matrimoniali americane o comunque straniere che sono state “esportate” e vengono praticate, negli ultimi tempi, anche qui da noi. Il tutto per garantirsi un matrimonio all’insegna della classe e dell’eleganza, ma anche dotato di una punta d’originalità.

Il must degli ultimi tempi, infatti, è: stupire, ma con stile!

fonte: www.arcobaleno.net

 
 
 
 
 
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Un'idea originale: scatoline di confetti pelino da consegnare agli invitati fuori dalla chiesa, in alternativa agli usuali "sacchettini"...
 



Il matrimonio può anche essere stressante? Certo!
Non è semplice infatti pianificare tutto alla perfezione come si vorrebbe. Gli stessi esperti di organizzazione matrimoni, i wedding planner, confermano quanta cura e fatica sia necessaria nella preparazione del grande giorno, soprattutto per quanto riguarda i ricevimenti.
Come smussare lo stress per chi fa da sé e non si rivolge ad un professionista del settore nella progettazione delle proprie nozze?
Un suggerimento è quello di prendere nota e raccontare i preparativi man mano che essi vanno avanti, in modo tale da scaricare un po’ la tensione ed avere un altro ricordo da aggiungere alle foto e al video matrimonio.
È molto più semplice di quel che si pensi…
Immaginiamo di dover fare un “album matrimonio” che non includa solo la semplice fotografia, che non si limiti a raccontare solo il giorno delle nozze, ma che sia anche una sorta di “diario del Wedding” in generale, compresa tutta la fase dei preparativi.
Partendo dalla fatidica ricerca tra le ville per ricevimenti e gli hotel a Napoli o altrove (o ristoranti per matrimoni, poiché non sempre moda è uguale a qualità), passando per la scelta del catering e dalle valutazioni alla ricerca di un buon fotografo tra i tanti fotografi per matrimoni, soffermandoci sulle dovute pratiche burocratiche per un matrimonio civile o religioso, sorridendo pensando a quanto è stata dura scegliere una musica per matrimonio che sentivamo veramente nostra e ricordando gli infiniti colori e profumi di fiori per matrimonio che ci hanno riempito occhi, naso e cuore e sono rimasti lì persino quando sceglievamo le partecipazioni.
Bene, un diario del genere, da scrivere nei ritagli di tempo, supporta nello sciogliere la tensione accumulata nei preparativi, può aiutarci, inoltre, a farci venire nuove idee o a migliorare quelle già avute e, come già detto, costituirà, dopo le nozze, un ricordo unico, personalissimo e perche no? Utile nel caso volessimo dare consigli a qualche altra sposina.
Cosa ne pensate? Chi di voi ha già fatto qualcosa del genere? Siamo curiosi di sentire le vostre esperienze e opinioni in merito…
 
 

matrimonio a Villa Fattorusso, Napoli. La mise en place e il centrotavola.

Di liliana (del 17/01/2012 @ 02:36:49 in fotografie, linkato 968 volte)
 
 
 
 
 
 



Sembra che sia fondamentale anche la scelta del giorno della settimana in cui sposarsi. Ovviamente quelle che qui andiamo a descrivere sono solo usanze e credenze popolari talvolta, se non spesso, contraddette dai fatti. Ma ve le proponiamo con un sorriso.

Una tradizione indica che il lunedì reca buona salute, dato che questo giorno è dedicato alla luna, astro e dea delle spose; il martedì porta ricchezza sicura (contraddetta dal proverbio "né di venere né di marte ci si sposa né si parte); il mercoledì è assai propizio; il giovedì reca dispiaceri alla sposa; il venerdì pare che porti disgrazia, ma al giorno d’oggi sono tantissime le coppie che ignorano la superstizione e scelgono proprio questo giorno per sposarsi.; il sabato è il giorno che la maggior parte delle coppie sceglie per sposarsi, per ovvie ragioni, mentre la superstizione popolare lo indica invece come il giorno più sfortunato.

