Una frase per voi

Non bisognerebbe mai giudicare un fotografo dal tipo di pellicola che usa, ma solo da come la usa.
Ernst Haas

Chi ci segue


Cerca sul nostro sito:

 

I nostri articoli

Catalogati per tema

attualità (169) Attualità - L'angolo di Rosario Totaro (20) Attualità - L'angolo di Rosario Totaro (1) attualit� (1) attualit� (1) campagne promozionali (17) Chiese e Location (40) Consigli-Curiosità (108) fotografie (1025) matrimoni in diretta (6) mostre (15) News, opinioni e curiosità dal Web (17) SLIDESHOW MATRIMONI (11) video (62) video telefonino: location (11) video telefonino_live (18)

Catalogati per mese

Giugno 2007 Luglio 2007 Agosto 2007 Settembre 2007 Ottobre 2007 Novembre 2007 Dicembre 2007 Gennaio 2008 Febbraio 2008 Marzo 2008 Aprile 2008 Maggio 2008 Giugno 2008 Luglio 2008 Agosto 2008 Settembre 2008 Ottobre 2008 Novembre 2008 Dicembre 2008 Gennaio 2009 Febbraio 2009 Marzo 2009 Aprile 2009 Maggio 2009 Giugno 2009 Luglio 2009 Agosto 2009 Settembre 2009 Ottobre 2009 Novembre 2009 Dicembre 2009 Gennaio 2010 Febbraio 2010 Marzo 2010 Aprile 2010 Maggio 2010 Giugno 2010 Luglio 2010 Agosto 2010 Settembre 2010 Ottobre 2010 Novembre 2010 Dicembre 2010 Gennaio 2011 Febbraio 2011 Marzo 2011 Aprile 2011 Maggio 2011 Giugno 2011 Luglio 2011 Agosto 2011 Settembre 2011 Ottobre 2011 Novembre 2011 Dicembre 2011 Gennaio 2012 Febbraio 2012 Marzo 2012 Aprile 2012 Maggio 2012 Giugno 2012 Luglio 2012 Agosto 2012 Settembre 2012 Ottobre 2012 Novembre 2012 Dicembre 2012 Gennaio 2013 Febbraio 2013 Marzo 2013 Aprile 2013 Maggio 2013 Giugno 2013 Luglio 2013 Agosto 2013 Settembre 2013 Ottobre 2013 Novembre 2013 Dicembre 2013 Gennaio 2014 Febbraio 2014 Marzo 2014 Aprile 2014 Maggio 2014 Giugno 2014 Luglio 2014 Agosto 2014 Settembre 2014 Ottobre 2014 Novembre 2014 Dicembre 2014 Gennaio 2015 Febbraio 2015 Marzo 2015 Aprile 2015 Maggio 2015 Giugno 2015 Luglio 2015 Agosto 2015 Settembre 2015 Ottobre 2015 Novembre 2015 Dicembre 2015 Gennaio 2016 Febbraio 2016 Marzo 2016 Aprile 2016 Maggio 2016 Giugno 2016 Luglio 2016 Agosto 2016 Settembre 2016 Ottobre 2016 Novembre 2016 Dicembre 2016 Gennaio 2017 Febbraio 2017 Marzo 2017 Aprile 2017 Maggio 2017 Giugno 2017 Luglio 2017 Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017 Novembre 2017 Dicembre 2017 Gennaio 2018 Febbraio 2018 Marzo 2018 Aprile 2018 Maggio 2018 Giugno 2018 Luglio 2018 Agosto 2018 Settembre 2018 Ottobre 2018 Novembre 2018 Dicembre 2018 Gennaio 2019 Febbraio 2019 Marzo 2019 Aprile 2019 Maggio 2019 Giugno 2019 Luglio 2019 Agosto 2019 Settembre 2019 Ottobre 2019 Novembre 2019 Dicembre 2019 Gennaio 2020 Febbraio 2020 Marzo 2020 Aprile 2020 Maggio 2020 Giugno 2020 Luglio 2020 Agosto 2020 Settembre 2020 Ottobre 2020 Novembre 2020 Dicembre 2020 Gennaio 2021 Febbraio 2021 Marzo 2021 Aprile 2021 Maggio 2021 Giugno 2021 Luglio 2021 Agosto 2021 Settembre 2021 Ottobre 2021 Novembre 2021 Dicembre 2021 Gennaio 2022 Febbraio 2022 Marzo 2022 Aprile 2022 Maggio 2022 Giugno 2022 Luglio 2022 Agosto 2022 Settembre 2022 Ottobre 2022 Novembre 2022 Dicembre 2022 Gennaio 2023 Febbraio 2023 Marzo 2023 Aprile 2023 Maggio 2023 Giugno 2023 Luglio 2023 Agosto 2023 Settembre 2023 Ottobre 2023 Novembre 2023 Dicembre 2023 Gennaio 2024 Febbraio 2024 Marzo 2024 Aprile 2024
Gli articoli più cliccati

Fotografi: Home Page/Storico/Consigli-Curiosità (inverti l'ordine)

"i Di Fiore FOTOGRAFI sono i miei Fotografi"

Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.