Anche per la scelta dei mesi c'è una antica tradizione:

Gennaio: per esempio, è mese che porta affetto, gentilezza a fedeltà;

Febbraio: epoca degli amori e degli accoppiamenti, è il mese migliore per prendere la fatale decisione;

Marzo: promette sia gioia che pene;

Aprile: invece promette soltanto gioie;

Maggio: non va scelto per nessuna ragione ("la sposa maiulina nun si godi la curtina");

Giugno: gli sposi avranno la fortuna di viaggiare molto, per terra e per mare ed è anche il mese dedicato a Giunone, la dea che protegge l'amore e le nozze;

Luglio: annuncia fatiche e lavoro per guadagnarsi la vita;

Agosto: assicura che la vita sarà ricca di cambiamenti;

Settembre: coprirà gli sposi di ricchezze e allegria;

Ottobre: vuol dire molto amore, ma il denaro stenterà ad arrivare;

Novembre: porta felicità;

la neve di Dicembre assicura alla coppia amore eterno.

Fonte: www.simonalucentini.it

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 
 
 
 
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 


CLICCA SULLA FOTO
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 

Location matrimonio Napoli. Tramonto a Massa Lubrense, Villa Angelina.

Di Admin (del 03/05/2012 @ 00:25:54 in fotografie, linkato 1281 volte)
 
 
 
 


clicca sulla foto

Il libretto della Messa è composto da più parti: la parte del rito del matrimonio è fissa ed è fornita dal Sacerdote; la parte delle letture, dei salmi e dei canti è da concordare col Sacerdote.

Per i canti si può chiedere l'intervento del coro della chiesa (da concordare col Sacerdote), oppure si può contattare un cantante che si avvale, di solito, di un accompagnamento musicale.

Per la stesura del libretto ci sono più possibilità:

• i più esperti nell'utilizzo del computer possono realizzarlo da soli;

• gli altri possono rivolgersi ad una tipografia specializzata che farà una prima stesura e la farà visionare agli sposi prima della stesura definitiva.

Si raccomanda in entrambi i casi un'attenta lettura del testo onde evitare errori di stampa. Il libretto può essere fatto con diversi tipi di carta, a colori o in bianco e nero, con disegni o senza, con copertina o senza (tutto questo incide notevolmente sui costi).

Un piccolo suggerimento: nella pagina iniziale si può mettere una preghiera, una poesia, un sentimento; in ultima pagina un ringraziamento a quanti sono intervenuti alla cerimonia con firma autografa degli sposi.

Ecco vari esempi di libretti per la messa matrimoniale.

Tutti liberamente scaricabili e personalizzabili in formato word.

Fonte: www.meratesposi.it

 



Un proverbio è qualcosa che racchiude, nel breve arco di una frase, la cosiddetta "saggezza popolare". Molti di noi parlano o ragionano seguendo i detti popolari, talvolta senza nemmeno rendersene conto. Il panorama culturale e letterario italiano offre un gran numero di queste massime, sui più svariati argomenti. E, ovviamente, il tema del matrimonio non poteva mancare tra questi. Vi proponiamo una serie di proverbi sul matrimonio, e di detti popolari in genere. Ne conoscete altri? quali sono i vostri preferiti? C'è un motto, un proverbio o un modo di dire che accompagna il vostro "modus vivendi"?

A voi la parola...e buona lettura.

-Al mulino e alla sposa manca sempre qualche cosa

-chi semina vento, raccoglie tempesta.

- Moglie bella, cattiva massaia.

- Sposati e vedrai, perderai il sonno e più non dormirai.

- E' più facile sposarsi male che mangiare bene.

- Chi per amor si piglia, per rabbia si scapiglia.

- Chi sposa il denaro prende cattiva moglie.

-Uomo avvisato, mezzo salvato.

-chi si somiglia si piglia.

- Nel marito prudenza, nella donna pazienza.