Articolo del 28/08/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 1880 Volte

Le partecipazioni di nozze. Consigli e curiosità

Siete quasi pronti. La data è stata fissata, Chiesa e location sono state prenotate, avete scelto l'abito da sposa e l'allestimento floreale.

Cosa rimane? Dovete invitare amici e parenti e per farlo dovete scegliere, stampare e consegnare le partecipazioni di nozze.

Lo scopo della partecipazione è proprio di comuicare la data, il luogo e l'ora in cui avrà luogo il matrimonio e l'invito dovrà specificare la location del ricevimento e, se previsto, il dresscode richiesto.

La tradizione vuole che siano i genitori degli sposi ad annunciare il matrimonio, anche se in alcuni casi è previsto che venga fatto dagli sposi stessi.

Per la tipologia del cartoncino vi potete sbizzarrire in base ai vostri gusti e al fil rouge che avete scelto per le vostre nozze. Ricordate, in ogni caso, che la busta va scritta a mano.

 

Articolo del 24/08/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 2197 Volte

La prima notte di nozze.

Dopo il taglio della torta, la consegna delle bomboniere, i saluti e ringraziamenti agli ospiti e i balli fino a notte inoltrata è venuto il momento di andare a dormire.

Ma dove trascorreranno la prima notte di nozze i novelli sposi?

Ci sono spose, inguaribili romantiche, che vorrebbero varcare la soglia della loro nuova casa in abito nuziale sorrette dalle possenti braccia del proprio marito e trascorrere nel proprio letto la prima notte di nozze.

Ma...attenzione nella vostra nuova casa sono in agguato gli scherzi dei vostri amici e potreste trascorrere la nottata a cercare le chiavi della camera da letto o a raccogliere bicchierini pieni d'acqua sparsi per tutta la casa.

Molto più rilassante, soprattutto dopo una giornata intensa come quella del matrimonio, è scegliere di trascorrere la prima notte di nozze nella stella location del ricevimento. Molti locali la propongono agli sposi come dono di nozze facendo trovare in camera anche una bottiglia di champagne per un brindisi di coppia.

E al mattino? Una abbondante colazione da consumarsi preferibilmente a letto!

E voi quale prima notte di nozze preferite?

 

Articolo del 04/08/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 1445 Volte

L'abito dello sposo. Lo stile adatto ad ogni occasione.



Nei preparativi delle nozze l'abito più nominato e al quale si riserva la maggior attenzione è senza dubbio l'abito della sposa.
Non dobbiamo però dimenticarci dell'abito dello sposo.
Per un matrimonio di stile ed eleganza si dovrà riservare una particolare attenzione anche all'abito dello sposo che dovrà essere in sintonia con quello della sposa e in linea con il tipo di cerimonia.
Vi forniamo un piccolo dresscode per non incappare in inappropriate cadute di stile.
Per nozze di stile molto elegante e celebrate di mattina è indicato il "tight" adatto soprattutto quando la sposa veste in abito con strascico lungo e velo.
Per una cerimonia diurna, ma meno formale è consigliabile l'"abito da giorno" o il "mezzo tight", mentre per le cerimonie serali sarà adatto il "frac".
Se lo sposo è un ufficiale potrà scegliere di sposarsi in alta uniforme, tradizione che rende il matrimonio molto particolare e suggestivo.
Attenzione lo smoking non è ammesso per le nozze in quanto è considerato abito da sera e non da cerimonia!
 

Articolo del 31/07/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 2737 Volte

La lista di nozze. Consigli per creare una lista di regali con gusto e bon ton.


CLICCA SULLA FOTO
La lista di nozze è una delle tante tradizioni che abbiamo ereditato d'oltreoceano.
Nata dall'idea di un commesso di un negozio di piatti è stata poi esportata anche in Europa.
A volte viene considerato di cattivo gusto "obbligare" un invitato ad un regalo specifico, ma la lista di nozze ha molti pregi sia per la coppia dei futuri sposi che per gli amici e i parenti che si apprestano a fare un dono nuziale.
Gli sposi eviteranno inutili doppioni o regali non in linea con l'arredamento della casa o con i loro gusti, inoltre potranno personalizzare la lista di nozze secondo i propri desideri non solo scegliendo oggetti per la casa, ma anche viaggi o strumenti attinenti ai loro hobbies.
Gli invitati impiegheranno meno tempo per la scelta del regalo giusto e saranno sicuri di acquistare una cosa gradita agli sposi.
Consigliamo di inserire nella lista di nozze un maggior numero di regali rispetto al numero degli invitati e con una gamma di prezzi abbastanza ampia in modo da poter fornire una vasta scelta per tutte le possibilità di spesa. Scegliete uno o più negozi di fiducia situati in luoghi facilmente raggiungibili dalla maggior parte dei vostri amici e parenti e fate in modo di depositarla almeno due mesi prima delle nozze.
Concordate con il negozio le modalità ed il luogo di consegna dei regali e ricordatevi di inviare un bigliettino di ringraziamento al donatore non appena vi verrà comunicato l'acquisto di un regalo.
Se si siete amanti del web e della velocità vi segnaliamo i nuovi servizi di liste di nozze on line. Grazie a questa opportunità, potrete creare la vostra lista di nozze preferita comodamente da casa ed altrettanto potranno fare i vostri ospiti per l'acquisto del regalo.
In rete troverete una moltitudine di siti per soddisfare le vostre esigenze. Vi vogliamo segnalare "Le nozze della luna" che propone regali esclusivi per un dono di nozze veramente luxury.
 

Articolo del 26/07/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 2582 Volte

Guida al matrimonio. Piccoli consigli per organizzare le nozze.



Oggi, prendendo spunto da Weddings Luxury l'esclusiva rivista specializzata nel settore del matrimonio di lusso, vi vogliamo proporre una guida all'organizzazione delle nozze.
Quando finalmente si decide di fare il grande passo e di convolare a nozze, spesso, non si sa da che parte cominciare e quindi eccoci in aiuto con alcuni consigli. 
Per prima cosa, almeno sei mesi prima, stabilite la data delle nozze, scegliete e prenotate chiesa e luogo delricevimento. Naturalmente dovrete aver prima stilato un elenco, almeno provvisorio, degli ospiti, avendo cura di annotare gli indirizzi di tutti. 
Scegliete un filo conduttore per le vostre nozze e prenotate la torta nuziale, il fiorista e i musicisti che saranno la colonna sonora del matrimonio. 
Prenotate il fotografo. 
Scegliete la destinazione per il viaggio di nozze e prenotatelo. 
Dopo aver capito quale sia la tipologia del vostro abito nuziale scegliete un atelier o uno stilista per la realizzazione dello stesso. In questa occasione scegliete anche le scarpe, il velo e l'acconciatura. 
Almeno quattro mesi prima scegliete l'auto nuziale. 
Scegliete e prenotate partecipazioni e bigliettini di ringraziamento. 
Trovate uno o più negozi dove stabilirete la vostra lista di nozze. 
Provvedete alle fedi nuziali, acquistate l'abito dello sposo e scegliete le bomboniere. 
Organizzate il pernottamento per gli ospiti che vengono da lontano e prenotate la stanza per la prima notte di nozze. 
Consultate il parrucchiere e il makeup artist. 
Due mesi prima concordate il menù con il ristorante o con il catering. 
Chiedete appuntamento con il sacerdote per concordare i dettagli della cerimonia che potrà essere personalizzata con la scelta delle letture, dei canti e della scrittura di proprio pugno delle promesse e perparate  illibretto messa.
Spedite le partecipazioni e scrivete i cartoncini di ringraziamento per i regali già ricevuti. 
Circa un mese prima dovrete preoccuparvi di fissare l'appuntamento in Comune per la promessa di matrimonio ed effettuate le pubblicazioni. 
Due settimane prima fate la prova ufficiale dell'abito da sposa.
Decidete la disposizione dei posti a sedere durante il ricevimento e preparate i segnaposto, stabilendo il numero esatto dei partecipanti. 
L'ultima settimana è la più concitata. Dovrete ritirare l'abito da sposa, preparare i bagagli per il viaggio di nozze e sistemare tutte le piccole cose che si sono dimenticate. 
Un giorno prima consigliamo un massaggio rilassante e le ultime cure di bellezza. 
Naturalmente affidandovi all'esperienza di una wedding planner molte di queste incombenze riuscirete ad evitarle e sarà lei a pensare a tutto ciò che riguarda l'organizzazione del matrimonio così arriverete sicuramente più rilassate al giorno delle nozze.          
 

Articolo del 14/07/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 2116 Volte

Napoli Estate 2012. Gli eventi, la movida, i concerti.