- La moglie bella ti fa far da sentinella.

- Ci voglion dieci orecchi per trovare una buona moglie.

- A cuor non si comanda.

- Chi si marita per amore, di notte ha piacere, e di giorno ha dolore.

- Chi nasce è bello, chi si sposa è buono e chi muore è santo.

- Dio li fa e poi li accoppia.

- Chi s' assomiglia si piglia.

- Donna sposa, sposa spesa, moglie maglio.

- Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.

- Paese che vai usanza che trovi.

- Se son rose fioriranno, se son spine pungeranno.

- Tra moglie e marito non mettere il dito.

- Di venere e di marte ne' si sposa ne' si parte.

- Sposa bagnata sposa fortunata .

- Moglie e buoi…dei paesi tuoi.

Fonte: www.lavogliadi.com

 
 
 
 
 


Galateo Abito da Sposa

Per il galateo, la sposa può indossare il vestito lungo solo se sposo, parenti, fratelli e testimoni decidono di indossare il tight. In tal caso sono ammessi l'abito con lo strascico e il velo.

Galateo Abito da Sposo
Fino a qualche tempo fa lo sposo non poteva permettersi molti strappi alla regola in fatto di abbigliamento, anche se il bon ton gli concedeva alcune alternative. A un matrimonio solenne non si ammettevano eccezioni: tight di giorno e marsina alla sera.

Galateo Anelli nuziali
, le fedi La tradizione le vuole lisce e sottili in oro giallo, ma se il portafoglio, lo consente nulla vieta una fede in platino o con brillanti, purché all'interno vi siano incisi i nomi degli sposi e la data delle nozze. Unico vincolo: l'anello va assolutamente portato all'anulare sinistro perché fin dall'antichità si pensava che questo dito fosse collegato direttamente al cuore. Nei paesi del Nord Europa la fede nuziale si porta sulla mano destra. Infatti l'uso di questo cerchietto d'oro che sancisce il legame matrimoniale affonda le sue radici nella storia. Di origine germanica e poi passato nelle consuetudini romane, è solo nel tardo Medioevo che viene ufficialmente adottato nelle cerimonie di nozze. Il rituale delle fedi, che devono essere acquistate dallo sposo, non varia tra matrimonio civile e religioso: nel momento "clou" della cerimonia gli sposi si scambiano gli anelli pronunciando la promessa d'amore.

Galateo Lista nozze

La lista nozze, un tempo, non era prevista dal galateo. La sua origine è statunitense ed in Europa era considerata come una cosa volgare. Ai giorni d'oggi, invece, l'usanza della lista nozze si è diffusa ed è stata accettata da tutti. Il suo scopo principale è quello di evitare doppioni inutili nei regali.
L'arte di ringraziare Galateo Ringraziamenti A proposito di regali, quando si ricevono i primi doni, è bene registrarne subito le caratteristiche vicino al nome del donatore sulla lista degli invitati, in modo da poter esprimere, nel biglietto di ringraziamento, la gioia di aver ricevuto proprio quel regalo. Questa menzione sicuramente farà piacere a chi si è dato la pena di sceglierlo e di farlo. I ringraziamenti vanno inviati possibilmente entro due mesi dalla cerimonia, al ritorno dal viaggio di nozze. Conviene anche segnare quelli già fatti, in modo da non confondersi dopo tanto tempo. L'invio delle bomboniere non esclude il ringraziamento di proprio pugno.

Galateo Bomboniere

Alla sposa il compito creativo di sceglierle e ordinarle, ai genitori o alla migliore amica quello di inviarle dopo che gli sposi sono partiti per il viaggio di nozze. Le regole del galateo in fatto di bomboniere sono severe, se si decide di rispettarle: vanno recapitate una ventina di giorni dopo il matrimonio in segno di ringraziamento. Vengono spesso personalizzate con il monogramma degli sposi e sono sempre accompagnate dal bigliettino che riporta i loro nomi e la data delle nozze. Oggi, per praticità, molti sposi le consegnano agli amici durante il ricevimento.

Galateo Cerimonia
e Corteo Semplice o solenne, davanti al sindaco o al prete, la cerimonia impone rituali che sanciscono e rendono pubblico il passaggio della coppia da uno stato ad un altro. Ma, indipendentemente dalle scelte degli sposi sul tipo di cerimonia, alcune regole vanno rigorosamente rispettate.
La sposa entrerà in chiesa al braccio del padre o, in mancanza di lui, del parente più stretto. Al suo ingresso tutti saranno già ai loro posti: nella parte sinistra della chiesa la famiglia della sposa, nella parte destra quella di lui.
Lo sposo sarà già all'altare, insieme ai testimoni, che dovranno sistemarsi a lato degli sposi, a sinistra quelli di lei e a destra quelli di lui. Alla fine della cerimonia lo sposo darà la destra alla sposa e dietro di loro si formerà il cosiddetto corteo: la madre dello sposo alla destra del padre della sposa, la madre della sposa al braccio del padre dello sposo, seguiti dall'allegra scia di fratelli, zii, cognati e amici in festa.

Galateo I Ruoli

Gli sposi
-Ricevono gli ospiti;
-Intrattengono gli ospiti durante i tempi morti del ricevimento;
-Lo sposo può ringraziare tutti gli invitati con un discorso a inizio o fine pasto;
-Anche la sposa può fare un discorso di ringraziamento, dopo lo sposo;
-La consegna di bomboniere e confetti è affidata alla sposa;
-La tradizione impone che siano gli sposi ad aprire le danze, con ballo lento sulla pista da soli;
-Se gli sposi a fine ricevimento vanno via in auto, è tradizione attaccare al paraurti posteriore lattine, palloncini ed altri oggetti rumorosi. Questa usanza deriva dalla tradizione di attaccare le scarpe della sposa alla macchina, per simboleggiare il passaggio di proprietà della donna dal padre al marito.

Il padre della sposa

-Se si vuole seguire il galateo, è il primo a fare il discorso e proporre un brindisi agli sposi;
-Gli spetta un ballo con la figlia al terzo giro di danza. La madre della sposa
-Nel caso in cui gli sposi ritardino a causa del servizio fotografico, è la madre della sposa che riceve gli ospiti; -Può fare, con il genero, il secondo ballo. I genitori dello sposo
-Padre: gli spetta il ballo con la sposa subito dopo che, quest'ultima, ha aperto le danze con il marito. -Madre: lo sposo concederà un ballo alla madre al terzo giro di danza.

I testimoni

-Il testimone principale può tenere un discorso per rispondere allo sposo da parte di tutti gli altri invitati e testimoni.

Invitati

-Dovrebbero restare fino a quando gli sposi non vanno via;
-Possono andarsene prima solo se gli sposi hanno comunicato di voler lasciare la festa dopo gli invitati.


www.simonalucentini.it

a cura della dott.ssa Liliana Castello
 

Pompei! nome storico, affascinante, che attira l'animo e gli altri studii di tutti gli eruditi della terra. Pompei, la splendida fra le vetuste città che vantarono Capua per metropoli. Seneca e Tacito, Floro e Tito Livio la dissero bella e fiorente per sorriso di cielo, per vivezza di commerci e per importanza di comunicazioni.