Le giornate sono afose, il caldo ci attanaglia, la voglia di vacanze è prorompente, non vediamo l'ora di partire per le nostre mete preferite...ma per chi resta in città che cosa offre Napoli e provincia per questa caldissima estate?
Napoli è città turistica ed in agosto si svuota di napoletani per riempirsi di stranieri.
Durante la giornata potrete approffittare per visitare tutti quei luoghi che durante l'inverno non riusciamo mai ad avere il tempo di vedere.
Ad esempio il Parco archeologico Pausylipon recentemente ristrutturato, dove una guida vi illustrerà due millenni di storia attraverso un intinerario affascinante.
O la Napoli sotterranea, un tuffo a quaranta metri di profondità nella storia della città e dei suoi abitanti.
Potrete organizzare una minicrociera nel Golfo di Napoli ed isole per visitare i luoghi più incantevoli delle nostre coste e godervi una giornata all'insegna del sole e del mare.
E per la serata? La movida napoletana non vi deluderà e con i suoi locali all'aperto come l'Arenile, il Nabilah, il Sohal Beach e tanti altri allieterà le vostre serate all'insegna della buona musica e della bella gente.
Per una chiacchierata sul lungo mare di Via Chiaia troverete numerosi locali dove rilassarvi a bere un lonk drink e a chiacchierare con gli amici.
Sono previsti anche numerosi concerti.
Ne vogliamo ricordare solo alcuni:
Il 17 luglio ci saranno i Negrita in concerto all'Arena Flegrea.
Il 20 luglio il grande Ligabue a Piazza Plebiscito.
Il 27 luglio per tutti i romantici, Laura Pausini sarà a Piazza Plebiscito.
Sicuramente non ci si può annoiare in una città come Napoli e potrete trascorrere un'estate da turisti nella vostra città
 

Articolo del 05/07/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 2561 Volte

Matrimonio particolare ed alternativo. Celebrazione e ricevimento in nave. Napoli.


Futuri sposine e sposine, se il vostro desiderio è realizzare il vostro evento matrimoniale al di fuori dalle tradizioni e lasciare un ricordo memorabile per voi e per i vostri ospiti vi segnaliamo un'idea simpatica ed originale.
Si tratta dell'organizzazione del matrimonio su una nave.
Ci sono svariate tipologie di imbarcazione da poter utilizzare, dal veliero, allo yacht alla grande nave, dipende dalle vostre esigenze e dal numero degli ospiti previsti.
A bordo si potrà celebrare il rito civile e realizzare un banchetto nuziale personalizzato e curato nei minimi dettagli da un catering di alta classe.
E come dei protagonisti di "Love Boat" navigherete per tutta la serata cogliendo panorami splendidi e continuamente diversi come il Golfo di Napoli, il Vesuvio, Ischia, Capri e Procida tutti da raccogliere in un indimenticabile servizio fotografico.
 

Articolo del 03/07/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 10779 Volte

Curiosità del matrimonio. Tradizioni, superstizioni ed usanze. La firma sotto la suola delle scarpe.



Il matrimonio è legato ad una moltitudine di tradizioni, superstizioni, credenze ed usanze.
Le più note sono a conoscenza di tutti.
La sposa il giorno delle nozze dovrà indossare:
- qualcosa di nuovo a simboleggiare il passaggio alla nuova unione e vita matrimoniale
- qualcosa di vecchio come metafora del passaggio dalla vecchia vita alla nuova
- qualcosa di prestato da una persona cara per darle un ruolo importante nell'evento del matrimonio
- qualcosa di regalato quale augurio di prosperità
- qualcosa di blu che simboleggia la purezza.
Lo sposo non dovrà vedere la sposa fino al momento dell'entrata in chiesa e la sposa non si potrà vedere vestita completa fino a quando non sarà vista dal futuro marito, spesso infatti le spose si specchiano senza una scarpa o un guanto.
Il lancio del riso dopo la cerimonia è un augurio di fortuna e ricchezza.
Alla fine del ricevimento la sposa lancerà il bouquet e la fortunata che lo prenderà al volo si sposerà entro l'anno.
Sposine, se volete conservare il bouquet ed evitare il lancio finale, vi proponiamo un'usanza abbastanza recente altrettanto simpatica e divertente.
Si tratta di far firmare la suola delle scarpe della sposa alle damigelle, amiche e parenti nubili.
Il nome della fanciulla che a fine giornata risulterà il più cancellato sarà colei che convolerà a giuste nozze entro l'anno.
Provare per credere!
 

Articolo del 30/06/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 1953 Volte

Personalizzare il matrimonio con i riti paticolari. Il rito dell'incoronazione.



Vi avevamo parlato qualche giorno fa del rito della velazione.
Oggi vi vogliamo descrivere un altro rito aggiuntivo alla cerimonia cattolica per rendere più suggestivo il vostro momento del "si lo voglio".
Si tratta del rito dell'incoronazione. Anche questo è un rito introdotto con la revisione del matrimonio del 2004 e puo' essere scelto in aggiunta alla cermimonia tradizionale.
L'incoronazione è un rito caratteristico della tradizione ortodossa che la celebrazione cattolica ha adottato per arricchire la cermimonia nuziale di un momento molto intimo per la coppia di futuri sposi.
Si dovranno preparare due coroncine intrecciate, formate da elementi vegetali o minerali perchè devono essere legate all'elemento della natura per simboleggiare la vicinanza a Dio.
Durante la cerimonia il sacerdote poserà le coroncine sulla testa degli sposi pronunciando una preghiera di benedizione nella quale gli sposi si donano l'un l'altro per essere incoronati nella gloria del Signore.
Si tratta di un momento molto toccante della cerimonia nuziale che regalerà al vostro matrimonio un momento magico e molto suggestivo.
 