“Adagiata sui molli pendici posava il capo sulle falde di un monte di fuoco: il seno aveva rinfrescato dalle fontane fluenti dalle pure acque del Sarno, ed ai suoi piedi distendevansi ridenti i giardini e le fertili praterie irrigate da cotesto storico fiume che era pure navigabile. ...quel monte vomitò la fiamma divoratrice: il lapillo piovve a seppellire ogni grandezza; e la cenere, qual lenzuolo funereo, si distese a ricoprire quella immensa ecatombe! ...ad una città sepolta ...succede una città piena di vita, che attinge la sua origine dalla Civiltà nuova portata dal Cristianesimo: la Nuova Pompei! ...Diciannove secoli passati sul silenzio di quei sepolcri sono rotti dall'eco di quella sacra squilla. E la secolare mestizia di questi luoghi è rallegrata da un canto tenero di fanciulle, delle Orfanelle del Rosario, le quali dal recinto dell'Arca santa lodano il Signore. E' la civiltà nuova che apertamente si mostra accanto alla civiltà antica; l'arte nuova accanto all'arte antica; il Cristianesimo sorgente di vita di fronte al Paganesimo già tramontato...”

Bartolo Longo.

Il Santuario di Pompei. Il Santuario è stato costruito in tempi diversi. L’originario, a croce latina con una sola navata, fu eretto tra il 1876 e il 1891, su progetto del professor Antonio Cua dell’Università di Napoli, e misurava 420 mq. Per accogliere i numerosissimi fedeli, tra il 1934 e il 1939, il Santuario è stato ampliato, passando da una a tre navate, mantenendo la struttura a croce latina. Il progetto fu ideato dall’architetto e sacerdote Monsignor Spirito Maria Chiapetta, che ne diresse anche i lavori. Le due navate minori, che hanno tre altari per ogni lato, si prolungano sin dietro l’abside in un ambulacro arricchito da quattro cappelline semicircolari. L’insieme delle costruzioni è armonizzato da strutture contrastanti, in perfetto equilibrio di masse, studiato in modo da non subire effetti di spostamento per qualsiasi causa. L’interno, di 2.000 mq, può accogliere circa 6.000 persone. La cubatura totale è di 40.000 metri.

Celebrare i Sacramenti nel Santuario.

matrimonio al Santuario di Pompei. I Sacramenti vanno di norma celebrati nella propria Parrocchia di residenza. Coloro che per esprimere, anche in questa circostanza, la personale devozione mariana desiderano venire al Santuario, devono attenersi alle disposizioni del Rettorato. Celebrare i Sacramenti al Santuario di Pompei significa accogliere la proposta di Spiritualità del Rosario e prendersi cura, sulle orme del beato Bartolo Longo, dei ragazzi e giovani in difficoltà sostenendo le Opere Sociali del Santuario. Il Santuario è ben lieto che i Sacramenti dell’Iniziazione cristiana e del matrimonio vengano celebrati dal proprio Parroco.

Confessioni. Coloro che intendono ricevere i Sacramenti a Pompei è opportuno che si confessino nelle proprie parrocchie. Chi volesse farlo in Santuario deve venire almeno due ore prima. La Sala Confessioni, sempre molto affollata, è aperta tutti i giorni dalle 7.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00. Per la celebrazione del Sacramento i penitenti possono utilizzare il sussidio: “Il Perdono di Dio”, appositamente preparato dal Santuario.

Puntualità. Coloro che celebrano i Sacramenti a Pompei siano puntuali, nel rispetto degli orari. Si tenga presente che il Santuario ha un servizio pastorale di accoglienza che richiede da tutti la puntualità.

Abiti. Siano consoni alla presenza in Chiesa. Evitare abiti che offendano il Signore e la dignità delle persone, specialmente dei poveri.

Fotografie.  I fotografi siano rispettosi della preghiera e del raccoglimento evitando scatti in particolari momenti: proclamazione della Parola, omelia, dopo la Comunione e nei momenti di silenzio. In occasione dei Matrimoni è consentito ad un solo fotografo salire sul presbiterio. Gli operatori di ripresa dovranno rimanere all’esterno della balaustra. Nel pieno rispetto della professionalità, nella distinzione dei ruoli e nella complementarietà di intenti, si danno le seguenti indicazioni. Poiché la Basilica è molto illuminata, sia di luce naturale che artificiale, si prega di non usare luci supplementari o faretti fissi, nemmeno sulle telecamere usate per le riprese. Gli operatori debbono essere solo due: uno per le foto, uno per le riprese video. Siano vestiti convenientemente, come la sacralità del luogo impone e il buon senso suggerisce; se possibile, è gradito l’abito scuro. Il fotografo ha possibilità di movimento discreto e rispettoso per quanto si sta celebrando. È pregato di non rivolgere parole o inviti agli sposi, per determinare posizioni, sguardi; si limiti a riprendere. Gli strumenti professionali non possono essere lasciati ovunque, ma in posti non visibili e ben ordinati, in modo che non creino una sgradevole ammucchiata. Il Santuario non ha fotografi autorizzati.