Articolo del 26/06/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 2903 Volte

Riti particolari del matrimonio. La velazione.


Con la revisione del rito del Matrimonio del 2004 la Chiesa prevede di poter aggiungere al rito tradizionale, il rito della velazione o quello dell'incoronazione.
Si tratta di riti particolarmente coinvolgenti e suggestivi che regaleranno un momento di grande pathos alla vostra cerimonia nuziale.
Oggi vi racconteremo di come si svolge il rito della velazione.
Si tratta di un momento molto emozionante nel quale verranno coinvolte anche le persone a voi più care.
Infatti i genitori o i testimoni si affiancheranno agli sposi per tendere steso sopra di loro il velo nuziale mentre il sacerdote pronuncia una preghiera e dà la benedizione.
Il velo ha molti significati. Nella bibbia, ad esempio è il simbolo del cielo che Dio stende per proteggere la terra.
Nel rito della velazione il velo rappresenta lo spirito santo che proteggerà gli sposi nella loro vita matrimoniale.
Che ne dite? Vi piace?
 

Articolo del 26/05/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 4699 Volte

Matrimonio all'americana. Rito simbolico. Matrimonio all'aperto. Villa Guarracino, Villa Fattorusso.


CLICCA SULLA FOTO
Sull'onda della moda americana approdata in Italia attraverso film e soap opera, anche nel nostro bel paese sempre più coppie sognano di celebrare il loro matrimonio in cornici ambientali da sogno.
Contornati da prati e fiori ovunque, archi in ferro battuto ricoperti di fiori sotto i quali scambiarsi le promesse, vicino al mare o sulla vetta di una montagna ogni luogo potrà essere la meta ideale scelta da una coppia per celebrare il rito simbolico.
Dobbiamo ricordare che il matrimonio simbolico non ha alcun valore legale e si tratta quindi solo di una cerimonia d'effetto organizzata seguendo i gusti e le preferenze degli sposi per rendere speciale e indimenticabile l'evento del matrimonio.
Pertanto prima dovranno essere celebrate le nozze con rito civile o religioso alla presenza dei testimoni.
La scelta della location è l'elemento fondamentale per la riuscita perfetta di un matrimonio simbolico.
Napoli e la sua provincia grazie alla presenza di Ville storiche, ville private, giardini con piscina e panorami mozzafiato offrono diverse possibilità alle quali potersi affidare.
A Posillipo un luogo ideale è senza dubbio Villa Fattorusso con la sua terrazza a picco sul mare per poter godere di un servizio fotografico dai panorami mozzafiato.
A Torre del Greco una scenografia molto chic è garantita da Villa Guarracino che offre la possibilità di celebrare il rito matrimoniale nella orangerie, mentre nel parco della location potrà essere organizzato il banchetto nuziale.
A voi futuri sposi l'imbarazzo della scelta!
 

Articolo del 09/05/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 2296 Volte

Fotografi Matrimonio Napoli. Simpatiche curiosità dal mondo. Le proposte di matrimonio di una volta...



Quando si parla di “tradizioni” ci viene subito in mente la parola “matrimonio”, con tutto quel che ne consegue: la celebrazione, la location per il ricevimento o rinfresco, le foto e la scelta del fotografo, i fiori, il lancio del bouquet, gli anelli e la “proposta”.
Da noi per quanto originali e non convenzionali le proposte di matrimonio e il corteggiamento tendono a seguire “un certo schema”. Di solito è l’amato che si dichiara alla futura sposa (ma può anche accadere il contrario) chiedendole di diventare sua moglie in maniera “classica” (in ginocchio, magari dopo una cena romantica ed esprimendo tutti i propri sentimenti, donandole un anello fantastico) o magari escogitando alternative simpatiche e originali (nella nostra sezione “curiosità matrimonio” abbiamo talvolta mostrato le proposte di matrimonio più belle e originali). Oramai va così in gran parte del mondo.
Ma vi siete mai chiesti come avvenivano il corteggiamento e la proposta di matrimonio in culture diverse? Girovagando sul web abbiamo trovato alcune tradizioni dal mondo decisamente originali e fuori dal comune! Leggiamole insieme e commenta tele con noi!!!!! Sapevate che in Messico, un tempo, un uomo che voleva sposarsi doveva recarsi al tempio e parlarne prima con un sacerdote? Ma non è tutto! Quello che ci ha incuriositi è quanto segue: una volta ottenuto il consenso, uscito dal tempio, il ragazzo doveva sposare la prima ragazza nubile che incontrava!!!
Un eschimese innamorato invece per chiedere la mano della sua sposa doveva uccidere una foca e presentarla al padre di lei (e qui aggiungiamo che speriamo fortemente che l’usanza sia caduta in disuso). In Persia invece un uomo innamorato doveva gettare sulla testa dell’amata un lenzuolo per farle capire che voleva sposarla. Le intraprendenti donne dell’India per far capire ad un uomo che volevano per marito dovevano , invece, semplicemente sedersi davanti alla porta di casa sua.