Fiori. Il Santuario provvede ogni giorno al decoro della Basilica. Gli sposi possono aggiungere delle confezioni floreali che adornino l’Altare e il Trono della Madonna. Non è consentito nessun altro tipo di preparazione (tappeti, ecc.).

Musiche e canti.  Siano di aiuto a vivere il mistero che viene celebrato e favoriscano la preghiera e la partecipazione di tutti. Le celebrazioni potranno essere animate dal suono dell’organo, o da un coro composto da almeno dodici cantori, concordando il programma musicale con il Rettorato. Non è consentita l’esecuzione delle seguenti composizione: “Ave Maria” di F. Schubert, “Ave Maria” di C. Gounod, “Ave Maria” di G. S. Mercadante e P. Mascagni, “Sogno” di R. Schumann, “Largo” di G. Mulè, “La Vergine degli Angeli” di G. Verdi, “Largo” di G. F. Haendel, “Marcia nuziale” di R. Wagner, “Marcia nuziale” di F. Mendelssohn, “Ave Maria” di G. Verdi.

Fonte: www.pompeionline.net

 

 


Le fedi devono essere d'oro. Vanno scelte e provate da entrambi gli sposi; l'acquisto, però, sarà fatto dallo sposo che provvederà a portarle in chiesa il giorno del matrimonio (guai a dimenticarle).
Nel caso della cerimonia in chiesa è uso a volte farle portare in un cestino foderato di pizzo bianco da un bambino o da una bambina che precederà gli sposi durante la marcia nuziale verso l'altare.
Il prezzo si valuta in base al valore dell'oro. Le più richieste sono: la francesina , schiacciata sui fianchi e piuttosto bombata, disponibile da tre e quattro grammi e, la fede tradizionale molto più larga della francesina, disponibile da 4, 5, 6 e 7 grammi.

All'interno degli anelli, poi si usa incidere la data di nozze e i nomi degli sposi, servizio che, normalmente, è compreso nel prezzo. Anche le fedi seguono la moda. Si stanno diffondendo sempre più quelle in platino, realizzate da grandi orafi. Ce ne sono di tutti i tipi, realizzate con i tre colori dell'oro, o impreziosite da qualche brillantino.
Ma ricordate che passano di moda e presentano problemi di manutenzione: tendono a consumarsi più facilmente, poiché le montature sono più "piatte" rispetto a quelle tradizionali, e le pietre potrebbero staccarsi. E costano molto di più.

ANELLO: TRADIZIONE E STORIA

Etimologia Dal latino anellus, diminutivo di anus "cerchio". Cerchietto usato per adornare le dita delle mani e, in alcune civiltà, anche dei piedi.
Nel corso dei secoli è stato impiegato con funzioni diverse da quella decorativa: come simbolo di uno stato sociale, come emblema di potere e autorità o come talismano.
Gli antichi egizi saldavano agli anelli sigilli raffiguranti scarabei e geroglifici, mentre i greci indossavano cerchietti d'oro con cammei o incisioni. Presso gli antichi romani l'uso di questi monili era regolato dalla legge: gli anelli dei cittadini liberi erano d'oro, quelli degli schiavi liberati d'argento e quelli degli schiavi di ferro.
Le matrone romane sfoggiavano fedi nuziali cui era talvolta applicata una piccola chiave, segno della loro autorità nella famiglia. Anche i primi cristiani utilizzarono questi gioielli e dal Medioevo in avanti venne adottata la pratica della consegna di un anello a re e vescovi durante la cerimonia di incoronazione o consacrazione.
Per tradizione, i pontefici ricevono tuttora il cosiddetto "anello piscatorio", raffigurante la barca di san Pietro contornata dal nome del papa; l'anello, utilizzato per sigillare le epistole papali, viene spezzato alla morte del pontefice. La popolarità di questo tipo di ornamento raggiunse il culmine nel XVI secolo, periodo in cui si amava indossare su ciascun dito uno o più anelli, dotati di sigillo o più spesso impreziositi da pietre.
Gli anelli nuziali e di fidanzamento hanno origini molto antiche; la consuetudine maschile e femminile di indossare un cerchietto d'oro dopo il matrimonio si affermò tuttavia solo a partire dal XVI secolo, mentre l'abitudine di incidere i nomi degli sposi e la data delle nozze all'interno della vera risale al Settecento.

TIPI DI FEDE: MODELLI E CURIOSITA’


Al giorno d’oggi la moda “detta legge” anche per quanto riguarda le fedi nuziali. Ne esistono, infatti, di tantissimi tipi e modelli. Così gli sposi hanno l’opportunità di prediligere tra diverse alternative, o di far realizzare per sé degli “anelli nuziali personalizzati”.
Ricordiamo inoltre che anche molti famosi stilisti come, per esempio, Gucci, Bulgari o Cartier si sono dilettati nel disegnare gioielli nuziali (le cosiddette “fedi griffate”).
Vediamo alcune delle soluzioni tipiche tra cui poter scegliere : - La “fede classica”: può essere realizzata in oro bianco o giallo. È un anello estremamente semplice, a fascia, con i bordi smussati. - La “francesina” : una delle fedi più scelte dagli sposi. Si presenta molto sottile e leggermente bombata.
Può essere sia in oro bianco che giallo. -
La “mantovana”: di solito realizzata in oro giallo, è un tipo di fede piatta, abbastanza alta e di solito più pesante rispetto agli altri modelli. -
La fede “completamente piatta. - La “fede tradizionale”: di solito realizzata in mezzatinta, con l’arco un po’ schiacciato. - La “fede incrociata”: è un anello a più cerchi, dal design molto moderno. Di solito i vari cerchi che compongono l’anello sono di diversi colori d’oro. - Le fedi in platino: possono essere realizzate in una qualunque delle forme sopraelencate.
Ciò che le contraddistingue è la preziosità del materiale con cui sono fatte, ed il fatto che mantengono in eterno (si dice) la propria lucentezza. -
Fedi con brillante/ brillantino: di norma solo la sposa indossa questo tipo di anello, mentre lo sposo lo sceglierà identico, ma senza il brillantino. La forma di questa fede è spesso semplice, tradizionale, leggermente bombata. Incastonato nell’anello troveremo uno o più brillanti.
Vengono realizzate più che altro in oro bianco.


fonte: www.saleepepe.it


in collaborazione con la dott.ssa Liliana Castello
 

difiorefotografi - Napoli, Ravello: matrimonio all'aperto. Reportage - Wedding

Di Admin (del 22/03/2008 @ 00:05:01 in fotografie, linkato 4295 volte)


clicca sulla foto
 
 
 
 
 
 
 
 


CLICCA SULLA FOTO
 

 

difiorefotografi - Napoli, Ercolano: Cira. Sposa - matrimonio - Fotografo - Reportage

Di Admin (del 26/08/2008 @ 00:00:59 in fotografie, linkato 1537 volte)

 

 

 
 

 
 

 
 

 

clicca sulla foto

Il tableau del ricevimento di nozze serve per far accomodare gli invitati al matrimonio togliendo loro l'imbarazzo del non sapere dove sedersi. Per evitare un banale elenco di nomi si è pensato di usare un tabellone ben scritto con caratteri eleganti nel quale sono elencati i tavoli dove gli invitati al matrimonio possono andare a sedersi... ma come renderlo non anonimo?