Ma la tradizione che ci è sembrata più simpatica è quella delle isole Trobriand, presso Papua, dove una ragazza innamorata per comunicare il proprio desiderio di sposarsi si avvicinava all’uomo a cui era interessata e…lo mordeva! Per la serie “ti mangerei di baci” insomma!

Voi conoscete altre tradizioni antiche simpatiche legate al matrimonio e oramai in disuso? Quali?
 

Articolo del 30/04/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 4055 Volte

Massimo Troisi e Philippe Noiret (Pablo Neruda) Metafore de il postino.

 

Articolo del 17/04/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 1522 Volte

Uw bruiloft in Nederland. De foto's van uw huwelijksfeest in Amsterdam. Tradities, gewoonten en bijzonderheden.




Un ringraziamento particolare a Ina Draijer, per la collaborazione e la traduzione di questo articolo.

Als ons wordt gevraagd wat het meest vrije en moderne land is dat we kennen, dan is het eerste woord wat in ons opkomt AMSTERDAM!.. En vervolgens NEDERLAND!
Maar als we denken aan een bruiloft, hoe zou dat er dan uitzien op z’n Hollands? Oftewel hoe viert men in Amsterdam een bruiloft en hoe doet men dat in de rest van het mooie Nederland?
Doet men dit heel modern of juist traditioneel? Een van de meest oud Hollandse tradities voor een bruiloft, die we kennen, is het planten van een boom in de tuin van het pasgetrouwde stel, dit als symbool voor een goed en vruchtbaar leven. Een andere huwelijkse traditie in Nederland, betreft de twee verschillende ontvangsten voor de gasten op de trouwdag. De eerste is een traditionele lunch en/of diner waarvoor normaalgesproken alleen de ouders, de directe familieleden en de meest dierbare vrienden worden uitgenodigd, en de tweede, is de ontvangstreceptie voor gasten die een deel van de dag zijn uitgenodigd, (zo lezen we in een interessante blog, van waaruit ons artikel is ontstaan http://mammamsterdam.blogspot.it/) .

Voor deze groep is er een kleinere ceremonie met taart en champagne of een tochtje op een boot door de Amsterdamse grachten. Deze laatste is dan ook een echte klassieker in Amsterdam! Verder kent de Nederlandse bruiloft, een persoon, die voor ons Italianen totaal onbekend is, de ‘ceremoniemeester’!
Onze blog ‘Mammaamsterdam’ legt ons uit, dat het iemand is die een specifieke rol krijg toegewezen op de Nederlandse bruiloft. Wie als gast voor de bruiloft wordt uitgenodigd, richt zich voor vragen en feestelijke verrassingen namelijk enkel tot de ceremoniemeester, en niet tot het bruidspaar. Hij of zij coördineert eventuele bijdragen van de gasten aan het programma van de trouwdag, geeft tips voor cadeau’s als men geen idee heeft wat het bruidspaar te schenken, leidt verder oude verwarde tantes naar tafels en regelt vazen voor de bloemen. Wat denken jullie? Zou het niet alleraardigst zijn als iemand u zou vragen om ‘ceremoniemeester’ te zijn? Ons zou het in ieder geval hartstikke leuk lijken! En de huwelijksfotograaf in Amsterdam? Zouden er ook specifieke regels en interessante wetenswaardigheden zijn op dit gebied? Nou, daar komen we waarschijnlijk gauw genoeg achter.

We weten in ieder geval zeker dat dit geweldige land met al haar schoonheden en gevoel voor respect en vrijheid voor bezoekers en inwoners, het ideale scenario lijkt te zijn om de fantasie de vrije loop te laten gaan. Prachtige beelden kunnen er worden vastgelegd om zo een ware reportage te creëren die de brug vormt tussen traditie en moderniteit! Kortom, wij gaan het in ieder geval proberen.. Blijf ons volgen!!

In questa foto: GRAND HOTEL KRASNAPOLSKY
 

Articolo del 04/04/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 96231 Volte

Curiosità Matrimonio - Libretto messa - Come dovrebbe essere? Consigli, esempi libretto, link utili.


clicca sulla foto

Il libretto della Messa è composto da più parti: la parte del rito del matrimonio è fissa ed è fornita dal Sacerdote; la parte delle letture, dei salmi e dei canti è da concordare col Sacerdote.

Per i canti si può chiedere l'intervento del coro della chiesa (da concordare col Sacerdote), oppure si può contattare un cantante che si avvale, di solito, di un accompagnamento musicale.

Per la stesura del libretto ci sono più possibilità:

• i più esperti nell'utilizzo del computer possono realizzarlo da soli;

• gli altri possono rivolgersi ad una tipografia specializzata che farà una prima stesura e la farà visionare agli sposi prima della stesura definitiva.

Si raccomanda in entrambi i casi un'attenta lettura del testo onde evitare errori di stampa. Il libretto può essere fatto con diversi tipi di carta, a colori o in bianco e nero, con disegni o senza, con copertina o senza (tutto questo incide notevolmente sui costi).

Un piccolo suggerimento: nella pagina iniziale si può mettere una preghiera, una poesia, un sentimento; in ultima pagina un ringraziamento a quanti sono intervenuti alla cerimonia con firma autografa degli sposi.

Ecco vari esempi di libretti per la messa matrimoniale.

Tutti liberamente scaricabili e personalizzabili in formato word.

Fonte: www.meratesposi.it

 

Articolo del 21/03/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 22199 Volte

Proverbi sul Matrimonio - Detti e proverbi popolari - Tradizione e superstizione.



Un proverbio è qualcosa che racchiude, nel breve arco di una frase, la cosiddetta "saggezza popolare". Molti di noi parlano o ragionano seguendo i detti popolari, talvolta senza nemmeno rendersene conto. Il panorama culturale e letterario italiano offre un gran numero di queste massime, sui più svariati argomenti. E, ovviamente, il tema del matrimonio non poteva mancare tra questi. Vi proponiamo una serie di proverbi sul matrimonio, e di detti popolari in genere. Ne conoscete altri? quali sono i vostri preferiti? C'è un motto, un proverbio o un modo di dire che accompagna il vostro "modus vivendi"?

A voi la parola...e buona lettura.

-Al mulino e alla sposa manca sempre qualche cosa

-chi semina vento, raccoglie tempesta.

- Moglie bella, cattiva massaia.

- Sposati e vedrai, perderai il sonno e più non dormirai.

- E' più facile sposarsi male che mangiare bene.

- Chi per amor si piglia, per rabbia si scapiglia.

- Chi sposa il denaro prende cattiva moglie.

-Uomo avvisato, mezzo salvato.

-chi si somiglia si piglia.

- Nel marito prudenza, nella donna pazienza.

- La moglie bella ti fa far da sentinella.

- Ci voglion dieci orecchi per trovare una buona moglie.

- A cuor non si comanda.

- Chi si marita per amore, di notte ha piacere, e di giorno ha dolore.

- Chi nasce è bello, chi si sposa è buono e chi muore è santo.

- Dio li fa e poi li accoppia.

- Chi s' assomiglia si piglia.

- Donna sposa, sposa spesa, moglie maglio.

- Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.

- Paese che vai usanza che trovi.

- Se son rose fioriranno, se son spine pungeranno.

- Tra moglie e marito non mettere il dito.

- Di venere e di marte ne' si sposa ne' si parte.

- Sposa bagnata sposa fortunata .

- Moglie e buoi…dei paesi tuoi.

Fonte: www.lavogliadi.com

 

Articolo del 29/02/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 1359 Volte

Video e idee simpatiche! Bellissime ed emozionanti proposte di matrimonio sulle note de "L'amore è una cosa semplice" di Tiziano Ferro.

 

Articolo del 08/02/2012 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 14523 Volte

Curiosità Matrimonio - Mese e giorno in cui celebrare le Nozze - Credenze, tradizioni, usanze.



Sembra che sia fondamentale anche la scelta del giorno della settimana in cui sposarsi. Ovviamente quelle che qui andiamo a descrivere sono solo usanze e credenze popolari talvolta, se non spesso, contraddette dai fatti. Ma ve le proponiamo con un sorriso.

Una tradizione indica che il lunedì reca buona salute, dato che questo giorno è dedicato alla luna, astro e dea delle spose; il martedì porta ricchezza sicura (contraddetta dal proverbio "né di venere né di marte ci si sposa né si parte); il mercoledì è assai propizio; il giovedì reca dispiaceri alla sposa; il venerdì pare che porti disgrazia, ma al giorno d’oggi sono tantissime le coppie che ignorano la superstizione e scelgono proprio questo giorno per sposarsi.; il sabato è il giorno che la maggior parte delle coppie sceglie per sposarsi, per ovvie ragioni, mentre la superstizione popolare lo indica invece come il giorno più sfortunato.