Ecco alcune idee per rendere il vostro tableau indimenticabile:

• chiamare i tavoli con i nomi delle Costellazioni;

• usare i nomi dei fiori o delle specie di rose;

• le qualità diverse di pietre preziose;

• nomi di piante, erbe o fiori;

• nomi di pittori famosi;

• nomi di poeti o di scrittori;

• frasi e aforismi di poeti e scrittori famosi;

• titoli di film o di canzoni magari che parlano di amore e amicizia;

• nomi di quadri famosi;

• nomi di città romantiche o particolarmente significative per gli sposi;

• nomi di animali;

• luoghi o monumenti di particolare rilevanza e così via.

Anche i nomi degli angeli e le loro gerarchie possono essere un'idea carina e delicata: cherubini, serafini, arcangeli.

Un'altra trovata interessante per un tableau carino ed originale sono le strade e le piazze famose: via Montenapoleone, Fifth Avenue, Piccadilly Circus, Piazza di Spagna, via Condotti, Champs Elysées, Place Vendome,etc.

fonte: www.confettiebomboniere.com

 
 
 

difiorefotografi - Napoli, Portici: Assunta. Fotografo - matrimonio - Sposi

Di Admin (del 17/10/2008 @ 00:00:49 in fotografie, linkato 1993 volte)

 

 
 
 

 

 
 

 

 

clicca sulla foto

 
 

 

difiorefotografi - Napoli, Ercolano: gli sposi al Miglio d'oro. matrimonio - Sposi

Di Admin (del 23/08/2008 @ 00:00:41 in fotografie, linkato 1270 volte)

 

 

 
 

 

 
 
 

 
 

 

 


CLICCA SULLA FOTO
 

difiorefotografi - Napoli, Ercolano: il nipotino. matrimonio - Sposi - Fotografo

Di Admin (del 06/07/2008 @ 00:00:33 in fotografie, linkato 960 volte)
 


clicca sulla foto
 

 
 

 

 
 

difiorefotografi - Napoli, Ercolano: Carla, la sposa. matrimonio - Sposi - Nozze

Di Admin (del 04/08/2008 @ 00:00:27 in fotografie, linkato 954 volte)

 

difiorefotografi - Napoli, Torre Annunziata: la damigella. matrimonio - Sposi

Di Admin (del 11/08/2008 @ 00:00:26 in fotografie, linkato 1252 volte)

 

 
 

 

 

 
 
 

 

 
 

 

 

 
 
 

 
 


 

clicca sulla foto

Consigli Galateo e Bon Ton

I guanti per la sposa sono necessari in un matrimonio dal tono particolarmente formale, ma dopo l’entrata in chiesa devono essere appoggiati sull’inginocchiatoio, accanto al bouquet.

I modelli tra i quali è possibile scegliere sono:

-corti al polso

- lunghi al gomito

-di pizzo

-capretto

-in tulle

-in raso.

E' importante che siano per lunghezza e materiale rapportati all’abito. Per quanto concerne la stoffa, possono essere sottili ed impalpabili nel caso di una cerimonia d’estate o in tessuto più pesante, raso o capretto per esempio, per l’inverno. Si possono realizzare della stessa stoffa dell’abito o con inserti che lo richiamino.

 

 
 

 
 
 

 
 


CLICCA SULLA FOTO

Uno splendido evento in una delle più belle tra le "Ville Vesuviane". Ospiti  per un ricevimento all'insegna del buon umore. In questa foto Gigi e Ornella, gli sposi, insieme a Guido Lembo e Walter De Maggio, speaker radiofonico.
 

 
 
 
 

 
 
 

 



 
 
 
 
 

Ricerca fotografie per matrimonio

Nessuna fotografia trovata.