Anche per la scelta dei mesi c'è una antica tradizione:

Gennaio: per esempio, è mese che porta affetto, gentilezza a fedeltà;

Febbraio: epoca degli amori e degli accoppiamenti, è il mese migliore per prendere la fatale decisione;

Marzo: promette sia gioia che pene;

Aprile: invece promette soltanto gioie;

Maggio: non va scelto per nessuna ragione ("la sposa maiulina nun si godi la curtina");

Giugno: gli sposi avranno la fortuna di viaggiare molto, per terra e per mare ed è anche il mese dedicato a Giunone, la dea che protegge l'amore e le nozze;

Luglio: annuncia fatiche e lavoro per guadagnarsi la vita;

Agosto: assicura che la vita sarà ricca di cambiamenti;

Settembre: coprirà gli sposi di ricchezze e allegria;

Ottobre: vuol dire molto amore, ma il denaro stenterà ad arrivare;

Novembre: porta felicità;

la neve di Dicembre assicura alla coppia amore eterno.

Fonte: www.simonalucentini.it

 

Articolo del 22/12/2011 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 5960 Volte

L'albero di Natale: storia,tradizioni, usanze. Leggende sul Natale




La storia del Natale è molto complessa,
perchè nasce dalla commistione tra miti pagani e riti cristiani. L'albero fu associato al Natale fin da tempi antichissimi e si pensa che questa tradizione derivi dai culti pagani praticati nell'Europa settentrionale nelle zone agricole.
I druidi, antichi sacerdoti dei Celti, notarono che gli abeti rimanevano sempre verdi anche durante l'inverno. Per questo li considerarono un simbolo di lunga vita e cominciarono a onorarli nelle feste invernali. In seguito, quando si cominciò a celebrare il Natale, l'abete ne divenne un simbolo e gradualmente la tradizione di decorarlo si estese dalla Germania a tutti gli altri paesi europei.
Inizialmente l'albero veniva decorato con ghirlande, cui si unirono nastri e frutti colorati, poi le candeline, fino a quando, verso la metà del 1800, alcuni fabbricanti svizzeri e tedeschi cominciarono a preparare leggere e variopinte palline di vetro soffiato, che sono oggi l'ornamento tradizionale dell'albero. Poi arrivarono anche le lampadine e le decorazioni di plastica e oggi non c'è più limite alla fantasia!
Nelle case italiane l'albero di Natale è arrivato da pochi decenni e in circostanze curiose. Verso la fine del 1800 questa moda dilagava in tutte le corti europee tra le famiglie della nobiltà. Anche la regina Margherita, moglie di Umberto I ne fece allestire uno in un salone del Quirinale, dove la famiglia reale abitava. La novità piacque moltissimo e l' albero divenne di casa tra le famiglie italiane in breve tempo.
Al di là di questi fatti che cercano nella storia passata e lontana le origini dei simboli e delle tradizioni natalizie, molte leggende sono nate nei vari paesi cristiani per raccontare la storia del primo albero di Natale.
Eccone alcune.

-
Pare che un giorno in Germania San Bonifacio vide alcune persone radunate intorno a una quercia. Si trattava di pagani che adoravano il dio Thor. Allora il santo tagliò la quercia e dietro di essa trovò uno splendido abete. San Bonifacio spiegò che il nuovo albero simboleggiava l'albero della vita e la sua nascita era un simbolo divino come la nascita di Gesù.

-Sempre in Germania, un uomo la vigilia di Natale rimase colpito dallo spettacolo delle stelle che brillavano attraverso i rami di un abete. Per rendere partecipe la moglie di quella meraviglia tagliò un piccolo abete, lo portò a casa, lo mise in un vaso e lo ornò con delle candeline rosse. Da qui si diffuse la tradizione di decorare l'abete.

-Una leggenda americana racconta di un bambino che, sperdutosi in un bosco la vigilia di Natale, sopraggiunta la notte si addormentò sotto un abete. Per proteggerlo dal freddo che lo avrebbe fatto morire, l'abete si piegò fino a racchiudere il bambino tra i suoi rami. La mattina dopo i compaesani trovarono il bambino che dormiva tranquillo sotto l'abete, tutto ricoperto di cristalli che luccicavano alla luce del sole. In ricordo di quell'episodio cominciarono a decorare l'albero ogni Natale.
 

Articolo del 27/10/2011 Pubblicato in Consigli-Curiosità Letto 1080 Volte

Notizie Matrimoni nel Mondo. In USA un matrimonio all'aperto nonostante la tempesta di sabbia!




CLICCA SULLA FOTO

Fonte e Testo:  http://tv.repubblica.it

E' successo in Arizona. I due sposi sono uno davanti all'altro, in un giardino, e stanno per pronunciare il sì. Improvvisamente il vento si alza, si sentono dei tuoni, il velo della sposa svolazza, gli alberi si piegano e una tempesta di sabbia si abbatte sulla cerimonia.
L'officiante affretta la pratica e incitando gli sposi a sbrigarsi riesce a portare a termine le nozze prima che il vento porti via tutto
(a cura di Benedetta Perilli)

Clicca sulla foto, leggi l'articolo e guarda il video!!!
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6


Ci sono 1010 persone collegate